La sfida di Bologna Costruisce


Si può realizzare un ottimo progetto ottenendo il massimo risultato possibile con il minor consumo di Co2?
La sfida di Bologna Costruisce
Si può realizzare un ottimo progetto ottenendo il massimo risultato possibile con il minor consumo di Co2?
E’ la sfida di Bologna Costruisce, il consorzio creato da CNA Bologna nel 2016 con lo scopo di risollevare dalla crisi economica il settore edilizio nell’Emilia Romagna.
Una sfida di certo vinta che ha visto muovere le prime mosse nel settore edilizio in senso stretto per poi allargarsi al settore dell’impiantistica. Ed è proprio in tale ambito che Bologna Costruisce ha raggiunto l’eccellenza creando valore aggiunto, ma soprattutto eco-sostenibile.
All’interno di Bologna Costruisce si trova una compagine varia "fatta di aziende strutturate e di piccoli artigiani - spiega la direttrice generale di Bologna Costruisce Valeria Goldini - ma che grazie a una formazione continua, al confronto interno e a una gestione condivisa, riescono oggi ad essere altamente innovativi sia nell’approccio agli impianti esistenti che nella progettazione di nuove strutture".

Il segreto di Bologna Costruisce è la cooperazione e la collaborazione all’interno di una rete di imprese di dimensioni differenti - dal piccolo artigiano alla grossa azienda edile - in grado di rispondere in tempo reale alle esigenze di cittadini privati, aziende di diversa dimensione ed enti pubblici. Bologna Costruisce ha, dunque, un raggio di azione ampio che ingloba le differenti necessità del territorio sia edilizie che impiantistiche.

Come detto, è proprio il settore impiantistico la punta di diamante di Bologna Costruisce pensato, a fronte delle emissioni globali di Co2 e dei dati sull’inquinamento atmosferico, al fine di realizzare impianti ad alta tecnologia e a basso impatto ambientale. Lo scopo, spiega Valeria Goldini, è la "riduzione delle emissioni Co2, basso utilizzo delle risorse ambientali, realizzazione di impianti a consumo zero". Il tutto riuscendo a "fare ai clienti proposte innovative e competitive per il rapporto tra qualità, prezzo e risposta in termini ambientali, aspetto oggi tutto fuorché secondario".
Un esempio della mission e del modus operandi della rete di Bologna Costruisce è la realizzazione dei nuovi impianti alla torre del CNA di Bologna dove "abbiamo progettato e stiamo realizzando - afferma la direttrice generale di Bologna Costruisce - un impianto altamente innovativo e migliore anche dai più moderni canoni: un impianto a basso consumo che utilizza pavimenti, soffitti e controsoffitti ad alta tecnologia".

La ricetta vincente di Bologna Costruisce, tutta orientata all’eccellenza e all’eco-sostenibilità pienamente in linea con la green economy, è applicata sul territorio bolognese e, ultimamente anche emiliano. Ma già, grazie al carattere innovativo di Bologna Costruisce, sta già varcando i confini regionali...

Articolo del:


di Arch. Valeria Goldini

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse