Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Nuove imprese a tasso zero dal 19 maggio


"Nuove imprese a tasso zero" è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori
Nuove imprese a tasso zero dal 19 maggio

Nuove imprese a tasso zero

Dal 19 maggio è possibile presentare domanda per il finanziamento e il contributo concesso dalla misura Nuove Imprese a Tasso Zero, è l'incentivo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico che sostiene le micro e piccole imprese composte in prevalenza o totalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età. Finanzia le imprese con progetti di investimento che puntano a realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Le agevolazioni prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili da rimborsare in 10 anni.

Non ci sono graduatorie né scadenze, l’incentivo è a sportello e le domande sono esaminate in base all’ordine di arrivo. I piani di impresa devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e devono essere conclusi entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

Sono previste due linee di finanziamento con programmi di spesa e regime di aiuti diversi, a seconda che le imprese siano costituite da non più di 3 anni oppure da almeno 3 e non più di 5 anni

Per le imprese fino a 3 anni

Le imprese costituite da non più di 3 anni possono presentare progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o sviluppare attività esistenti nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. La copertura delle spese ammissibili può arrivare al 90% da rimborsare in 10 anni. Possono accedere ad un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto che non può superare il limite del 20% della spesa ammissibile.

Le imprese possono richiedere anche un contributo per la copertura delle esigenze di capitale circolante collegate alle spese per materie prime e servizi necessari allo svolgimento dell’attività d’impresa. Il contributo può arrivare fino al 20% delle spese di investimento.

Per le imprese tra i 3 e i 5 anni

Le imprese costituite da almeno 3 anni e da non più di 5 possono presentare progetti che prevedono spese per investimento fino a 3 milioni di euro per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare attività esistenti, nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo.

Le agevolazioni consistono nel mix di tasso zero e fondo perduto, che non può superare il limite del 15% della spesa ammissibile.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

IVA al 10% sui piatti pronti da asporto o consegna a domicilio

La Legge di Bilancio 2021 mette un punto sulla questione IVA ridotta al 10% per consegna a domicilio o asporto dei ristoranti

Continua

Modello Iva 2021, sospensione versamenti Iva causa Covid

E’ stato introdotto il nuovo rigo VA16, che deve essere compilato dai soggetti che non hanno effettuato nell’anno 2020, alle scadenze previste, i versamenti IVA

Continua

Start up e PMI innovative: bonus 50% per gli investimenti del 2020

Dal 1° marzo al 30 aprile 2021 le start up e le PMI innovative che nel corso del 2020 hanno ricevuto investimenti in capitale sociale devono presentare apposita istanza

Continua