Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Via libera alla "Decontribuzione Sud"


Dopo il via libera dalla Commissione Europea l'Inps rende note le istruzioni operative
Via libera alla "Decontribuzione Sud"

Al fine di contenere gli effetti straordinari negativi sull’occupazione determinati dall’epidemia da COVID19 in aree caratterizzate da gravi situazioni di disagio socio-economico e di garantire la tutela dei livelli occupazionali, il decreto-legge 14 agosto 2020 e, in particolare l'art. 27, aveva previsto per i datori di lavoro (fortunati), che facessero ripartire la propria attività evitando l'ulteriore ricorso agli ammortizzatori sociali già messi a disposizione per il secondo semestre 2020, un esonero dal versamento dei contributi pari al 30% delle complessive somme previdenziali, con esclusione delle somme dovute a Inail, in riferimento ai rapporti di lavoro subordinato, con esclusione del settore agricolo e dei contratti di lavoro domestico.

Dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020, infatti, i datori di lavoro operanti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, hanno potuto contare su una agevolazione contributiva, caratterizzata dal fatto di essere slegata dai vincoli di nuove assunzioni o stabilizzazione dei precedenti rapporti di lavoro, cioè uno sgravio generalista che ricorda quello del 1990 senza neanche l'individuazione di un tetto massimo di sgravio mensile, distinzioni alle quali non eravamo più abituati da parecchio tempo, tranne la verifica della sede operativa dell'impresa.

E' appena il caso di ricordare che “...operanti nelle regioni...” sta a significare l’unità operativa presso cui sono denunciati in Uniemens i lavoratori.

Sotto il profilo soggettivo, in quanto rivolto ad una specifica platea di destinatari (datori di lavoro che operano in aree svantaggiate) e cioè in tema di “aiuti di stato”, l'operatività e l'efficacia della norma è stata subordinata all'autorizzazione della Commissione Europea che, in un primo momento, ha dato il suo via libera ai primi di ottobre 2020, ma soltanto per l'anno in corso.

Con la circolare 33 del 23 febbraio scorso, l'inps  comunica che la Commissione Europea ha dato anche per tutto il 2021 il via libera all'utilizzo dello sgravio, in attesa di verificare l'utilizzo per gli anni successivi, vale a dire dal 2022 al 2029, quando la stessa approverà in via definitiva e nella sua interezza, la misura dell'incentivo.

Il meccanismo per gli anni successivi prevederà una rimodulazione meno intensiva dello sgravio che rimarrà del 30% fino al 31 dicembre 2025, per poi ridursi al 20% fino al 2027 e al 10% per gli ultimi due anno in questione, vale a dire 2028 e 2029.

La stessa circolare ci fornisce ulteriori chiarimenti sulle modalità di applicazione e, ancorché, il suo utilizzo insieme ad altri esoneri e riduzioni di aliquote indicati da altri provvedienti normativi, nei limiti chiaramente dell'intera contribuzione dovuta, definendone anche un criterio di priorità nell'applicazione di più misure agevolative, quando sia possibile cumularle.

Pertanto, nell'ipotesi in cui l'assunzione possa essere collocata in un quadro previsto di sgravio agevolato del 50% dei contributi, la decontribuzione Sud potrà essere applicata per la parte restante degli importi non coperti da agevolazione, fino ad arrivare, in questo caso, ad un beneficio pari all'80% dello sgravio complessivo del costo degli oneri previdenziali a carico datoriale.

Come annunciato anche dall'attuale Ministro per il Sud Carfagna, l'Inps con messaggio n.831 ha reso pubbliche le note esplicative ed operative per il recupero delle agevolazioni di Gennaio e Febbraio, rimaste in sospensione, prima del nuovo pronunciamento della Commissione Europea, mentre su altre questioni non meno importanti come per esempio sulla legittimità dell'applicazione dello sgravio alla retribuzione della 13ma mensilità, per quella parte di competenza maturata gennaio - settembre 2020, dovremo attendere altri pronunciamenti, non solo esplicativi, ma anche giudiziari, ai quali l'Istituto guarda con molta attenzione, per una chiarificazione ed un pronuncimento definitivi.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Corrispettivi elettronici: anno nuovo, scontrino...elettronico nuovo!

