Richiedi una consulenza in studio gratuita!

SMART WORKING: come creare uno spazio adeguato


Quali sono le caratteristiche che deve avere lo spazio per il lavoro da casa? Dall'esperienza decennale personale vi fornirò alcune idee e spunti di riflessione
SMART WORKING: come creare uno spazio adeguato

A causa dell’emergenza coronavirus tutti lo stiamo vivendo sulla nostra pelle: lavorare da casa non è semplice! Non lo è per svariate ragioni: la distrazione è dietro l’angolo e la nostra efficienza rischia di crollare inevitabilmente. Inoltre utilizziamo spesso supporti non adeguati ad un lavoro prolungato, magari in postazioni scomode che ci causano problematiche posturali e spesso non abbiamo un’adeguata illuminazione degli spazi di lavoro, creando affaticamento alla vista.

Ho lavorato a lungo da casa e ho maturato, perciò, parecchia esperienza in tal senso. I primi anni ho sempre lavorato con un portatile sul tavolo della cucina, utilizzando la normale sedia. Poi, cambiando casa, ho creato al suo interno uno spazio dedicato con scrivania, sedie da ufficio e postazione con pc fisso (anche con il doppio schermo).

Perché questa scelta? Perché sono convinta che in futuro ci capiterà sempre più spesso di avere momenti in cui, per cause di varia natura, ci troveremo a lavorare da casa ed avere uno spazio adeguato diventa fondamentale. Ed è quello che in genere propongo sempre nei miei lavori, siano essi case nuove o ristrutturazioni.

Tuttavia dobbiamo chiederci quanto le attuali abitazioni siano dotate di adeguati spazi. Spesso le case sono piccole, in altri casi pur essendo delle giuste dimensioni non sono in realtà dotate di collegamento ad internet, ma molto più spesso il problema è che non si sono pensati in fase di arredo le giuste postazioni. Per molti perciò non è stato semplice adattarsi alla nuova realtà.

Ma quali sono le caratteristiche che deve avere il giusto spazio per lavorare in smart working?

•    Stanza con un adeguato apporto di luce naturale;

•    Posizione tranquilla, lontana dalle distrazioni e dai rumori;

•    Arredamento composto almeno da scrivania, sedia comoda e libreria.


Di che tecnologie abbiamo bisogno?

Dobbiamo pensare a quanto spesso ricorriamo all’uso di internet in questo periodo e questo ci deve far riflettere sull’esigenza di avere una rete domestica fissa ed efficiente. Inoltre, dobbiamo investire anche sulle apparecchiature da utilizzare (in funzione del lavoro da svolgere). In funzione del tipo di supporto dobbiamo utilizzare i complementi giusti per avere una corretta postura (es. rialzi per il portatile, poggiapiedi, ecc.).


Ma come possiamo adattare le case esistenti alle nuove esigenze? Ecco a voi alcune idee:

1.    Hai una stanza in più che non usi? Svuotala, inserisci una scrivania, una sedia da ufficio e una libreria;

2.    Non hai una stanza? Cerca di creare una postazione in salotto o in camera, posizionando una scrivania e una sedia;

3.    Se puoi non usare la cucina perché oltre ad essere una continua fonte di distrazione per la presenza di cibo obbliga anche a spostare continuamente la postazione per poter cucinare o mangiare.


Le parole d’ordine dovranno essere comfort, rete e dotazione informatica!

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Valorizzare un'abitazione: migliorare gli spazi interni

Come migliorare un'abitazione per rispondere meglio alle esigenze di chi ci abita ed aumentarne il valore sul mercato, con un'occhio alle detrazioni fiscali

Continua

Come arredare la cameretta dei bambini per un ambiente che cresce

Come arredare la cameretta dei bambini: tra mobili evolutivi, soluzioni salvaspazio e sostenibili, scelte cromatiche, sticker e illuminazione

Continua