Rendimenti attesi, rischi inattesi


Qual è il costo del tuo investimento e come valutare le proposte di consulenza
Rendimenti attesi, rischi inattesi
Immagina di cambiare vettura e anche tu, come molti, non hai nemmeno preso in considerazione di leggere le istruzioni. Anche se ci sono sempre un paio di cose importanti nelle istruzioni. Una delle segnalazioni importanti scritte nelle istruzioni della tua nuova automobile è l'avviso di non farti ingannare dalla sensazione di sicurezza e tranquillità perché la vettura, nonostante questo estremo comfort, può raggiungere velocità considerevoli.
Bene; ora che ti stai dirigendo in vacanza con la tua compagna o verso la scuola con tuo figlio ti sembra di essere praticamente fermo ma invece stai correndo ad alta velocità. Finché non sbatti tutto bene. Ma tutto può succedere proprio perché la velocità è troppo alta, molto maggiore di quella che immagini.
Questa è la situazione più probabile tra i risparmiatori italiani.
Credono di essere prudenti ma fanno scelte rischiose.
Si sentono sicuri mentre il loro comportamento è a rischio e quando vanno a sbattere la responsabilità è degli intermediari (che nella maggior parte dei casi sono macroscopiche e poco sanzionate) ma quanto ha contribuito la loro pigrizia ad informarsi e ad acquisire conoscenze sul mercato finanziario? Sei anche tu un risparmiatore dal profilo di rischio variabile? Disposto ad investire in Borsa, a patto però che salga!
Tutto questo nonostante il fattore rischio sia molto presente nei risparmiatori italiani. Un sondaggio di IPR Marketing per PLUS24 ha evidenziato che il 54% del campione dichiara che la scelta dello strumento finanziario dipende dai rischi di perdite che ci sono.
La situazione di incertezza attuale con politiche monetarie mai sperimentate può aumentare il rischio percepito e in particolare questo avviene in una situazione in cui manifestiamo paura. Ancora una volta è la stessa emozione che ha spinto la nostra evoluzione millenaria a comandare anche le nostre scelte anche di investimento.
Con l'intento di agevolare e migliorare le nostre scelte i legislatori con la Mifid e Mifid 2 hanno cercato di proteggerci e spronare gli intermediari spingendoli verso un sistema di consulenza spostando con l’accento sulla continuità del servizio e non esclusivamente sulla scelta del prodotto.
Ma da dove veramente misurare la consulenza se non dalla profilatura iniziale? Prudente, cauto, bilanciato o dinamico possono essere interpretazioni soggettive molto diverse tra te ed il tuo consulente.
L’elemento cruciale della consulenza sta nella metodologia utilizzata, in primis, per definire il profilo del cliente, poi, nell'individuare le soluzioni di investimento più probabili che gli consentano di perseguire gli obiettivi pianificati.
E’ consulenza un rapporto dove non vengono fissate le soglie di flessione o le proposte legate ai soliti prodotti di casa, alle spinte commerciali del momento?
Proposte valide ed in quanto tali personalizzabili possono essere rivolte a tutte le tasche e capitali.
Ciò che inevitabilmente cambierà sarà il mix di prodotti/strumenti utilizzati: specialistici per patrimoni importanti, generalistici per investimenti di dimensioni inferiori.
Tutto infine condito dalla chiarezza che solo gli scenari probabilistici possono fornire come previsto, anche sulle obbligazioni subordinate, da Consob fino al 2011 ma purtroppo non ritenuti più necessari!?!?!?

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Obiettivo sicurezza!

Quali sono i rischi “nascosti” delle obbligazioni

Continua

Investimenti finanziari, quali rischi corri?

A grandi rendimenti corrispondono grandi rischi, ma è possibile individuarli e classificarli…per poter scegliere!

Continua

Fondi a cedola, ne vale la pena?

E’ essenziale verificare se sia o meno previsto nel prospetto la possibilità di distribuire anche cedole non maturate

Continua

Goldilocks, riccioli d'oro

Cosa fare per gestire al meglio i frutti del nostro lavoro in modo da raggiungere i nostri obiettivi di serenità e sicurezza per la nostra famiglia?

Continua

Attivi o passivi?

Come è meglio strutturare il proprio investimento? E’ meglio scegliere i fondi passivi o gli attivi?

Continua

Si riaffaccia il timore “spread”

Come mai stiamo rivivendo quelle difficoltà e, soprattutto, abbiamo imparato dai nostri errori?

Continua