Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Prescrizione della cartella esattoriale


Sentenza della Corte di Cassazione Sezioni Unite n. 758/2017
Prescrizione della cartella esattoriale

Con la sentenza in esame gli Ermellini hanno sancito il Principio della non irretrattabilità della cartella esattoriale.

Secondo qunato stabilito dalla Corte, la cartella seppur non impugnata non diventa definitiva, ma è soggetta ad un termine di prescrizione.

Il termine di prescrizione a cui sono sottoposte le pretese tributarie è quello BREVE QUINQUENNALE e non quello lungo di 10 anni.

Si applica il termine ordinario decennale solo nel caso in cui il contribuente abbia impugnato la cartella; in tutti gli altri casi, il diritto dell'Agenzia della riscossione si prescrive in 5 anni, salvo ovviamente l'avvenuta interruzione mediante la messa in mora o la messa in atto di atti di esecuzione.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Notifica inesistente. Appello accolto

Nulla la notifica se non vi è la prova dell'invio della seconda raccomandata

Continua

Cartella notificata dalle poste private: nullità

Sentenza n. 1302 2016 del Tribunale di RIMINI

Continua

Notifica telematica di sentenza

Corte di Cassazione, sentenza 24292 2017 SEZ. III

Continua

Riforma del fallimento

Lavori in corso per la riforma fallimentare

Continua

Fisco e accertamenti bancari

Accertamenti bancari, presunzione legale di maggior reddito per i prelievi bancari

Continua

Azione di accertamento negativo

Azione di accertamento negativo e ripartizione dell'onere probatorio

Continua

Risoluzione del contratto per inadempimento

Sentenza della Cassazione SEZ. II n. 15993 /2018

Continua