Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Obbligazioni o azioni? Cosa sono e come funzionano


Obbligazioni e azioni: come funzionano? Quali differenze? Per investire i risparmi in sicurezza occorre conoscere le differenze tra i principali strumenti finanziari
Obbligazioni o azioni? Cosa sono e come funzionano

Tra gli strumenti finanziari e assicurativi più diffusi in Italia rientrano, senza dubbio, le obbligazioni. Cosa sono? Come funzionano? Facciamo chiarezza.


Come funzionano le obbligazioni?

Le obbligazioni (spesso chiamate con il loro nome inglese, bond) sono, in sintesi, titoli di debito per chi li emette e titoli di credito per chi le acquista.

In ambito finanziario, dunque, le obbligazioni sono titoli di debito, emessi da società o enti pubblici che, alla scadenza fissata, attribuiscono al possessore il diritto al rimborso dell’intero capitale prestato all’emittente, più un interesse sulla somma investita.

L’interesse è rappresentato dal rendimento, ovvero il profitto che l’acquirente ottiene dal titolo. Per il detentore, quindi, un titolo obbligazionario rappresenta un investimento sotto forma di strumento finanziario. Per l’emittente, il prestito obbligazionario costituisce, invece, una forma di reperimento di liquidità.

Facciamo un esempio. Tra le obbligazioni più popolari rientrano i titoli di Stato (i Bot o Btp), emessi dal ministero dell’Economia e delle Finanze per conto dello Stato con la finalità di coprire parte del debito pubblico.


Azioni o obbligazioni?

Che differenza c’è, dunque, tra azioni e obbligazioni?

Dal punto di vista dell’investitore, la finalità è la stessa: generare guadagno. I due strumenti finanziari, però, presentano caratteristiche diverse che implicano anche rischi differenti.

Le azioni, difatti, rappresentano una quota del capitale di una data società: acquistando azioni si diventa automaticamente soci della società emittente, con tutti i privilegi e i rischi che ne derivano. Al contrario, sottoscrivendo titoli obbligazionari non si diventa soci, ma creditori verso la società emittente.


Facciamo chiarezza

Altra differenza tra azioni e obbligazioni riguarda i guadagni e il diverso profilo di rischio tra i due investimenti finanziari.

Per gli azionisti la remunerazione deriva dai dividenti distribuiti al termine di ciascun esercizio. Le azioni, dunque, risultano strettamente connesse all’andamento economico e di business della società emittente.

Gli obbligazionisti, invece, hanno diritto a ricevere l’intero capitale prestato, maggiorato degli interessi maturati nel corso di vita del titolo obbligazionario.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Fare testamento: un tabù da sdoganare

In Italia il testamento viene utilizzato soltanto dal 5% delle persone. Eppure grazie al testamento si eviterebbero le liti tra gli eredi

Continua

Perchè fare testamento? Facciamo chiarezza...

Testamento: quale forma scegliere? Il nostro ordinamento giuridico prevede tre forme ordinarie di testamento, a cui si aggiungono i cosiddetti testamenti speciali

Continua

Come gestire il rischio degli investimenti

In ambito finanziario, ogni investimento implica un rischio. Bisogna farci i conti. Ciò che conta è sempre un'utile pianificazione finanziaria e patrimoniale

Continua

Come investire in maniera efficace? Meglio diversificare

Investire in un mercato composto da diversi titoli comporta un rischio minore rispetto al concentrare tutte le risorse disponibili in un solo titolo

Continua

Obbligazioni a tasso fisso o variabile: quale scegliere?

Serve una bussola oggi per navigare nei mercati obbligazionari? Conta la cedola? O meglio valutare solo il rendimento?

Continua

Investimenti e coronavirus: niente panico, la storia insegna!

Risparmi e gestione patrimoniale ai tempi del coronavirus? Evitiamo il panico e le soluzioni fai da te, meglio affidarsi a professionisti...

Continua

Mes, Eurobond, Coronabond: serve un piano di ripresa strutturale

Eurobond, Coronabond, Mes. Che fare? Interpellare la solidarietà europea per rispondere alla crisi del momento oppure intervenire sul fronte interno dei singoli Stati?

Continua

Investimenti, fase 2? Ripartire da meno rischio e finanza sostenibile

Post Covid-19: investimenti sostenibili e meno rischio. Inizia la fase 2 anche per gli investimenti. Non improvvisarsi trader dell'ultima ora ma affidarsi ad esperti

Continua

Effetto Covid: peggio del 2008? No, se riadattiamo modelli di business

Paragonare l’impatto economico legato al Covid allo shock del 2008 causato dalla crisi dei mutui subprime e seguito al crollo della Lehman Brothers? È inopportuno...

Continua