Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La selezione ottimale dell’asset allocation


Come creare un portafoglio d’investimento soddisfacente in funzione delle proprie esigenze e di una vita serena
La selezione ottimale dell’asset allocation

In queste righe vorrei condividere il mio pensiero su come elaborare un portafoglio d’investimento che possa essere apprezzabile in funzione di volatilità sostenibile, rendimento atteso, periodo di investimento, in grado di soddisfare aspettative ragionevoli.

Per fare questo dobbiamo partire da un assioma fondamentale: non esiste una strategia d’investimento perfetta; nessuna strategia d’investimento può andar bene per tutte le stagioni e per tutte le situazioni del mercato.

Quello che cerco di fare è analizzare ed allocare, sulla base delle indicazioni ricevute dal Cliente, una serie di strumenti finanziari, in prevalenza fondi e Sicav, che mi permettano di costruire un portafoglio abbastanza difensivo per le fasi di mercati complicati, conservativo per le fasi di mercati laterali, sufficientemente dinamico per le fasi di mercati euforici.

“Una delle poche certezze dei mercati finanziari è che non ci sono certezze”: i rendimenti passati non ci devono assolutamente influenzare, né crearci delle aspettative perché i risultati degli ultimi cinque anni, ad esempio, non si potrebbero in alcun caso replicare esattamente in futuro.  Potranno essere migliori, peggiori, ma mai uguali.

Un parametro che è invece relativamente più stabile è quello legato alla correlazione tra i vari mercati, cioè come si muovono tra loro nelle diverse fasi economiche: è un parametro estremamente importante perché ci permette di costruire portafogli meno volatili.

Una notizia comunque confortante è che, spesso, i fondi che hanno avuto le performance migliori nel passato, all’interno della propria categoria, continuano a farlo anche nel futuro e questo ci può permettere di costruire portafogli efficienti indipendentemente dall’andamento futuro dei mercati finanziari. Sfruttando le diverse correlazioni si potranno avere portafogli meno volatili che, in fasi di mercato complicato, avranno un drawdown, cioè una diminuzione di valore, più limitato rispetto al mercato di riferimento. Per contro in fase di mercati euforici avranno performance più contenute, sempre rispetto al mercato di riferimento, ma con livelli di volatilità più bassa, risultando quindi più efficienti.

Come possiamo misurare questa maggior efficienza?  Uno dei parametri più utilizzati è l’indice di Sharpe.

In pratica, questo indice misura il rapporto rischio/rendimento di un titolo, di un portafoglio, di un mercato: maggiore è l’indice di Sharpe, più efficiente è il prodotto analizzato. Vediamo in concreto un esempio con alcuni portafogli in fondi che ho elaborato negli anni passati rapportati all’indice mondiale MSCI Word:

I primi tre portafogli hanno un rendimento leggermente inferiore rispetto al benchmark, ma un rischio molto più basso, gli ultimi tre portafogli hanno un rendimento più alto, nonostante un minor rischio rispetto al benchmark. Tutti hanno un drawdown sensibilmente migliore rispetto al benchmark.

Questo approccio d’investimento ci permette di avere aspettative di guadagno da dignitose a interessanti mantenendo comunque un profilo di rischio ragionevole e sopportabile.

Importante: ognuno di noi ha un proprio livello sopportazione al rischio di volatilità dell’investimento. Il problema maggiore è che questo livello è estremamente variabile: molto alto nei periodi di forte trend positivo dei mercati, molto basso quando i mercati sono in diminuzione. Fatevi aiutare da un Consulente Finanziario esperto per gestire questa emotività, perché è la causa maggiore delle minusvalenze che si realizzano negli investimenti. A conferma di quanto detto, allego una tabella che mette in evidenza il comportamento dei portafogli sopra esaminati nell’anno del Covid 19:

 

Il tempo è il nostro più grande alleato, quindi sfruttiamolo. Non miriamo a un guadagno in tre/sei mesi, ma pianifichiamolo, se possibile, in anni e i risultati saranno sorprendenti

 

A presto.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse