Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Punti di forza e di debolezza delle Polizze Vita


Cosa sapere prima di sottoscrivere una prodotto assicurativo di tipo finanziario
Punti di forza e di debolezza delle Polizze Vita
Non esiste uno strumento o prodotto finanziario migliore di un altro a priori o valido per tutte le stagioni. Ciò che può essere utile per un risparmiatore, può non esserlo per un altro.
In molti "demonizzano" i prodotti assicurativi di tipo finanziario perchè sono rimasti insoddisfatti del beneficio ottenuto. Molto probabilmente il motivo è a monte: è stata sottoscritto un prodotto senza che il contraente avesse, o fosse consapevole di avere, una ben precisa esigenza da soddisfare.

Quando abbiamo bisogno di un prodotto finanziario assicurativo? In quali fasi del nostro ciclo di vita? Quale esigenza andremmo a coprire? In che misura?

A queste domande potremmo più facilmente dare una risposta se conoscessimo o ci venissero descritti almeno gli obiettivi e le caratteristische principali di questi prodotti, in particolare delle Polizze Vita che sono quelle più comunemente sottoscritte.

"Le Polizze Ramo Vita prevedono l'obbligo per l’assicuratore di versare a uno o più beneficiari, indicati nel contratto di assicurazione, un capitale o una rendita qualora si verifichi un evento attinente la vita dell'assicurato o del contraente (le due figure spesso coincidono) come morte o invalidità. Sono forme di risparmio il cui obiettivo principale è la tutela dell’assicurato e dei suoi familiari contro eventi legati alla non conoscenza della durata della vita umana, che mettono a rischio il patrimonio o la fonte di reddito di un gruppo di persone/famiglia."

Tra esse abbiamo le classiche Temporanee Caso Morte, le Gestioni Separate, le polizze collegate a fondi comuni d'investimento e/o indici di mercato (unit linked e index linked) e prodotti vita per la previdenza complementare (PIP).
Detto ciò, vediamo i punti di forza e di debolezza delle Polizze Vita, in relazione anche all'attuale legislazione.

Punti di forza:
- protezione del capitale umano (i propri cari o la propria famiglia) ed, in alcuni casi, anche economico da determinati rischi attinenti la vita umana.
- esenzione o differimento della tassazione su capitale rimborsato, capital gain e delle imposte di bollo.
- esenzione da imposte di successione e da attivo patrimoniale (utile strumento di pianificazione successoria anche fuori da asse ereditario).
- impignorabilità ed insequestrabilità nei termini di legge delle somme impiegate.
- compensazione fiscale tra plusvalenze e minusvalenze ove esistenti.

Punti di debolezza:
- Costi di sottoscrizione e gestione mediamente più alti rispetto a prodotti e strumenti finanziari di tipo non assicurativo, a causa proprio dell'incidenza della componente assicurativa.
- Possibile presenza di penali in caso di riscatto anticipato.
- Questi prodotti, tranne rare eccezioni, non sono adatti ad orizzonti temporali di breve periodo, anche nel caso in cui il contraente abbia un profilo rischio/rendimento di tipo "cauto".

La libertà deriva dalla consapevolezza, la consapevolezza deriva dalla conoscenza, la conoscenza deriva dall'informazione, dallo studio e dalla lettura senza pregiudizi. (dal libro "Il lato oscuro della luna").

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Pianificare ed investire con successo

Non basta semplicemente investire, ma bisogna pianificare per raggiungere con successo i propri obiettivi di vita

Continua

Novità per i fondi pensione

In caso di perdita di lavoro, anche le posizioni ad adesione individuale potranno richiedere il riscatto integrale in capitale

Continua

Come e dove investire nel 2018

Affidarsi totalmente alle previsioni o alla sfera di cristallo non è la cosa giusta

Continua

Una strategia per investire con buon senso: il PAC

Come investire con meno rischio, eliminando la paura di sbagliare la tempistica

Continua

Come scegliere il proprio consulente finanziario

La nuova figura del professionista ed il suo ruolo per le famiglie e gli investitori

Continua

Tre regole per la sicurezza finanziaria

Mercati incerti, tassi negativi e crisi bancarie: piccole regole per difendersi

Continua

Aumento tassi: le conseguenze per le obbligazioni.

Cosa accade alle nostre obbligazioni se aumentano i tassi di interesse?

Continua

Gestire la liquidità: come evitare l’erosione del capitale

Il denaro che non serve per le spese ordinarie bisogna utilizzarlo per perseguire obiettivi futuri

Continua

Polizze Vita: cosa davvero ha deciso la Cassazione

L'ordinanza della Cassazione n.10333/2018 segna davvero un punto di svolta per il mondo delle Polizze Vita?

Continua

Investimenti in fondi e Italexit: conseguenze?

Cosa accadrebbe ai miei investimenti in fondi in caso di uscita dell’Italia dall'Euro?

Continua

Una strategia per investire con buon senso: il PAC

Investire con successo riducendo il rischio e tenendo a bada le emozioni

Continua

HOME BIAS: uno tra gli errori più comuni degli investitori.

Perché ci affezioniamo, sbagliando, ai titoli del nostro Paese

Continua

Perché conviene iscriversi ad un Fondo Pensione il prima possibile

Iscriversi ad Fondo Pensione il prima possibile porta un grosso vantaggio fiscale

Continua

Se perdo il lavoro posso riscattare il mio Fondo Pensione?

Cosa cambia con l'approvazione della Legge sulla Concorrenza del 29 Agosto 2017

Continua

Investire per obiettivi

Il metodo della contabilità mentale per obiettivi può aiutare ad investire con successo

Continua

Una strategia per investire sui massimi di mercato

Se il mercato azionario è ai massimi storici, in che modo posso investire riducendo il rischio di acquistare sul picco di prezzo più alto?

Continua