Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Voucher, ecco le alternative in arrivo


I voucher saranno sostituiti da PrestO e Libretto Famiglia
Voucher, ecco le alternative in arrivo
Arrivano due nuovi strumenti per sostituire i Voucher:
- PrestO
- Libretto Famiglia

PrestO
Per le imprese sarà istituita una forma contrattualistica semplificata sempre gestita tramite la piattaforma dell’INPS.
Possono accedere le imprese che non occupano più di 5 dipendenti a tempo indeterminato. Il tetto massimo complessivo per il datore di lavoro è di €. 5.000,00 annuo elevabile a €. 6.250,00 per le prestazioni rese dai pensionati e dai giovani sotto i 25 anni purché iscritti a corsi universitari, disoccupati o percettori di forse di sostegno al reddito. Mentre per il lavoratore con il medesimo datore di lavoro il tetto massimo è pari a €. 2.500,00 all’anno e non più di 280 ore annue ed in caso di superamento il rapporto di lavoro si trasforma in contratto a tempo indeterminato. Inoltre il lavoratore non deve avere in corso o cessato da meno di sei mesi un rapporto di lavoro subordinato o una collaborazione con quel datore di lavoro.
Questa tipologia non potrà essere utilizzata in edilizia.
Ogni ora di lavoro dev’essere retribuita con un importo minimo di 9 euro (escluso agricoltura).
Interamente a carico del datore di lavoro la contribuzione INPS pari al 33% del compenso e il premio del’assicurazione contro gli infortuni nella misura del 3,5% sempre del compenso.
Le aziende utilizzatrici dovranno, anche tramite intermediari di cui alla L. 12/79, trasmettere all’INPS almeno 1 ora prima dell’inizio della prestazione una dichiarazione con i dati anagrafici del lavoratore, il luogo di svolgimento e oggetto della prestazione, la data e l’ora di inizio e la data e l’ora di fine della prestazione ed infine il compenso pattuito in misura non inferiore ad euro 36 per prestazioni superiori a 4 ore continuative nell’arco della giornata.
In caso di mancata comunicazione la sanzione prevista va da €. 500,00 a €. 2.500,00 per prestazione lavorativa giornaliera.
L’importo non è soggetto a tassazione e non preclude lo stato di disoccupazione e il lavoratore ha diritto alle pause, al riposo sia giornaliero che settimanale.

Libretto Famiglia
Per i privati è previsto un libretto acquistabile direttamente all’INPS oppure presso le poste e può essere utilizzato per retribuire:
ó Piccoli lavori domestici, compreso giardinaggio, pulizia e manutenzione;
ó Assistenza domiciliare ai bambini, alle persone anziane ammalate o con disabilità;
ó Insegnamento privato supplementare.
La prestazione sarà retribuita con buoni orario dal valore di €. 12 a cui vanno detratti i contributi a carico del lavoratore che sono €. 1.65 all’INPS e 0.25 all’INAIL.

Il capo famiglia (utilizzatore privato) entro il terzo giorno del mese successivo allo svolgimento della prestazione deve comunicare all’inps attraverso il canale telematico i dati identificativi del prestatore, il compenso pattuito il luogo e la durata della prestazione.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse