Non posso sbagliare. Perché l'errore mi fa paura?


Non posso sbagliare. Perché l'errore mi fa paura?
Il timore dell’errore è tra i temi che mi capita più frequentemente di trattare nel mio studio durante le sedute di psicoterapia.
Sono moltissime le persone che combattono una lotta quotidiana con questo nemico silente e minaccioso: l’errore, oltre che con l’ansia che spesso ne consegue. Ciò che sostiene questa lotta continua è l’idea non tanto degli esiti concreti e diretti dello sbagliare ma una rete di conseguenze legate all’idea di sé, al valore personale e all’opinione sociale; le persone cioè spesso si dicono: "sono un incapace, se sbaglio tutto andrà male, cosa penseranno di me se fallisco?..." il tutto in realtà riconduce ad un unico grande e basilare tema: "l'amabilità personale, cioè quanto l’individuo pensa di essere degno d’amore e cosa crede di dover fare per poterlo essere".
L’amabilità è ciò che ci muove, l’uomo ha quale scopo principale l’ottenere l’amore e il riconoscimento dall’altro, ciò è alla base della relazione primaria tra mamma e bimbo.
Capite quindi che se lo sbagliare viene vissuto come elemento che può compromettere il nostro valore personale ma soprattutto il nostro essere degni d’amore agli occhi dell’altro, allora si farà di tutto per evitare l’errore stesso.
La posta in palio è molto più alta di quanto pensiamo, non è più il dire la cosa più adatta alla situazione o il fare la cosa giusta nel giusto momento ma è fare o dire ciò che serve per essere amato e riconosciuto dall’altro.

Ma è proprio vero che possiamo essere amati solo a condizione di non sbagliare?

Ma è proprio vero che l’altro cerca questa perfezione in noi?

Articolo del:



L'autore è esperto in Consulenza psicologica
Dott.ssa Michela Lauro
Via Galileo Galilei 42
20900 - Monza (MB), Lombardia

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

CI SEPARIAMO! Come non far soffrire i nostri figli

Le frasi che mi sento dire più spesso dai miei clienti. Analisi semiseria di tutti i luoghi comuni...

Continua