Regole e bambini


Consigli su come spiegare le regole e farle rispettare ai propri figli
Regole e bambini
Ecco alcuni consigli per trasformare le regole da occasioni di conflitto a strumento per una crescita armonica:
1 - dare poche regole ma chiare;
2 - stabilire le regole in anticipo. Per esempio, se non si sale sul divano con le scarpe, il bambino deve saperlo prima di sedercisi;
3 - le regole devono essere concrete e specifiche, non generali ed astratte, in modo che il bambino sappia con chiarezza cosa può e non può fare e non si confonda. Ad esempio, la regola "sii buono con la sorellina" è poco comprensibile per un bambino; meglio declinarla in una serie di comportamenti più concreti: lascia che giochi con te, ascoltala quando ti parla, etc.
4 - le regole devono essere espresse in positivo, non in negativo. Ad esempio, "cammina lentamente" è meglio di "non correre", perchè quest’ultimo attiva il comportamento proibito, piuttosto che quello richiesto;
5 - spiegare le regole: se il bambino ne comprende il senso, le rispetterà più facilmente;
6 - applicare le regole in modo costante. Ad esempio, se è proibito guardare la tv dopo cena, questo deve valere sempre, altrimenti la regola viene svuotata di valore; ciò non significa essere rigidi, piuttosto le eccezioni sono ammesse ma vanno spiegate al pari della regola di base (es. "oggi è il tuo compleanno, quindi in via straordinaria puoi guardare la tv");
7 - essere coerenti: non possiamo pretendere dai bambini comportamenti che noi per primi non mettiamo in atto, quindi se, ad esempio, sono proibite le parolacce, tratteniamoci dal dirle noi per primi davanti a loro;
8 - essere flessibili: le regole non possono restare immutate perchè il bimbo stesso muta e cresce, modificando le proprie esigenze e possibilità. È importante essere disponibili a rinegoziare le regole, man mano che il figlio cresce, e ad ascoltare le richieste del bambino;
9 - quando si stabilisce una regola, stabilire anche le conseguenze in caso di mancato rispetto della stessa.

Ed ecco alcuni consigli su cosa fare quando un bambino non rispetta una regola:
1 - spiegare in anticipo cosa succederà se non rispetta la regola;
2 - mettere in atto subito la conseguenza, altrimenti il collegamento tra comportamento proibito e conseguenza perde di forza;
3 - stabilire conseguenze che abbiano un nesso con il comportamento proibito e che siano, nei limiti del possibile riparatorie piuttosto che punitive. Ad esempio, se il bambino ha rotto un disegno al fratellino, lo aiuterà a farne un altro;
4 - prevedere conseguenze non troppo lunghe: è il nesso tra comportamento proibito e conseguenza e non la durata della conseguenza a servire da rinforzo.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Attacco di panico

Che cos`è l'attacco di panico e come riconoscerlo

Continua

EMDR e trauma

Come funziona la tecnica dell'EMDR e perchè è così efficace con i disturbi legati a ricordi traumatici?

Continua

I disturbi del comportamento alimentare

I campanelli d'allarme da non trascurare

Continua

Binge-eating

Che cos'è il disturbo da alimentazione incontrollata

Continua

Il disturbo d'ansia

Come riconoscere un disturbo d'ansia

Continua

I sintomi del disturbo d'ansia

Come riconoscere i disturbi d'ansia dai sintomi

Continua

Perchè l'ansia?

Le cause principali dei disturbi d'ansia

Continua

Come curare un disturbo d'ansia

Le terapie più efficaci contro l'ansia

Continua

I disturbi legati all'ansia

Riconoscere i diversi disturbi della sfera ansiosa

Continua

I disturbi specifici dell'apprendimento - DSA

Che cosa sono e quali caratteristiche hanno di DSA

Continua

Quanti sono i DSA

Classificazione dei Disturbi Specifici dell'Apprendimento

Continua