Startup e PMI, 5 consigli: tool digitali


Tra i più grandi problemi da risolvere in startup e imprese nascenti sono i processi interni, l'organizzazione e la comunicazione interna (ed esterna)
Startup e PMI, 5 consigli: tool digitali
Per questo oggi abbiamo pensato a qualche tool (strumenti) per agevolare, grazie alla comunicazione 2.9, l'organizzazione e la gestione interna di imprese e imprenditori.
Nonostante le difficoltà economiche a riguardo o le competenze da mettere in campo per sbaragliare la concorrenza, fare impresa oggi vuol dire avere a disposizione una serie di strumenti e risorse gratuite in grado migliorare la vita di piccole e medie imprese e startup. Processi e modalità di organizzazione del lavoro, prima unico appannaggio delle grandi aziende, perché in grado di sostenerne i costi, ora grazie al web e alla filosofia dell'open source sono resi accessibili a tutti, in maniera gratuita e indipendente.
Abbiamo selezionato solo alcuni degli innumerevoli esempi a nostra disposizione e li abbiamo cercati un po' come potreste fare voi, cari lettori, navigando sul web. Tra i siti più attendibili che abbiamo scoperto di certo il posto centrale è occupato da startupworld.com che dedica un'ampia attenzione al tema della semplificazione e della progressiva acquisizione di skills and competences dei giovani che si apprestano a farsi imprenditori.
Chi investe sul proprio futuro a partire da un'idea spesso è chi è appena uscito da un percorso formativo universitario e si trova alle prese con un prepotente inserimento nel mercato spesso mancando di alcune nozioni di base che spesso lo destabilizzano o lo spaventano. Ed è per questo che come spesso accade con gli incubatori di idee o gli enti che li sostengono sono chiamati a ridurre velocemente questo gap acquisendo le capacità e gli strumenti in grado di realizzare la sua idea di business e tradurla in un futuro imminente in impresa solida e duratura.
Tra i tool più adoperati e dunque palesemente necessari ritroviamo quelli per l'organizzazione del lavoro, quelli per comunicare con il proprio team, quelli per la raccolta di immagini, files, campionature, per effettuare ricerche di mercato o di listening della concorrenza, o ancora quelli per la gestione dei data base o dei rapporti con fornitori e clientela.
1.Startup Stash
É in assoluto la piattaforma più onnicomprensiva che, al momento, abbiamo scovato. Da qui è possibile accedere a oltre 40 tipologie differenti di strumenti e risorse gratuite per ogni esigenza aziendale e ogni settore nel quale la startup deve presenziare. Dal marketing, al design di prodotto, dalla gestione dell'agenda delle attività alla creazione di mailing list, dai consigli per la gestione dei profili social ai metodi per effettuare analisi dei dati e dei mercati scelti. Un vero e proprio calderone che risponde anche a domande che forse ancora gli startupper non hanno avuto il tempo di farsi.
2.Makerbook
Il sito internet ricorda molto il precedente, le sue categorie sono un po' più snelle e riguardano fondamentalmente gli aspetti legati alla promozione dell'azienda attraverso il mondo digitale. Quindi si tratta di strumenti per elaborazioni grafiche, per la ricerca del giusto font da utilizzare, o altri supporti multimediali come foto, audio, video. Se masticate l'inglese, cosa necessaria per degli startupper non avete che da sbizzarrirvi.
3.Teamweek
E' invece utile per svolgere rapidamente gli impegni del project planner. Calendari, incontri, comunicazioni con team e clienti, filtri da applicare per ordine di priorità, sono solo alcuni degli elementi pratici che questo strumento digitale offre. Il tutto si svolge in tempo reale. Davvero una gran bella differenza tra lo scrivere a penna, la trascrizione al computer e l'inoltro dei file tramite email. La comodità a portata di pochi semplici clic e da qualsiasi dispositivo.
4.MarketSpace
E' indispensabile per chi, affacciandosi al mondo del mercato, necessita di confrontarsi con la concorrenza, conoscere le abitudini, la nicchia di riferimento e i possibili sviluppi futiuri di un business in comune. E' forse uno dei più semplici ed evuluti programmi, alla portata di tutti per effettuare analisi di web listening e ricerche di mercato in un'unica e sola dashboard. Si potrà venire a conoscenza, quindi, di quando annunciano il lancio di un nuovo prodotto, di come e quando ottengono nuovi fondi o finanziamenti, le app che scaricano, e dunque riuscire a mantenere il passo con loro.
5.Evver
Per la parte visual entra in gioco, offrendo l'opportunità di creare presentazioni (slideshow) con immagini e musica in modo veloce e semplice. La facilità e l'usabilità consentono dunque di poter essere adoperat anche da mobile. Le immagini e i video caricati potranno essere inoltrati senza eterni processi di condivisionee con una quasi totale compatibilità di visualizzazione

Articolo del:


di Studio Rubino

Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

Scopri professionisti in Consulenza in proprietà industriale

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse