Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Polizze Vita: cosa davvero ha deciso la Cassazione


L'ordinanza della Cassazione n.10333/2018 segna davvero un punto di svolta per il mondo delle Polizze Vita?
Polizze Vita: cosa davvero ha deciso la Cassazione
La Corte di Cassazione (Civile Ord. Sez. 3 - Presidente: Vivaldi Roberta), con l’ordinanza n. 10333/2018, non tocca affatto i punti relativi alla valenza della polizza ai fini successori, né quelli riconnessi alla impignorabilità ed insequestrabilità delle somme conferite nel premio assicurativo ai sensi dell'art. 1923 c.c, ma si è formalmente espressa sull’applicazione del regolamento Consob n. 11522 riguardo il comportamento degli intermediari finanziari. In particolare, riguardo una polizza che nel 2006 un cliente aveva sottoscritto tramite una società fiduciaria.

La Corte d'Appello aveva deciso che: "...mancando la garanzia della conservazione del capitale alla scadenza e dunque la natura assicurativa del prodotto, il prodotto oggetto dell’intermediazione doveva essere considerato un vero e proprio investimento finanziario", pertanto ricadeva nell'ambito di applicazione delle norme del TUF, con tutti i conseguenti obblighi informativi del caso.
La Cassazione ha confermato quanto aveva disposto la Corte d'Appello, dando torto all’impresa di assicurazione, riconoscendo la nullità del contratto richiesta dai ricorrenti.
Inoltre: <<..La proposta di polizza prevedeva l’investimento del premio in un paniere composto da quote di fondi comuni d’investimento, azioni, nonché obbligazioni e liquidità nella misura almeno del 75%, mentre Lombard nella suddetta comunicazione aveva richiamato un unico investimento, effettuato, come emerso successivamente, in titoli Lehman Brothers...>>, quindi, così come scritto nell'ordinanza, non rispecchiava il profilo di rischio in capo al fiduciante nè gli obblighi di adeguatezza e concetrazione.
Nello specifico, la Cassazione nel descrivere tutta la vicenda, ha richiamato alcune proprie decisioni passate, dove, così come nel caso di specie, confermava che la polizza sulla vita è quella in cui il rischio sulla vita è assunto dall’assicuratore, mentre sono polizze a contenuto finanziario quando il rischio insiste per intero in capo all’assicurato. Quindi, nulla di nuovo che già non si sapesse.
Nel caso in specie, la Cassazione ha inoltre confermato, così come giudicato dalla Corte d'Appello quando aveva deciso che il contratto fosse nullo in forza della violazione degli obblighi informativi, che col termine investitore deve intendersi il cliente/fiduciante e non la fiduciaria, e dunque che gli obblighi informativi, di valutazione dell'adeguatezza ed altri, devono essere assunti verso il primo e non verso la seconda.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Pianificare ed investire con successo

Non basta semplicemente investire, ma bisogna pianificare per raggiungere con successo i propri obiettivi di vita

Continua

Novità per i fondi pensione

In caso di perdita di lavoro, anche le posizioni ad adesione individuale potranno richiedere il riscatto integrale in capitale

Continua

Come e dove investire nel 2018

Affidarsi totalmente alle previsioni o alla sfera di cristallo non è la cosa giusta

Continua

Una strategia per investire con buon senso: il PAC

Come investire con meno rischio, eliminando la paura di sbagliare la tempistica

Continua

Come scegliere il proprio consulente finanziario

La nuova figura del professionista ed il suo ruolo per le famiglie e gli investitori

Continua

Tre regole per la sicurezza finanziaria

Mercati incerti, tassi negativi e crisi bancarie: piccole regole per difendersi

Continua

Aumento tassi: le conseguenze per le obbligazioni.

Cosa accade alle nostre obbligazioni se aumentano i tassi di interesse?

Continua

Gestire la liquidità: come evitare l’erosione del capitale

Il denaro che non serve per le spese ordinarie bisogna utilizzarlo per perseguire obiettivi futuri

Continua

Punti di forza e di debolezza delle Polizze Vita

Cosa sapere prima di sottoscrivere una prodotto assicurativo di tipo finanziario

Continua

Investimenti in fondi e Italexit: conseguenze?

Cosa accadrebbe ai miei investimenti in fondi in caso di uscita dell’Italia dall'Euro?

Continua

Una strategia per investire con buon senso: il PAC

Investire con successo riducendo il rischio e tenendo a bada le emozioni

Continua

HOME BIAS: uno tra gli errori più comuni degli investitori.

Perché ci affezioniamo, sbagliando, ai titoli del nostro Paese

Continua

Perché conviene iscriversi ad un Fondo Pensione il prima possibile

Iscriversi ad Fondo Pensione il prima possibile porta un grosso vantaggio fiscale

Continua

Se perdo il lavoro posso riscattare il mio Fondo Pensione?

Cosa cambia con l'approvazione della Legge sulla Concorrenza del 29 Agosto 2017

Continua

Investire per obiettivi

Il metodo della contabilità mentale per obiettivi può aiutare ad investire con successo

Continua

Una strategia per investire sui massimi di mercato

Se il mercato azionario è ai massimi storici, in che modo posso investire riducendo il rischio di acquistare sul picco di prezzo più alto?

Continua