Prestiti per protestati


La cessione del quinto offre una soluzione per ottenere credito
Prestiti per protestati

La cessione del quinto, infatti, è un prestito personale a tasso fisso, non finalizzato, rivolto a dipendenti pubblici e privati e ai pensionati, che può essere concesso anche se si è stati segnalati come cattivi pagatori o protestati.
Per coprire il debito, ogni mese viene trattenuta dalla busta paga del lavoratore dipendente o dal cedolino della pensione una quota che non può eccedere un quinto dello stipendio o della pensione, ossia il 20%. In particolare, per quanto concerne i lavoratori dipendenti, la cessione del quinto è garantita dalla stabilità del reddito per i dipendenti pubblici, e dal TFR per i dipendenti di aziende private. Lo stesso accade per i pensionati, per i quali l’operazione è garantita dal cedolino della pensione.
Una volta verificata la presenza dei requisiti di ammissione sia del richiedente che del datore di lavoro (in caso di lavoratori ancora in attività), tali garanzie rendono sicuro il finanziamento per l’ente erogatore indipendentemente dalla storia creditizia del cliente.
Inoltre, la solvibilità del debito è garantita da una doppia polizza assicurativa obbligatoria, vita e impiego, a copertura del prestito, che rappresenta un’ulteriore tutela in caso di morte o licenziamento del cliente.

Per approfondire l'argomento visiti il sito di Prestiti My Credit, Agenzia Credem Banca, all'indirizzo: https://www.prestitimycredit.it/prestiti-per-protestati/

Articolo del:


di PRESTITI MY CREDIT

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse