Programma di sviluppo rurale Sardegna 2014-2020


I nuovi bandi relativi alle misure 6.2. e 6.4 del PSR prevedono azioni a supporto dell’imprenditorialità per l’innovazione economica nelle aree rurali
Programma di sviluppo rurale Sardegna 2014-2020
Nello specifico la sottomisura 6.2 "Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali" sostiene con un aiuto forfettario la nascita di micro e piccole imprese (singole o associate) che hanno come oggetto della propria attività lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi nell’ambito dei settori di diversificazione chiave ed emergenti dell’economia rurale nelle aree rurali della Sardegna (aree B, C e D).
Non possono presentare domanda di sostegno gli imprenditori che esercitano una attività economica, in forma singola o associata, alla data di pubblicazione del presente bando.
L’aiuto è concesso previa presentazione e approvazione di un piano aziendale, che descriva in modo accurato i servizi o i prodotti innovativi che si intendono offrire, le tappe e gli obiettivi previsti per l’avviamento della nuova micro o piccola impresa, nonché gli investimenti materiali e immateriali e i costi di gestione necessari alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo aziendale per i quali il beneficiario richiede un sostegno finanziario.
Su un fondo di dotazione complessivo di dieci milioni di euro, le imprese beneficiarie usufruiranno di un contributo forfettario di € 50.000,00.
Il sostegno è concesso per l’avvio di attività ricadenti in uno o più dei seguenti settori di diversificazione:
· Bioeconomia: attività produttive ed economiche basate sull’utilizzazione sostenibile di risorse naturali rinnovabili e sulla loro trasformazione in beni e servizi finali o intermedi.
· Ambiente e green economy: attività produttive ed economiche basate sull'utilizzo e valorizzazione dei prodotti forestali, attività di riuso, riduzione degli sprechi e dei consumi energetici e per il riciclo di materiali e prodotti non agricoli.
· Riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio: iniziative volte a creare nuovi
modelli di business e servizi per ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici.
Sono quindi compresi:
- servizi alle imprese e alla collettività per la gestione sostenibile del ciclo dell'acqua, del suolo, della qualità dell'aria, della fauna e della flora;
- nuove attività economiche che ampliano le possibilità di fruizione delle aree rurali, con approcci caratterizzati da creatività e innovazione atti a valorizzare la cultura del territorio.
· Creatività, cultura e turismo rurale: attività e servizi innovativi di impresa nell’ambito della creatività, della promozione culturale e turistica nei contesti rurali regionali.
· Enable local community: condivisione delle conoscenze tradizionali per migliorare le relazioni a livello di comunità locale.
· Artigianato innovativo: attività artigianali finalizzate ad innovare usi, materiali e prodotti, con il contributo significativo di attività di design, creatività e/o nuovi strumenti informatici.
· Servizi TIC: sviluppo di software e servizi digitali in grado di migliorare l’utilizzo delle TIC nelle imprese e nelle famiglie rurali.
· Servizi sociali ad alta sostenibilità economica: attività di servizio volte a facilitare l’accesso ai diritti universali e alla salute nelle aree rurali.
La presente sottomisura non può finanziare, in nessun caso, attività di produzione agricola e forestale.
c) Condizioni di ammissibilità relative alla domanda
La concessione del sostegno è subordinata alla presentazione di un apposito Piano Aziendale.
L’attuazione del Piano Aziendale deve iniziare entro nove mesi dalla data di concessione dell’aiuto e si deve concludere entro quattro anni dalla stessa data.
La data d’inizio dell’attuazione del piano aziendale coincide con la data d’inizio dell’attività indicata nella Comunicazione Unica d’Impresa presentata al Registro delle Imprese.
La data di completamento del Piano Aziendale coincide con la data di presentazione della domanda di pagamento del saldo dell’aiuto.
La presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire nel periodo compreso tra le ore 10,00 del 14 settembre e il 27 ottobre 2017.
Le domande presentate oltre i termini saranno considerate irricevibili.
La domanda di sostegno deve essere compilata conformemente al modello presente nel portale SIAN e trasmessa per via telematica utilizzando il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN).

Articolo del:


di Dr Ernesto Sotgiu

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse