La sfida digitale dentro/fuori il sistema produttivo scuola-azienda


Evoluzione delle pratiche formative scolastiche e aziendali per dissare un ponte di collegamento nella società italiana. Anni 1986 fino agli anni 2019
La sfida digitale dentro/fuori il sistema produttivo scuola-azienda

La sfida da saper vincere e la digitalizzazione del nostro sistema formativo scolastico-imprenditoriale-professionale

Sulla base del fenomeno epidemico, con il quale noi tutti ci siamo dovuti trovare ad confrontare, dentro il nostro schematizzato modo nel raggiugimento dei nostri obiettivi fissati abbiamo dovuto riscontrare delle peculiari particolarità che di fatto non ci hanno potuto far raggiungere i nostri obiettivi fissati. 

La riflessione deve muoversi in settori paralleli nei quali esisteva senza ombra di dubbio un fortissimo legame che troppo spesso abbiamo cercato di trascurare senza opportune riflessioni che ci avrebbero potuto consentire una riflessione maggiore per meglio poter controllare la situazione nella quale noi tutti, giorno per giorno, potevamo stizzicare il dibattito sociale per cercare di creare un confronto maggiormente significativo che potesse rappresentare in modo più completo e chiaro le diverse situazioni che stavamo vivendo.         

Il punto di partenza di questa nostra riflessione doveva essere in grado di saper inquadrare le caratteristiche professionali richieste nei diversi comparti sociali di cui noi tutti dobbiamo avere chiare le nostre idee per cercare di trovare quelle risposte che troppo spesso sono mancate anche a fronte di problematiche sociali che hanno rapito in maniera aggressiva la nostra libertà di pensiero distraendo da altre riflessioni che avrebbero potuto portare a meglio inquadrare la nostra situazione economico-sociale dei nostri giorni.                       

Con la pandemia scoppiata nel marzo del 2019 il sistema formativo sociale nei singoli comparti, ha dovuto concentrarsi a quanto di fatto stava avvendendo intorno a noi , non evidenziando subito quali avrebbero potuto essere i suoi effetti.                                               

Nel campo dell'istruzione secondaria di secondo grado abbiamo potuto trovare delle discordanze tra ciò che veniva indicato come la giusta strada da seguire e ciò che invece in maniera maggiormente convinta occorreva stimolare rispetto alla vera realtà che esisteva intorno a noi ma della quale noi stessi, alle prese delle nostre abituali attività sistemiche e comportamentali, ci distraevano da ciò che in effetti maggiormente sarebbe servito.               

La maggiore accellerazione dei mutamenti comportamentali, avevano segnato il nostro modo di pensare e di vedere sempre troppo vicino per essere pronti al vero cambiamento imposto dal sistema globale. Nel campo dell'istruzione secondaria e universitaria serviva dare delle maggiori agevolazioni per poter sentirsi coperti dalle impreviste e future situazioni nelle quali ci saremmo dovuti confrontare.                                                                                         

Nelle scuola si continuava ad applicare schemi e progetti oramai obsoleti dove in digitale alle porte ci stava cambiando lo scenario del prossimo futuro. I primi ad accorgersi di tale mutamento sono state le attività produttive che dovevano creare e riscoprire del nuovi e vecchi schemi fino ad allora applicati per garantirne la progressiva evoluzione comportamentale sociale e tecnologiaca con la quale dovevamo di lì a poco confrontarci.       

La scuola poco stimolata e reattiva ai futuri prospettici cambiamenti ha continuato a rimanere costante negli obiettivi da raggiugere per migliorare o conservare lo spazio che si era creato dentro lo stesso comparto dell'istruzione. Troppo spesso le richieste provenienti dal mercato del lavoro mal si conciliavano con quanto il sistema formativo nazionale era in grado di garantire, creando la necessità di avere nuove figure professionali che potevano rispondere a tali stimoli ricevuti.

Le stesse aziende hanno cercare di creare un loro piccolo vivaio dal quale poter pescare le nuove figure professionali mancanti in un sistema che essendo diventato maggiormante globale rosicchiava degli spazi prima liberi. Le stesse società mondiali operanti sia a livello nazionale che ancor di più internazionali hanno dovuto cambiare strategia di approccio del business creando anche le nuove strade da iniziare a percorrere.

Articolo del:


di Prof. Massimo Di Stefano

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse