Psicologia dei colori


Quanto ci posso influenzare i colori nella nostra abitazione
Psicologia dei colori
Il colore è uno degli elementi fondamentali che determinano comportamenti e stati d'animo, relazionati con l'ambiente che ci circonda...Ad esempio, quando apriamo il nostro guardaroba vediamo subito i toni consueti, ci sono dei colori che non compreremmo mai e che se anche finissero nel nostro armadio per un regalo, non riusciremmo ad indossarli e rimarrebbero lì fino all’eliminazione. Ci sentiremmo a disagio indipendentemente dal fatto che ci stiano bene o male, mentre altri, che portiamo sempre, ci rassicurano e ci contraddistinguono.

L’ uso dei colori nell'arredamento ha la stessa importanza e l'influenza che hanno su di noi diventa particolarmente chiara se pensate che trascorriamo, in media, due terzi della nostra esistenza in ambienti chiusi.

Ecco alcuni consigli:
nell'ingresso è bene non ricorrere a colori troppo scuri, salvo non voler creare un effetto "scatola" valorizzata con una giusta illuminazione e creare un effetto teatrale.

In cucina sono indicati il bianco o i colori naturali, che mettono in evidenza l'igiene del locale.

Nella zona living sarebbe bene optare per una base tenue, le tonalità di colore per arredi e complementi possono essere anche molto calde, ma non troppo accentuate.

In camera da letto, pareti e soffitto, nelle tonalità delle carta da zucchero, risultano sempre rilassanti; il blu, magari con un tocco di viola, può essere utile per chi soffre d’insonnia.
Sono da evitare i gialli ed i rossi, in quanto colori eccitanti.

Le camere dei bambini dovrebbero invece avere delle tinte vivaci, accostate con armonia tra loro: giallo, arancio, verde e rosa. Anche in questo caso da evitare il rosso se il bambino tende a dormire poco.

Per lo studio impieghiamo toni come il bianco e il giallo (non troppo vivvace), che alimentano concentrazione e fantasia, per le persone ansiose o irritabili invece, sono piu’ consigliati i verdi e gli azzurri.

Nel bagno, il bianco dà luminosita’ e ingrandisce (in quanto non sempre i bagni sono così ampi) e crea una sensazione di pulizia, il verde e l'azzurro richiamano le tonalità dell'acqua e sono rilassanti. Da evitare il grigio scuro e il marrone, associabili a sensazioni di poca igiene, così come il rosso.
Seguendo questi piccoli accorgimenti possiamo migliorare in modo sensibile il benessere all' interno della nostra abitazione.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Ravvedimento operoso: nuovi chiarimenti dall’AdE

Pubblicata la circolare 42/E in merito al ravvedimento operoso e alla regolarizzazione delle dichiarazioni con errori o presentate in ritardo

Continua

Perche' scegliere un progettista professionista

Il progettista professionista riesce a realizzare un progetto estetico-funzionale praticabile e pratico

Continua