Risparmio negato. Storie di ordinaria follia


Sempre più frequentemente incontro clienti di banche retail che non hanno la più pallida idea di dove e come siano impiegati i propri risparmi.
Risparmio negato. Storie di ordinaria follia
Ed eccoli: i forzati della filiale. Coloro che senza la "casetta", rifugio psicologico per la loro pancia, non riescono a concepire un rapporto con un istituto di credito. Sono gli stessi che, grigi e mesti, si sottomettono al volere del Direttore della filiale che dispone dei loro risparmi a seconda degli umori commerciali della Banca. Poi ad un tratto incrociano un Consulente Finanziario e lì si scatenano tutte le loro paure. Si ricordano all'istante di aver letto su un blog o su un giornale al bar un millennio prima che il promotore Ubaldo aveva truffato mille vecchiette e si chiudono a riccio. Ti dicono: pochi, maledetti e subito come se si accingessero a chiedere l'elemosina o a fare una rapina.

Sveliamo qualche arcano. I soldi, i risparmi non sono qualcosa che hai rubato. Sono soldi e dovresti andarne fiero. Sono la dimostrazione che sei riuscito a costruire qualcosa nella tua vita pur vivendo in una Nazione che è sempre senza soldi e li vuole da te. Per questo inizia ad entrare in filiale a testa alta e a farti rispettare. Il primo che si permette di mancarti di rispetto o mettere in dubbio senza legittime motivazioni le tue scelte merita di essere messo alla porta. Ma come dirai... Sono loro i padroni di casa! Eh no! Il padrone di casa sei tu. I soldi, i risparmi, sono i tuoi e nessuno, NESSUNO, deve permettersi di disporne senza che tu ne abbia un ritorno. Ritorno pecuniario soltanto? Ma no! Magari per te non è importante lucrare, ma è importante il rispetto, è importante la cortesia, è importante solo il rapporto umano. E visto che è così, fai mente locale: quante volte sei rimasto con un biglietto in mano le ore per poter disporre del tuo denaro o solo per poter sapere se i tuoi soldi c'erano ancora?

E non abbiamo parlato di progettualità di vita, di previdenza, di bisogni veri che la gente ha e per la quale risparmia. Mica, vorrai dire, che risparmiamo per far far giocare la banca con i nostri soldi? Io risparmio per vedere i miei tre figli gemelli realizzati un giorno grazie alla possibilità di fare esperienze universitarie serie. Risparmio perchè vorrei andare in pensione con dignità e senza troppe preoccupazioni (non bastano quelle che abbiamo ora?). Risparmio perchè so che la vita è fatta di salite e di discese e oggi posso, domani chi lo sa.

Ma investo anche. Investo perchè so che il mondo cresce e anche i miei denari devono farlo altrimenti mi ritroverò domani con un pugno di mosche. Mi ritroverò con meno soldi di tutti gli altri e quindi il mio sacrificio per creare un gruzzolo non sarà servito a nulla.

Per questo t'invito caldamente ad interessarti del tuo denaro e a contattare un professionista. Se posso aiutarti io ben venga. Fallo però. Non ti lasciar irretire dalla tua piccola filiale. Rivolgiti ad un professionista serio e certificato e vedrai che il mondo assumerà colori nuovi.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Marijuana? Il business è in fase di decollo

Sentire la parola "marijuana" riesce a stimolarti un moto di repulsione oppure ti strappa un sorriso sardonico di accondiscendenza? Ecco: Dimenticali

Continua

Pignoramento di un sogno. Foreclosure of a dream

Quando l’ovvio ti tradisce serve tirar fuori il meglio di sé con orgoglio e dignità. Succede nella gestione dei patrimoni personali ogni giorno.

Continua

Come trovare, passo passo, il tuo Consulente

Dalla filiale bancaria alla consulenza finanziaria. Sembra un percorso irto di ostacoli, ma con questa guida scoprirai che servono solo pochi click!

Continua