Sempre più giovani...


...Alle prese con l`accensione di un mutuo
Sempre più giovani...
Il mutuo è un’operazione accompagnata da costi diversi, talvolta - se non si fa la scelta giusta - piuttosto consistenti: spesso non si fa una scelta intelligente e non si valutano bene le opportunità e i prodotti offerti in commercio. Il concetto è non farsi incantare e adulare da un tasso basso, ma di andare sempre a vedere cosa si nasconde "dietro le quinte" del mutuo: ovvero gli ulteriori costi collegati, il taeg, le spese accessorie... che potrebbero far lievitare il costo finale dell’operazione. Le banche, sono sempre state selettive, quando più quando meno, nella scelta della propria clientela e nella concessioni di mutui; meno selettivo è l’utente finale, magari per paura di un riuscire ad ottenere il mutuo richiesto, vuoi per un compromesso sottoscritto con eventuale acconti versati, o per paura di non riuscire a realizzare il sogno di una vita qual è quello di comprare casa. Il mio consiglio è di fare una scelta intelligente e farsi analizzare e seguire da un Professionista del Settore Creditizio. A proposito di spese che compongono un Mutuo, queste possono modificare la somma netta erogata cliente, inferiore all'importo nominale concesso; Vediamo quali possono essere:
• Spese di istruttoria - quelle che si devono alla banca perché istruisca il processo di analisi e controlli che porta alla valutazione se concedere o meno il finanziamento;
• Spese di perizia - Per la valutazione dell'immobile da ipotecare (la perizia deve essere effettuata da un tecnico di fiducia della banca, o da una società accreditata, per accertare il valore della casa e che su questa non gravino anomalie;
• Spese di conto corrente - rid, gestione annua contratto, invio comunicazioni etc. etc.
• Imposta sostitutiva - 0,25% dell'importo finanziato per l'acquisto della prima casa, 2% negli altri casi.
• Spese notarili (non sono spese banca, ma vanno considerate) - comprendono l'onorario del notaio e le imposte dovute allo Stato per l'attività contrattuale, tra cui l'iscrizione dell'ipoteca;
• Costi assicurativi - comprendono la polizza incendio scoppio obbligatoria e le eventuali altre polizze richieste dall'ente finanziatore in presenza di condizioni particolari nel contratto di mutuo; più che un costo tuttavia queste rappresentano un investimento nella sicurezza della famiglia;
• Eventuali commissioni di intermediazione creditizia - se l’operazione è intermediata da un Consulente del Credito, è necessario prevedere l’eventuale provvigione per attività svolta.
Per capire quanto costerà accendere il finanziamento è fondamentale far riferimento non al tasso, ma al Taeg, un indicatore percentuale sintetico di tutti i costi del finanziamento. Nel Taeg non sono considerate le spese notarili.
Ogni Banca applica le proprie Policy (criteri di valutazione del credito) e, per la concessione di un Mutuo, fa una serie di controlli e valutazioni sia dal punto di vista delle capacità economiche, finanziarie e patrimoniali, sia sul rapporto tra la rata e il reddito del nucleo familiare, affinché la rata del mutuo sia sostenibile nel tempo; così pure per la scelta del tasso, della durata e delle Coperture Assicurative a tutela del Famiglia e del Patrimonio. Ecco perché è fondamentale una Consulenza Creditizia e Assicurativa Preventiva e Personalizzata: analisi di fattibilità, scelta dell'Istituto, tasso, durata e costi relativi all'operazione.
Nei prossimi articoli, vedremo tutte le fasi che compongono un mutuo, nel dettaglio con le caratteristiche necessarie.
Ricordatevi: la prima cosa da fare per andare avanti in un progetto è iniziare! E’ nel momento delle decisioni che si plasma il nostro destino e il futuro appartiene a coloro i quali credono nella bellezza dei propri sogni e nella certezza di poterli realizzare.

Articolo del:


di Vincenzo Rubino

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse