Truffa assicurativa RC AUTO


Truffa ai danni delle società assicurative, falsi incidenti e falsificazione dei documenti
Truffa assicurativa RC AUTO
Le truffe alle compagnie d'assicurazione auto sono uno dei reati più comuni in Italia. Le frodi assicurative sono molto diffuse a causa della sottile linea che divide legalità ed illegalità. È difficile infatti capire da subito se si tratta di una truffa o di un incidente reale.

Il 40% degli utenti procede alla pratica di risarcimento essendo del tutto ignaro della truffa che ha subito. Organizzazioni criminali e para-criminali traggono notevoli profitti dall'organizzazione di finti incidenti e sinistri. Come? Creando una rete di complici che si cela dietro a "rispettabili professionisti". La situazione nelle regioni d'Italia parla chiaro: è il Sud ad essere il più colpito in assoluto: Campania, Puglia, Calabria e Sicilia sono le regioni dove il fenomeno è dilagante per 2 motivi: la mancanza di lavoro e la forte presenza di organizzazioni criminali.

Le truffe assicurative comportano un considerevole aumento dei costi della polizza RC Auto. Non a caso l'Italia è lo stato dove le polizze assicurative costano di più, la nazione dove quest'onere è sempre in aumento.

Con la Legge di conversione del Decreto liberalizzazioni n° 27 del 24 marzo 2012 è stata inasprita la pena per il reato di frode assicurativa.

Il reato è disciplinato dall’art.642 del Codice Penale, di seguito le parti più rilevanti.

Chiunque con lo scopo di conseguire per se o per terzi un risarcimento assicurativo o comunque un vantaggio derivante dal contratto di assicurazione, distrugge, deteriora, occulta o disperde cose di sua proprietà; altera o falsifica una polizza o la documentazione necessaria per stipulare un contratto di assicurazione è punito con la reclusione da uno a cinque anni.
Stessa pena per chi cagiona a se stesso una lesione personale, aggrava lesioni prodotte da un infortunio, denuncia un sinistro non avvenuto o falsifica documentazioni relative ad un sinistro con lo scopo di ottenere un risarcimento assicurativo.

Articolo del:


di Avv. Daniela Bontà

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse