Verso l'Educazione Finanziaria


Il Ministero dell'istruzione ha indetto il mese di ottobre come il mese dell'educazione finanziaria
Verso l'Educazione Finanziaria

Si conclude oggi il mese di ottobre indetto dal Ministero dell’Istruzione come il mese dell’educazione finanziaria. Già nel 2013 sul mio sito scrivevo che i successivi 5 anni sarebbero stati importanti per svegliare gli animi e divulgare la conoscenza finanziaria, finalmente qualcuno si è accorto che nel nostro paese ce n’è bisogno.

In un momento storico come quello che stiamo attraversando, in cui l’incertezza incombe sul lavoro, sulla pensione, dove il modello di famiglia è cambiato, sostituito dalla famiglia allargata, dalle convivenze e dove le nascite sono sempre più basse, dove l’immigrazione aumenta e il popolo invecchia; ecco allora che c’è bisogno di prendere coscienza, consapevolezza e pianificare.

Bisogna conoscere le variabili economiche che incidono sulla nostra vita, c’è bisogno di prendere consapevolezza della propria situazione finanziaria, economica ed approfondire gli aspetti positivi, ma soprattutto quelli negativi per poter decidere nel migliore dei modi, pianificare la strategia da attuare nel breve, nel medio e nel lungo termine facendosi aiutare da un consulente finanziario, non solo per raggiungere i propri obiettivi di vita e per soddisfare le proprie esigenze, ma soprattutto per creare una stabilità finanziaria ed un benessere economico, insomma per migliorare la propria qualità di vita.

Oggi il consulente finanziario copre un ruolo importantissimo nella società e se per qualcuno non è ancora chiaro può essere un’ancora di salvezza perché con le competenze che gli vengono certificate è in grado non solo di creare degli asset allocation aderenti al portafoglio modello e adeguati alla mifid 2, controllando tutti gli indici di rischio che caratterizzano la finanza, è in grado anche di innestare il tutto considerando i redditi della famiglia, le proprietà immobiliari, le partecipazioni aziendali, gli impegni finanziari e le spese; insomma è in grado di avere una visione completa ed offrire una consulenza globale che gli permette di affrontare temi non solo legati alla gestione dei mercati, ma con l’analisi dei bisogni ed un profiling completo, è in grado di trattare temi fiscali e legali fino ad arrivare al passaggio generazionale.

Articolo del:


di Daniele Varriale

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse