Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Sicurezza: il Corso di Informazione e Formazione


Tra i primissimi adempimenti del datore di lavoro vi è quello di fornire ai propri lavoratori un’adeguata informazione e formazione
Sicurezza: il Corso di Informazione e Formazione
In materia di sicurezza sul lavoro, tra i primissimi adempimenti del datore di lavoro vi è quello di fornire ai propri lavoratori un’adeguata informazione e formazione.

L’articolo 36 del Decreto Legislativo 81/2008 obbliga il datore di provvedere affinché ciascun lavoratore venga informato sui rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi alla attività dell’impresa e sulle procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, l'evacuazione dei luoghi di lavoro. Ai lavoratori devono anche essere indicati i nominativi degli addetti alle misure di primo soccorso e degli addetti antincendio, nonché del responsabile del servizio di prevenzione e protezione e del medico competente. Tutte queste figure sono anch’esse contemplate nel Dlgs 81/2008 e verranno approfondite con successivi articoli.

Oltre alle informazioni di carattere generale, il datore di lavoro deve provvedere a fornire a ciascun lavoratore un’adeguata informazione sui rischi specifici dell’attività e su tutte le attività di protezione e prevenzione adottate.

L’articolo 37 del Decreto Legislativo 81/2008 obbliga invece il datore di lavoro a fornire ai lavoratori una formazione adeguata sulla salute e sulla sicurezza. Quindi non solo informare i lavoratori, ma anche formarli sui concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza e non di meno sui rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza.

La formazione deve avvenire subito dopo il momento dell’assunzione del lavoratore e va ripetuta in caso di evoluzione dei rischi aziendali. Bisogna, quindi, fornire nuovi corsi in caso di trasferimento o cambio di mansioni, in caso di introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.

Entrando ancor più nel merito, il Corso di Formazione e Informazione ha una durata che può essere di 8 ore (aziende rischio basso), 12 ore (rischio medio) o 16 ore (rischio alto). I contenuti del corso sono poi ulteriormente suddivisi in Formazione Generale (4 ore) e Formazione Specifica (ulteriori 4, 8 o 12 ore in base al rischio aziendale). In ogni caso, l’obiettivo del Corso di Formazione e Informazione è quello di far acquisire ai lavoratori la necessaria sensibilità nel riconoscere i problemi ed i rischi legati alla sicurezza sul lavoro, attraverso un’analisi guidata delle norme tecniche e dei sistemi di protezione per una corretta gestione dell’ambiente operativo. L’approccio della prevenzione attraverso il D.Lgs 81/2008 è quello di coinvolgere il più possibile i lavoratori nel percorso di miglioramento della sicurezza e della salute.
Infine, è bene ricordare che la salute e la sicurezza sul lavoro non si annoverano tra i diritti dei lavoratori, ma sono bensì un obbligo di legge a carico del datore di lavoro. Nel caso in esame, la mancata formazione ed informazione dei lavoratori comporta per il datore di lavoro l’arresto da 2 a 4 mesi ed un’ammenda da € 1.315 ad € 5.699, importo che può essere raddoppiato o triplicato in base al numero di violazioni.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il contenzioso bancario: principali fattispecie

Le principali fattispecie di contenzioso tra clienti e banche: usura e commissioni su conti correnti e mutui

Continua

I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI)

I DPI proteggono il lavoratore da possibili rischi sulla salute e sulla sicurezza durante l'attività lavorativa

Continua

Sicurezza: la Sorveglianza Sanitaria nelle aziende

Il D.Lgs 81/08 pone come primo obbligo per il datore di lavoro la nomina del medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria

Continua

Il diritto di precedenza nei contratti a termine

Chi ha prestato attività lavorativa per un periodo superiore a sei mesi presso la stessa azienda ha diritto di precedenza nelle assunzioni

Continua