Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Smart Skills. Abilità per orientarsi nel Mondo Digitale


Per muoversi in modo efficace nell’attuale mondo lavorativo a continua innovazione tecnologica e digitale occorrono specifiche abilità: le smart skills.
Smart Skills. Abilità per orientarsi nel Mondo Digitale

Innovazione tecnologica e abilità necessarie

Viviamo in un’epoca di accelerazione tecnologica continua, caratterizzata da relazioni economiche e culturali sempre più intrecciate tra le nazioni e permeata dall’utilizzo crescente dell'intelligenza artificiale. Nell’era digitale, per navigare con successo in molti ambiti lavorativi occorrono abilità specifiche. Se fino a poco tempo fa, negli ambienti formativi, si parlava di hard skills e soft skills (Chiappi F. 2021), oggi, in un’epoca dominata dall'innovazione tecnologica e dall'intelligenza artificiale, ci si riferisce sempre più anche alle smart skills.

Le Smart Skills

Le smart skills rappresentano un insieme di competenze e capacità essenziali per  gestire i continui cambiamenti, indotti dall’innovazione scientifica e digitale, e la cui carenza rischia di marginalizzare da numerosi ambiti del mercato del lavoro. Queste abilità comprendono:

  • L'uso competente degli strumenti digitali.
  • L'analisi dei dati.
  • La risoluzione di problemi complessi tramite la tecnologia.
  • La comunicazione efficace attraverso piattaforme digitali e sociali.
  • L'adattabilità rapida ai cambiamenti tecnologici e ai nuovi modelli di lavoro.

Differenze tra Smart Skills e Soft Skills

Le smart skills si distinguono dalle soft skills (Chiappi F. 2023)  per il loro specifico orientamento verso la tecnologia e l’ambiente digitale. Le smart skills integrano, infatti, le abilità psicosociali (soft skills), le competenze tecniche (hard skills) con quelle digitali, fra cui: quelle necessarie per utilizzare efficacemente strumenti come computer, smartphone, software e applicazioni per svolgere compiti personali e professionali, navigare in internet, utilizzare applicazioni software, chatbot e comprendere le basi della sicurezza informatica.

Sono indispensabili, oltre alle competenze specifiche legate alla continua innovazione, anche abilità psicosociali necessarie per gestirle in modo efficace. In altre parole, le smart skills combinano una conoscenza approfondita delle tecnologie digitali, delle loro applicazioni pratiche con elementi delle soft skills:  abilità cognitive, emotive, relazionali e gestionali.

Caratteristiche del Pensiero Efficace

Fra le abilità psicosociali necessarie per gestire in modo efficace l’innovazione tecnologica e digitale ci sono quelle che consentono di avere un pensiero orientato ai continui cambiamenti e imprevisti. In particolare, occorre padroneggiare le seguenti competenze:

  • Gestione del Tempo: l’abilità di pianificare, organizzare e gestire efficacemente le proprie attività e priorità per massimizzare la produttività e raggiungere gli obiettivi. Una gestione del tempo efficace favorisce la gestione dei compiti in modo efficiente e la possibilità di favorire un equilibrio tra lavoro e vita personale.
  • Creatività: la capacità di generare idee originali, trovare soluzioni innovative e pensare fuori dagli schemi per affrontare sfide e cogliere opportunità. In un mondo in rapido cambiamento, la creatività permette di sviluppare soluzioni uniche e innovative ai problemi e di adattarsi a nuove situazioni e tecnologie.
  • Risoluzione dei Problemi: la capacità di identificare, analizzare e risolvere problemi complessi utilizzando strumenti digitali, con logica e creatività. La risoluzione dei problemi è una competenza chiave per affrontare e superare le sfide lavorative in modo efficace e innovativo.
  • Pensiero Critico: l’abilità di analizzare, valutare e interpretare informazioni in modo obiettivo e razionale per prendere decisioni informate e risolvere problemi complessi. Il pensiero critico è essenziale per valutare informazioni e dati in modo accurato, evitando bias cognitivi e pregiudizi, e per prendere decisioni strategiche basate su evidenze.

