Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Passaggio generazionale e studi di settore


La delicata fase del passaggio generazionale non consente una acritica applicazione dei metodi predittivi del reddito, come ad esempio gli studi di settore
Passaggio generazionale e studi di settore

La fiscalità di massa e l'esplosione dei contribuenti da verificare ha portato il legislatore ad espandere ed estendere l'applicazione di metodologie automatiche di determinazione del reddito imponibile. Dai parametri, agli studi di settore agli ISA (Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale) per imprese e professionisti al redditometro od alla tassazione catastale per i privati.

Nell'Ordinanza n. 29470 del 2021 la Cassazione esamina l'applicabilità degli studi di settore ad un delicato caso inerente un'impresa proseguita dagli eredi dell'imprenditore defunto. Detti eredi, prima della scomparsa del padre, non operavano nell'impresa. L'Amministrazione finanziaria, si legge nell'Ordinanza, ha ritenuto applicabili gli esiti del software GERICO "sol perché la ditta era preesistente al subentro e perciò stesso in grado di procedere inerzialmente senza scosse".

La Corte ricorda che l'art.62 bis del d.l. 331 del 1993 pone come giustificazione dell'accertamento standardizzato il solo disallineamento dal parametro indicato dallo studio di settore, ma esige, a seguito del contraddittorio con il contribuente, un esame particolarmente attento delle sue controdeduzioni. Tra queste, vi erano il non prevedibile e improvviso passaggio generazionale che non consente una acritica applicazione dei metodi predittivi come gli Studi di Settore senza una previa analisi del caso concreto e delle circostanze di fatto.

La pronuncia è di rilievo in quanto ricorda i limiti intrinsechi delle metodologie accertative standardizzate o basate su algoritmi e regressioni; ben venga il loro utilizzo nella selezione delle fattispecie "anomale" da sottoporre a controllo ma (grande) attenzione a prender per certo l'esito di detti calcoli.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Leverage cash out: necessaria un analisi caso per caso

Recenti pronunce di merito e di legittimità sono spesso pro-Contribuente nei casi in cui questo riesca ad adeguatamente evidenziare valide ragioni extrafiscali

Continua

La rivalsa (sul cliente) della maggiore IVA accertata (al fornitore)

La maggiore IVA accertata, può essere recuperata mediante la rivalsa prevista dall'art. 60 del DPR 633/1972 in ossequio al principio di neutralità dell'IVA

Continua

Cedolare secca sugli affitti: profilo soggettivo del conduttore

Cedolare secca sugli affitti e inesistenza di (pretesi) requisiti soggettivi in capo al conduttore

Continua

Processo tributario e divieto di prova testimoniale

Il divieto di prova testimoniale non viene violato in caso di utilizzo da parte dell'Amministrazione finanziaria di "dichiarazioni di terzi".

Continua

Amministratori di fatto: responsabilità fiscali

Amministratori di fatto di società o associazioni: esame delle responsabilità in ordine alle sanzioni tributarie

Continua

Ricerca e sviluppo: ammesse al credito anche modifiche e migliorie

Sono ammissibili e agevolabili ai sensi dell'art. 3 del d.l. n. 145 del 2013 (Credito di imposta Ricerca e Sviluppo) le modifiche e/o migliorie dell'esistente

Continua

Valore probatorio dei messaggi istantanei nell'accertamento tributario

Esame del valore probatorio degli instant messaging system (iMessage e WhatsApp) nell'accertamento tributario alla luce di una recente pronuncia di merito

Continua

Omessa consegna di documenti: limiti e controlimiti all'inutilizzabilità

L'inutilizzabilità, in sede contenziosa, dei documenti non esibiti nelle fasi di accesso, ispezione e verifica, viene chiarito da una pronuncia della Cassazione

Continua

Accertamento: il confine tra induttivo puro e analitico induttivo

Esame del confine tra accertamento "induttivo puro" e accertamento "analitico-induttivo": i requisiti che consentono di non dare rilievo alle scritture contabili

Continua

Sale and lease back: natura del contratto e riflessi IVA

Parliamo di sale and lease back: natura del contratto e riflessi IVA

Continua

Plusvalenze PEX e fase di start up aziendale

È applicabile il regime PEX (Partecipation exemption) ex art. 87 Tuir anche nel caso di cessione di una partecipazione in società commerciale in fase di start up

Continua

Accertamento anticipato: illegittimità dell'atto impositivo, salvo urgenza

Accertamento anticipato: l'avviso di accertamento preceduto da processo verbale di constatazione non può essere emesso prima dei 60 giorni, salvo urgenza

Continua