Rischio di portafoglio, opportunità o svantaggio?


La "rischiosità" controllata degli investimenti finanziari è sicuramente una buona opportunità
Rischio di portafoglio, opportunità o svantaggio?

"Non voglio rischiare": è la frase più usata quando si parla di investire denaro.

Gli italiani da sempre evitano gli investimenti rischiosi (in primis le azioni), privilegiando gli investimenti che sembrano sicuri: "meglio poco, ma sicuro". Oggi addirittura viene privilegiato lo "zero sicuro", ci sono la bellezza di 1.200 miliardi di euro parcheggiati sui conti correnti su un totale di 4.300 miliardi di risparmi. Quasi il 30% dei nostri soldi è lasciato a rendere zero per paura. Ma quando parliamo di rischio, di cosa stiamo parlando veramente? Il dizionario alla voce "rischio" recita: "eventualità di subire un danno". Rischio, nell'immaginario collettivo, ha una definizione ormai solo negativa. Nessuno pensa che "se faccio questa cosa, se investo con oculatezza i miei risparmi, rischio di guadagnare", ecco il rischio positivo. Siamo abituati ad associare al rischio solo l'eventualità di perdere, mai quella   di guadagnare. Però in finanza non è così: in finanza il rischio viene considerato un'opportunità positiva di guadagno, investimenti che possono, devono produrre utili. E' possibile che la scarsa cultura finanziaria italiana e la diffidenza ad investire derivino proprio da questo pensiero negativo.

Per molti è difficile capire il rischio finanziario: non si è abituati a pensarlo come un'opportunità, ma solo come una possibile sciagura. E' necessario aiutare gli investitori a cambiare questa mentalità, è un percorso lungo e faticoso, ma nel tempo darà buoni risultati per tutti.

Tanto siamo cauti quando si parla di finanza, tanto siamo scellerati se si tratta di gioco d'azzardo: buttiamo ogni anno 19 miliardi di euro in giochi d'azzardo: ogni italiano gioca in media 300 euro all'anno, perdendo quasi sempre tutto. Nel gioco è ovvio che si ha la possibilità di guadagnare, ma è sicuro che si può perdere tutto. In finanza, invece, ci sono ottime possibilità di guadagnare, molto meno di perdere, e tutto non si perde mai. Se giochi due numeri al lotto hai 2,5 probabilità di fare ambo, ma ben 997,5 probabilità di perdere tutta la tua giocata: praticamente un suicidio! Quindi se si tratta di piccole cifre il nostro cervello comprende e accetta il rischio come un'opportunità e tollera livelli di rischio altissimi. Se invece dobbiamo decidere dei nostri risparmi, allora il rischio viene percepito come una sciagura da evitare assolutamente. Il risultato è che le piccole cifre le buttiamo letteralmente via, mentre quelle più importanti non le facciamo rendere perchè frenati dal timore di perdere. Due comportamenti davvero poco virtuosi; investire significa affidare i propri risparmi a professionisti che ti consigliano nel miglior modo possibile perche quella è la loro "mission", che operano in modo che i tuoi investimenti siano "rischiosi" il meno possibile, ma ottenendo nel tempo, la certezza di avere dei buoni rendimenti.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Tempi duri per UBI Banca

Le vicende di UBI Banca dal 2013

Continua