Competenze Comunicativo- Relazionali

L’innovazione tecnologica e digitale non solo porta a processi sempre più complessi, ma richiede anche relazioni sempre più "facili" ed efficaci tra le persone, nonché uno spirito di collaborazione. In particolare, sono fondamentali le seguenti abilità:

  • Comunicazione Efficace: l’abilità di trasmettere idee, concetti e informazioni in modo chiaro, persuasivo e adatto al contesto, sia attraverso mezzi digitali che tradizionali. Una comunicazione efficace è cruciale per collaborare con i colleghi, gestire progetti e interagire con i clienti in modo chiaro e convincente.
  • Collaborazione: la capacità di lavorare in team, cooperare con gli altri, ascoltare attivamente e contribuire al raggiungimento degli obiettivi comuni, utilizzando piattaforme digitali e sociali. La collaborazione è essenziale in un ambiente di lavoro interconnesso, dove il lavoro di squadra e la cooperazione sono determinanti per il successo dei progetti.

Gli Atteggiamenti Fondamentali

Muoversi nell’attuale orientamento globale dell’innovazione tecnologica e digitale richiede, in definitiva, degli atteggiamenti verso il lavoro e gli altri caratterizzati da continua apertura verso le novità e le diversità, nonché una disponibilità costante all’apprendimento. In particolare, diventa essenziale acquisire la padronanza dei seguenti atteggiamenti:

  • Autoapprendimento: la disponibilità e la capacità di acquisire continuamente nuove conoscenze e competenze attraverso l’autoistruzione e la formazione online. La perseveranza e la determinazione nel raggiungere gli obiettivi e nel gestire autonomamente il proprio apprendimento sono cruciali per mantenere un’aggiornata crescita professionale continua (Duckworth A. 2024).
  • Resilienza e Flessibilità: la capacità di affrontare le sfide e le difficoltà in modo positivo, di recuperare rapidamente dagli insuccessi e di adattarsi alle situazioni avverse. La resilienza è fondamentale per gestire lo stress in un ambiente lavorativo stressante e in continua evoluzione. La flessibilità permette di adattarsi rapidamente ai cambiamenti e alle nuove opportunità, mantenendo un’apertura mentale e un’efficace adattabilità.
  • Adattabilità: la capacità di rispondere ai cambiamenti, affrontare nuove sfide e adattarsi rapidamente a nuovi ambienti e tecnologie (Dweck C. S.2023). In un mondo dove le tecnologie e le dinamiche di mercato cambiano costantemente, l’adattabilità è cruciale per rimanere competitivi e pertinenti.

Bibliografia e Sitografia

Chiappi F. (2021). le soft skills: competenze per l'occupazione. Pronto Professionista.it. https://www.prontoprofessionista.it/sponsorrs/.

Duckworth A. (2024). Grinta. Il potere della passione e della perseveranza.Firenze: Giunti.

Dweck C.S. (2023). Mindset. Cambiare formae mentis per raggiungere il successo. Milano: FrancoAngeli. 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Ragazze e ragazzi nel lockdown: fattori di rischio e di protezione

Durante il lockdown: aumento di stress negativo, rischi per la salute fra gli adolescenti ed esigenza di potenziare i fattori di protezione in famiglia e a scuola

Continua

Impotenze e nuove risorse durante il lockdown

Durante il lockdown tutti abbiamo vissuto un’improvvisa situazione avversa, oggettivamente stressante. Per alcune persone il malessere è stato particolarmente acuto

Continua

Lavoro in squadra: risorsa o ulteriore fonte di stress?

Il benessere organizzativo richiede attenzione ad alcuni aspetti del lavoro di gruppo: obiettivi, metodo, ruoli, leadership, comunicazione, clima e sviluppo.

Continua

La gratitudine paga? Riflessioni psicologiche su invidia e gratitudine

Con la gratitudine e la riconoscenza della generosità si costruiscono strati profondi di sicurezza interiore e la capacità di apprezzare gli altri e il mondo.

Continua

Life skills e promozione della salute psicofisica

Le life skill sono riconosciute dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come una metodologia valida per la promozione della salute

Continua

Le soft skills: competenze per l’occupazione

La possibilità di cambiare e mantenere il lavoro nel mercato attuale e soprattutto nei periodi di crisi richiede alcune competenze trasversali, fra cui le soft skills

Continua

Endometriosi, la necessità di un supporto psicologico e un approccio multiprofessionale

Per l’endometriosi la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo e individualizzato, anche psicologico, sono risorse essenziali per la qualità di vita delle persone

Continua

Il bonus psicologico: perché, come richiederlo e per quanto tempo?

