Migranti fiscali disperatamente cercansi


I migranti che tutti vorrebbero: Italia terza in classifica mondiale per attrattività. Non tutti i migranti sono uguali di fronte al fisco
Migranti fiscali disperatamente cercansi
La congiura del silenzio poteva essere titolo migliore per quello che molti apprenderanno con stupore leggendo queste poche righe. Infatti, pur essendo una novità assoluta per quanto riguarda la normativa fiscale italiana, la stampa ha accuratamente e incredibilmente evitato di mettere in luce quanto previsto nell’ultima legge di bilancio con l’introduzione della flat tax di "soli" 100.000 euro/anno sui redditi esteri di persone di alto reddito che si trasferiranno in Italia. La norma "attira Paperoni" mira, in analogia a quanto già avveniva da tempo nel Regno Unito in Spagna e Portogallo, a rendere attraente la residenza italiana per vip o persone di alto reddito - i cosiddetti Hight Net Worth Individuals - purchè paganti le tasse in paesi stranieri da almeno 9 anni. Lo sconto fiscale è considerevole, tanto maggiore se l’adesione al regime agevolativo si estendesse anche a figli e coniuge del "migrante fiscale" che potranno pagare unicamente ulteriori 25.000 euro pro capite, garantendosi un rinnovo automatico fino a 15 anni. Solo a titolo di esempio: se il reddito da tassare fosse di 10 milioni di euro il milionario scegliendo di vivere in Italia potrebbe pagare solamente l’1% di tasse. Se allo sconto fiscale sopra richiamato aggiungiamo il fatto che la tassazione sulle rendite in Italia anche se recentemente ritoccata sempre al rialzo è tra le più basse al mondo (le aliquote sul capital gain variano tra il 12,5% ed il 26%) e l’imposta sulle successioni e donazioni nonostante i tanti proclami del politicamente corretto rimane almeno per ora tra le più benevole in assoluto (ma non diciamolo ad alta voce!), non stupisce il risultato incredibile pubblicato da una società di consulenza Nomad Capitalist che vede il Belpaese al terzo posto al mondo per attrattività per le persone benestanti. I criteri sui quali si basa il Nomad Passport Index, la ricerca dalla quale abbiamo estrapolato la classifica in esame, che nel 2017 ha preso in considerazione un paniere di 199 nazioni sono vari e non equipesati e precisamente: la possibilità di varcare la frontiera di paesi esteri senza necessità di visto sul passaporto, la fiscalità del paese ospitante, la percezione di benessere, sicurezza e felicità, la libertà economica, la possibilità di mantenere la doppia cittadinanza. Al primo posto troviamo la Svezia, seguita dal Belgio, da Italia e Spagna. Il Regno Unito è al sedicesimo, gli Stati Uniti sono al trentacinquesimo, penultima la Corea del Nord e ultimo l’Iran.

Carlo F.F. Galbiati- consulente finanziario- consulenzafinanziaria@carlogalbiati.it

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Finanza etica o etica nella finanza? Un Ossimoro?

Analisi ed approfondimento della finanza etica, delle sue caratteristiche distintive, dei suoi punti di forza e del perchè diventerà protagonista

Continua

Rialzo dei tassi e prospettive per l`investitore

Cosa aspettarsi e quali strategie porre in essere per cautelarsi dai rialzi dei tassi imminenti ad opera della Fed

Continua

Oroscopo finanziario

Tra scaramanzia ed economia, un po' di curiosità lieve non guasta ma la diversificazione di portafoglio è cosa seria

Continua

Guida al funzionamento dei PIR

Decollano finalmente anche in Italia i Piani Individuali di Risparmio

Continua

Ribilanciamento di portafoglio

Necessità di operare almeno periodicamente un sano ribilanciamento di portafoglio. Il difficile equilibrio tra prudenza e avidità

Continua

Bail out, bail in e burden sharing

Il telecomando che non usiamo: bail out, bail in e burden sharing. Conseguenze della perdita della sovranità bancaria per l'Italia

Continua

Finanza non fa rima con vacanza

Con le ferie alle porte occorre non dimenticarsi di monitorare periodicamente il proprio portafoglio, eventualmente chiedendo aiuto a professionisti

Continua

I buoni, brutti e cattivi della Finanza Mondiale

Una simpatica analisi dei protagonisti attuali dello scenario internazionale. Aspettative e reazione dei mercati finanziari

Continua

Alla ricerca del "beneficiario" perduto

Ivass aiuta i beneficiari a individuare l'esistenza di polizze vita caso morte in loro favore con il servizio di ricerca coperture assicurative

Continua

Finanza etica: un ossimoro?

In cosa consiste l'investimento Socialmente Responsabile e come si declina nelle sue differenti fattispecie. <br />Criteri ESG e stili di investimento

Continua

Resistere o cedere al canto delle Bitsirene?

Bitcoin e criptovalute: luci e ombre, opportunità e rischi per il piccolo risparmiatore

Continua

Previdenza o provvidenza?

Oroscopi finanziari, previsioni di inizio anno, umori, sensazioni o semplicemente analisi dei dati? <br />Il risparmiatore si concentri sul suo

Continua

Il segreto della ricchezza

Non esistono formule magiche o colpi di fortuna. Ci sono strumenti automatici di risparmio che possono aiutare le famiglie: sono i pac

Continua

PIC, PAC, FIP, PIP, PIR: lo slang finanziario

Gli acronimi della finanza più di moda in questo momento. Facciamo ordine e spieghiamo il significato del gergo finanziario ai non addetti ai lavori

Continua