Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Riforma fiscale


In questo articolo parliamo di riforma fiscale
Riforma fiscale

Parliamo di riforma fiscale

Novità riguardanti la Legge delega al Governo per la riforma fiscale con revisione IRPEF, semplificazione IRES, superamento IRAP, riformulazione catasto, IVA

Il 5 ottobre 2021, il Consiglio dei Ministri n 39 ha approvato la legge delega per la riforma del sistema fiscale per ridurre il cuneo fiscale, semplificare l'IRES, abbandonare l'IRAP, revisionare le addizionali e riorganizzare in 5 anni in sistema del catasto. 

Per l'esercizio della delega ci vorranno 18 mesi, si formerà una commissione che lavorerà presso il MEF.

La riforma è tra le azioni chiave individuate nel PNRR per dare risposta alle debolezze strutturali del Paese e in tal senso costituisce parte integrante della ripresa che si intende innescare anche grazie alle risorse europee.

Gli obiettivi fondamentali della delega al Governo per la revisione del sistema fiscale sono tre: 

  • la crescita dell’economia, attraverso l’aumento dell’efficienza della struttura delle imposte e la riduzione del carico fiscale sui redditi derivanti dall’impiego dei fattori di produzione; 

  • la razionalizzazione e semplificazione del sistema tributario, preservandone la progressività, da attuarsi anche attraverso, la riduzione degli adempimenti a carico dei contribuenti e l’eliminazione dei c.d. “micro-tributi” con gettito trascurabile per l’Erario; 

  • la riduzione dell’evasione ed elusione fiscale. 

Revisione IRPEF

Si prevede il riordino delle deduzioni e delle detrazioni irpef, tenendo conto della loro finalità e dei loro effetti sul piano della equità ed efficienza dell’imposta, e si dispone che la delega in materia di irpef deve attenersi ad un principio di armonizzazione dei regimi di tassazione del risparmio al fine di contenere gli spazi di elusione che si possono venire a creare nell’ambito della predetta imposta.

Revisione IRES

La delega fiscale ha come fine quello di pervenire all’applicazione di un’unica aliquota proporzionale di tassazione dei redditi derivanti dallo svolgimento dell’attività d’impresaLa delega intende perseguire la semplificazione, la stabilità del sistema di tassazione dell’IRES.

I decreti delegati revisioneranno la disciplina delle variazioni in aumento e in diminuzione apportate all’utile o alla perdita risultante dal conto economico per determinare il reddito imponibile

Razionalizzazione dell'IVA

 Particolare attenzione sarà posta alle finalità di semplificazione, e razionalizzazione (numero e livelli delle aliquote nonché distribuzione delle basi imponibili tra le diverse aliquote), di contrasto alla erosione ed evasione e di aumento del grado di efficienza del sistema coerentemente a quanto previsto dalla normativa   

Quanto alla tassazione indiretta sulla produzione e sui consumi dei prodotti energetici e dell’energia elettrica il sistema sarà revisionato, in coerenza con l’European Green Deal, con l’obiettivo di contribuire alla riduzione progressiva delle emissioni di gas climalteranti e alla promozione dell’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili ed ecocompatibili.

Il Governo inoltre sottolinea che la revisione dell’imposizione sui redditi personali e su quelli d’impresa potrà dirsi completa solo procedendo ad un graduale superamento dell’IRAP, garantendo in ogni caso il finanziamento del fabbisogno sanitario.

Riformulazione del catasto dei fabbricati

Il presidente Draghi in conferenza stampa ha specificato che le rendite resteranno invariate e non cambierà l'imposizione fiscale sulle case e sui terreni.