Con la pandemia da COVID-19 è emersa un’emergenza psicologica per il crescente numero di disagi e disturbi. Il bonus psicologico è una prima risposta all’emergenza

Continua

Burnout, quando lo stress lavoro correlato non viene risolto

In un ambiente di lavoro, quando lo stress lavoro correlato non è risolto con azioni di miglioramento le persone possono cadere nel burnout.

Continua

Il mobbing: conoscerlo, riconoscerlo e contrastarlo

Il mobbing, l'abuso sul lavoro, ingenera disturbi psicopatologici, psicosomatici e comportamentali. Occorre conoscerlo e riconoscerlo per contrastarlo

Continua

Cosa hanno imparato alcune coppie dal lockdown?

Il lockdown ha intensificato fattori di crisi nella coppia, quali gli atteggiamenti simbiotici e la difficoltà a riconoscere le differenze, ma anche di protezione

Continua

La sensibilità all’incertezza nel rapporto con sé e con gli altri

La sensibilità all’incertezza è la condizione necessaria per un pensiero in grado di concepire il cambiamento delle proprie convinzioni e il confronto con gli altri

Continua

Il contrasto alla violenza di genere

Il contrasto alla violenza contro le donne per motivi di genere richiede azioni globali, europee e italiane, coordinate e complesse per gestire il fenomeno e prevenirlo

Continua

Abusi della violenza domestica

La violenza domestica può essere agita con maltrattamenti: fisici, sessuali, economici, socio-relazionali, psicologico-verbali, psicologico - affettivi e lavorativi

Continua

L’intimità. Risorsa delle coppie

L’intimità di coppia è una dimensione fondamentale per la coesione di coppia, che spesso è negata dalla paura di perdersi nella relazione con l’altro/a.

Continua

Cogenitorialità: cambiamento nella società dei ruoli di madre e padre

Nella società si è affermato un modello di cogenitorialità che, se non ben compreso, può essere contraddetto dal retaggio di vecchie immagini di ruoli familiari

Continua

Frustrazione e Problem Solving

Se non si riesce ripetutamente a soddisfare bisogni e desideri vitali per motivi esterni e/o interni, per mancanza di problem solving, un rischio è la frustrazione

Continua

La rabbia adattiva e disadattiva

La rabbia, una delle emozioni fondamentali, compresa e gestita ci aiuta ad agire a nostro vantaggio, repressa o agita impulsivamente può attivare stati di stress

Continua

Occuparsi della rabbia nelle Organizzazioni. Una competenza gestionale

Fra le competenze gestionali c' è la valutazione del clima aziendale, fra cui quello connotato da rabbia disadattiva, e l'attuazione delle azioni di miglioramento

Continua

La Consolazione. Risorsa umana nelle tragedie e disastri

Durante tragedie e disastri, come l’alluvione in Romagna, la consolazione è una grande risorsa umana

Continua

Empatia. Fattore di protezione e contrasto alla violenza

Il contrasto alla violenza, inclusa quella contro le donne, richiede anche lo sviluppo di life skills, fra cui l’empatia.

Continua

Limiti e rischi dell'empatia

L’empatia, talvolta, è stata mitizzata. In realtà è un’abilità psico-sociale da saper usare con consapevolezza dei suoi limiti e rischi

Continua

Differenze generazionali nelle organizzazioni. Risorsa o problema?

Nel mondo del lavoro oggi ci sono cinque generazioni, con differenze valoriali, motivazioni e possibili atteggiamenti e comportamenti diversi da conoscere e gestire

Continua

Il ciclo della violenza. La teoria di Leonore Walker

La violenza domestica, per Leonore Walker, procede per fasi cicliche, in cui cresce il potere maschile, s'indebolisce la donna e aumentano i rischi di femminicidio

Continua

Prevenzione e promozione della salute psicofisica

Prevenzione, promozione della salute e consapevolezza degli stili di vita salutari sono obiettivi non sempre facili da raggiungere quanto necessari

Continua

Assertività, ponte fra comunicazione efficace e relazioni salutari

L’assertività è l’abilità che contribuisce a realizzare nei vari ambienti relazioni soddisfacenti e produttive e a creare una società compiutamente democratica

Continua

Stili relazionali Passivi e Aggressivi: ostacoli alla comunicazione

Se lo stile assertivo permette una comunicazione efficace, quelli passivi e aggressivi possono indebolire la qualità della comunicazione e minare l’autostima

Continua

La manipolazione come assenza di relazione

Nella manipolazione, negazione della relazione e della cultura dei diritti, spesso il manipolatore, la vittima e chi assiste difettano di consapevolezza

Continua