Ecco un breve vademecum sullo scontrino elettronico al quale quasi tutti gli esercenti al minuto dovranno confrontarsi da quest'anno

Continua

Sale il "bonus Renzi" in busta paga

A partire daI 1° luglio 2020 i lavoratori si troveranno un "bonus Renzi" maggiorato in busta paga

Continua

La rivalutazione dei terreni, riaperti i termini fino al 30 giugno 2020

Anche quest'anno la legge di bilancio ripropone la possibilità di rideterminare il costo di acquisto di terreni edificabili e agricoli

Continua

Nuovi limiti al contante: chiarimenti su Pos, prelevamenti e buste paga

Ecco cosa cambia nel 2020 in merito a Pos obbligatorio, prelevamenti bancomat e retribuzione dei dipendenti

Continua

Pensioni con la Legge di Bilancio 2020, cosa cambia

Ecco quali sono le poche novità rispetto al 2019 e un quadro riassuntivo sulle vie d'uscita

Continua

Assenze da Coronavirus, quale gestione da parte del datore di lavoro

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, fattispecie legate alle assenze dal posto del lavoro per il pericolo di contagio

Continua

Slitta la scadenza per CU, 730 e precompilati

Ecco cosa prevede il Decreto Coronavirus in merito alle scadenze relative agli adempimenti dichiarativi

Continua

Come si deducono i contributi nel regime forfettario

Ecco qual è il metodo per dedurre i contributi nel regime forfettario

Continua

In tempi di “contagio” le ferie possono essere imposte

Come giustificare le assenze in queste settimane di assenza dal lavoro

Continua

Il Covid-19 entra nel Documento di Valutazione dei Rischi

I datori di lavoro hanno l'obbligo di aggiornare il documento valutazione rischi

Continua

Credito d'imposta su locazioni commerciali interessati dalla chiusura

Nel decreto anti COVID-19 un nuovo credito di imposta per aiutare gli imprenditori in crisi

Continua

A Marzo ricavi e compensi senza ritenute

Fino al 31 marzo i ricavi non scomputano le ritenute. Introdotta l’esenzione delle ritenute d'acconto a beneficio di taluni soggetti

Continua

Nuovo rinvio delle scadenze di Aprile e Maggio, ma non per tutti

Le nuove moratorie su imposte e contributi previste dal nuovo "Decreto liquidità"

Continua

Decreto liquidità: i mini prestiti e le altre disposizioni fiscali

I prestiti bancari garantiti alle piccole e medie imprese e le ulteriori proroghe sugli adempimenti

Continua

Arriva il super bonus di 100 euro in busta paga di aprile

100 euro in busta paga a tutti coloro che hanno lavorato in sede nel mese di marzo e hanno dichiarato nel 2019 un reddito da lavoro dipendente sotto i 40 mila euro

Continua

La cassa integrazione durante maternità, permessi, ferie e congedi

Le compatibilità delle misure sulla gestione degli ammortizzatori sociali adottate dal Governo in presenza di più eventi tipici del rapporto di lavoro

Continua

730/2020: novità anche per gli eredi

Da quest'anno c'è la possibilità di presentare il modello 730 anche per il contribuente deceduto

Continua

Il decreto "Rilancio" riscrive la mappa delle scadenze

Varato il DL "Rilancio" ci apprestiamo a ridisegnare il calendario delle scadenze, tra vecchi e nuovi rinvii

Continua

Lo "slalom" tra indennità e finanziamenti a fondo perduto

Sotto la lente le novità del decreto "Rilancio", in attesa degli emendamenti in Parlamento

Continua

Come compilare l'istanza per gli aiuti a fondo perduto

Vademecum alla compilazione delle istanze per gli aiuti a fondo perduto che potranno essere inviate a partire dal 15 giugno e non oltre il 13 agosto

Continua

Dal 1° luglio nuova stretta alle auto aziendali

Aumenta la tassazione alle auto aziendali in base al tasso si inquinamento del veicolo

Continua

Dal 1° Gennaio 2020 le detrazioni dipenderanno anche dal forfettario

Forte diminuzione dell'effetto detrazioni in dichiarazione, con l'incidenza del reddito da imposta sostitutiva

Continua

Il contratto a termine alla luce del decreto "Agosto"

Nei contratti a termine è stata sospesa la causalità e i vecchi limiti previsti dai decreti “Poletti” e “Jobs Act”

Continua

Ristoro 1, Ristoro 2, Sospensioni Inps: ma sarà fino al soddisfo?

A confronto i meccanismi che dovrebbero ristorare le imprese nelle zone gialle, arancioni e rosse

Continua

I Ristori nella disciplina del Lavoro

I decreti Ristori intervengono ancora con cassa Integrazione e sgravi contributivi

Continua

Dai "Ristori" ai "Sostegni", novità e differenze

Da oggi partono le domande al Fondo Perduto, rivolto ad una platea di contribuenti più ampia

Continua

Prorogata la prima rata Inps al 20 agosto 2021

Artigiani, commercianti e autonomi saltano il versamento dei contributi Inps di maggio, ma attenzione, perché ad agosto potrebbero essere costretti a versare due rate

Continua