Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Monitoraggio e ambienti interni


Oggi il comfort degli ambienti interni viene gestito dal monitoraggio, per un maggior controllo e regolazione del comfort interno
Monitoraggio e ambienti interni
Sistemi di registrazione dei Parametri
Datalogger è un sistema di registrazione dei parametri economico, compatto e si collega in Wi-fi-Centraline microclimatiche, sistema di registrazione e visualizzazione professionale, elevata precisione.IEQ monitor, sistema di registrazione che può essere collegato a smartphone.

Monitoraggio comfort termico
- determinazione degli indici PMV e PPD attraverso centraline microclimatiche
- rilevamento parametri temperatura, umidità relativa, velocità dell’aria con datalogger.
La determinazione degli indici PMV e PPD viene eseguita con strumentazione specifica riportata nella UNI EN ISO 7726; la norma stabilisce il campo di misura, la precisione, il tempo di risposta.

La temperatura dell’aria ha un campo di misura da 10° -30°C; la precisione richiesta è ±0.5°C. La temperatura media radiante ha un campo di misura da 10°C-0°C; la precisione richiesta è ±2°C desiderata ±0.2°C. Gli altri parametri sono specificati sempre nella norma UNI 7726.

Lo standard UNI 7726 prevede diversi punti di misurazione dei parametri, caviglie 0.1m livello addominale e testa per persone sedute ed in piedi.

La misurazione in ambienti ridotti può essere effettuata al centro del vano; negli uffici la misurazione deve avvenire nei pressi delle scrivanie; le misurazioni devono essere fatte a distanza di 60 cm dalle zone perimetrali.

Datalogger
Per rilevare le condizioni dell’edificio nello stato attuale si può ricorrere ai datalogger che misurano diversi parametri ad intervalli prestabiliti, permettono di rilevare temperatura, umidità relativa, intensità luminosa e molti altri, possono essere memorizzati e visualizzati tramite software, smartphone o visualizzarli nel datalogger.

Posizionamento datalogger
Alcuni datalogger hanno batterie interne, presentano maggiore autonomia nella loro collocazione, non devono essere mai collocati vicino a prese della corrente.

Il posizionamento negli uffici può avvenire:
- sui muri o appoggiati ad un tavolo
La variazione dell`altezza tra piano scrivania è di 2metri;
- lontani da fonti di calore e finestre;

Negli edifici residenziali:
- appendere i datalogger al muro, appoggiarli su mobili o librerie, l’altezza varia tra 0.5 e 2metri
Devono essere collocati lontani da fonti di calore (televisori,fornelli,radiatori).

Impostazione degli intervalli
Dipendono dalla memoria del dispositivo;
- lunghezza monitoraggio;
Per i monitoraggi lunghi sarà opportuno vedere l’andamento di un parametro quindi l’intervallo.
Negli ambienti interni un buon intervallo che dipende dalla memoria e qualità del datalogger è di 5 minuti.

Nel comportamento degli utenti come dato di analisi, l’intervallo di misura è di 1 minuto.
Intervalli di misura espressi in secondi danno una misura che si discosta da 1 minuto o da 5 minuti di intervallo, nell’illuminamento le azioni di spegnimento e accensioni avvengono in intervalli sotto al minuto.

Monitoraggio acustico
Lo standard UNI 11367 descrive la metodologia di calcolo per i requisiti acustici, la verifica riguarda gli elementi tecnici degli ambienti, facciate degli ambienti abitativi, nei sottotetti vanno valutate anche le falde, si dovrà misurare il potere fono isolante tra diverse U.I. anche tra parte abitative e parte comune; la determinazione del livello normalizzato a calpestio dovrà essere svolto dall’alto verso il basso (ambiente sottostante ricevente), tra ambienti adiacenti.
Le misure comprendono:
misure di potere fono isolante verticale tra solai di due unità diverse, misura del potere fono isolante orizzontale delle pareti tra due unità immobiliari, misura livello calpestio dall’alto verso il basso, (ambiente superiore emittente) e dal basso verso l’alto (ambiente inferiore emittente), misure livello calpestio tra ambienti adiacenti, misure del livello di funzionamento degli impianti.