Per quanto riguarda la delega al Governo (che avverrà nel corso di 5 anni) per l’adozione di decreti legislativi finalizzati alla modernizzazione degli strumenti di mappatura degli immobili e alla revisione del catasto dei fabbricati, ci si muoverà secondo due direttrici:

  • da una parte la modifica della disciplina relativa al sistema di rilevazione catastale degli immobili, prevedendo strumenti, da porre a disposizione dei Comuni e all’Agenzia delle entrate per facilitare e accelerare l’individuazione, anche attraverso metodologie innovative: 

    • degli immobili non censiti o che non rispettano la effettiva, reale consistenza o la relativa destinazione d’uso o la categoria catastale attribuita

    • dei terreni edificabili accatastati come agricoli

    • degli immobili abusivi, prevedendo l’individuazione di specifici incentivi e forme di trasparenza e valorizzazione dell’attività di accertamento svolta dai comuni in quest’ambito

  •  dall’altra  la integrazione delle informazioni presenti nel catasto dei fabbricati, in tutto il territorio nazionale, da rendere disponibile a decorrere dal 1° gennaio 2026. Sono quindi elencati i principi e criteri direttivi da seguire nell’esercizio della delega, ed in particolare:

a) l’attribuzione, per ciascuna unità immobiliare, del relativo valore patrimoniale e della rendita sulla base, ove possibile, del normale valore di mercato;

b) la previsione di meccanismi di adeguamento periodico dei valori patrimoniali e delle rendite delle unità immobiliari urbane, in relazione alle modificazioni delle condizioni di mercato di riferimento e comunque non al di sopra del valore di mercato;

c) la previsione di adeguate riduzioni del valore patrimoniale medio ordinario per le unità immobiliari riconosciute di particolare interesse storico e artistico, in considerazione dei particolari e più gravosi oneri di manutenzione e conservazione nonché dei complessi vincoli legislativi alla destinazione, all’utilizzo, alla circolazione giuridica e al restauro;

d) la previsione che le informazioni rilevate secondo i principi sopra indicati non vengano utilizzati per la determinazione della base imponibile dei tributi la cui applicazione si fonda sulle risultanze catastali.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Gli ISA non virtuali per le tasche dei professionisti

Arrivati al debutto degli indici sintetici di affidabilità fiscale permangono criticità da risolvere

Continua

Mandato d’arresto europeo

Mandato d’arresto europeo e verifica del reato

Continua

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Fatti verificatisi dopo la chiusura dell’esercizio

Continua

700 mila lettere in arrivo dall’Agenzia delle Entrate

Entro il 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate invierà una comunicazione sull'esito della richiesta di adesione alla Rottamazione-ter e Saldo e stralcio dei contribuenti

Continua

“Expo Dubai 2020”, l’internazionalizzazione delle imprese negli UAE

Come “Italian representative 2020”, il mio scopo è quello di agevolare nuovi business negli Emirati Arabi Uniti GULLì CONCETTINA  CAMERA DI COMMERCIO ITALIAN

Continua

Prestige Awards 2020/2021 - Italia

Lo studio Gullì, è stato  selezionato  dalla rivista specializzata britannica Corporate LiveWire, come il migliore studio di commercialisti

Continua

Bonus casa: ecco tutte le agevolazioni previste per il 2021

Bonus casa 2021: superbonus 110%, proroga bonus ristrutturazioni, bonus bagno, bonus mobili, bonus facciate, bonus verde, ecobonus

Continua

Decreto Sostegni: come richiedere il fondo perduto

Vediamo come richiedere il fondo perduto, a chi è rivolto e quali sono i requisiti

Continua

Dichiarazione di successione

Nell'ambito della dichiarazione di successione parliamo di ciò che si è tenuti a versare all'Agenzia delle Entrate quando si riceve un'eredità

Continua

Decreto Sostegni bis: contributi a fondo perduto

Parliamo dei cotributi a fondo perduto varati con il nuovo Decreto Sostegni bis. Come ottenerli? Cosa prevede il decreto?

Continua

Contributo perequativo

In questo articolo parliamo del contributo perequativo

Continua

Contributo alternativo

Parliamo di contributo alternativo. Vediamo a chi spetta e come si calcola

Continua

Le scadenze fiscali di settembre

Il mese di settembre è particolarmente ricco di scadenze in termini fiscali. Approfondiamo la tematica

Continua