Monitoraggio involucro edilizio
Il monitoraggio viene eseguito attraverso blower door test che permette la verifica di permeabilità all’aria dell’involucro; con il test si valuta il valore N50 [1/2] che rappresenta la permeabilità all’aria e quindi il tasso di ricambio orario del volume interno d’aria.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Riqualificazione Bioclimatica a Roma

Ci occupiamo di progetti di ristrutturazione di ville, casali e appartamenti

Continua

Quali vantaggi da un'abitazione in Balle di Paglia

Ci sono tante buone ragioni per preferire una Casa in Paglia ad una classica abitazione in acciaio e cemento armato: è innocua per l’uomo, antisismica

Continua

Progettare Abitazioni con l'utilizzo del BIM

Il settore edile si rivoluziona grazie ai nuovi software che permettono la definizione di disegni tecnici capaci di racchiudere in un unico progetto.

Continua

Costruire un'Abitazione Economica

Nell’immaginario collettivo, una casa economica in legno appare come una costruzione estremamente leggera e destinata a durare pochi anni.

Continua

Normativa nelle Case in Balle di Paglia

Le case di paglia sono costruzioni di bioedilizia dal basso impatto ambientale in grado di soddisfare esigenze abitative di vario tipo.

Continua

Monitorare gli Ambienti interni

Monitorare gli ambienti interni è uno dei temi centrali per la diminuzione dell'inquinamento indoor divenuta maggiore anche a quella outdoor.

Continua

Qualità dell'Ambiente interno

La qualità dell'aria nell'Ambiente interno è divenuta negli ultimi anni l'argomento principale per poter garantire un ambiente sano e duraturo.

Continua

Come scegliere un pavimento naturale

Per la scelta di un pavimento naturale ci sono alcune linee guida da seguire

Continua

Il BIM nel lavoro quotidiano

Il nostro Studio utilizza prettamente l’uso del BIM Allplan, questo fa si che possiamo essere molto più efficenti nella stesura di un progetto.

Continua

Regole tecniche degli Edifici in balle di Paglia

Riportiamo di seguito delle buone regole per la progettazione degli Edifici in Balle di Paglia, spunto per chi si avvicina a questo mondo.

Continua

E-commerce ed Ecodesign

Il mercato dell'ecommerce è in forte crescita in Italia, crediamo che il mercato del design e dell'ecodesign si sposterà notevolmente su questo canale

Continua

E-commerce ed Ecodesign

Il mercato dell'ecommerce in forte crescita in Italia.

Continua

Progettare un'abitazione con il BIM

I nuovi software permettono la definizione di disegni tecnici capaci di racchiudere i dati in un unico progetto

Continua

Costruire una casa economica

Nell’immaginario collettivo, una casa economica in legno appare come una costruzione estremamente leggera e destinata a durare pochi anni

Continua

Resilienza delle Case in Paglia

Crediamo che nel periodo in cui il Paese è sottoposto a forti pressioni ambientali, la resilienza sia importante nel fattore umano

Continua

La normativa nelle Case in Paglia

Le case di paglia sono costruzioni di bioedilizia dal basso impatto ambientale in grado di soddisfare esigenze abitative di vario tipo

Continua

La qualità dell'ambiente interno

Quattro componenti: comfort termico, qualità dell’aria interna, qualità acustica e comfort visivo determinano il livello di qualità degli ambienti

Continua

Pavimenti naturali

Per la scelta di un pavimento naturale bisogna conoscere alcune linee guida che indicano al committente la scelta giusta

Continua

Il BIM nel lavoro quotidiano

Nel lavoro tecnico di tutti gi giorni siamo sommersi dal lavoro, il BIM ci viene in aiuto velocizzando il flusso di lavoro e rendendoci più competitivi

Continua

BIM Metodi e Processi

Stiamo passando da un`era del disegno su carta ad un`era della digitalizzazione, sarà un processo importante che pian piano prenderà tutta la filiera

Continua