Welfare aziendale fra cliente e lavoratore


Il welfare aziendale non si esaurisce solo all'interno dell'azienda ma coinvolge fornitori e clienti attuali, ma soprattutto quelli futuri.
Welfare aziendale fra cliente e lavoratore
Fra cliente e lavoratore

" Trattare gli individui da adulti. Trattarli come partner; trattarli con dignità; trattarli con rispetto. Trattare loro e non gli investimenti del capitale o l’automazione, come fonte primaria degli incrementi di produttività. Questa è la lezione fondamentale uscita dalla nostra ricerca sulle aziende di successo, se si vuole la produttività ed i guadagni economici che ne derivano, occorre che i lavoratori siano visti come la vostra risorsa più importante".

Alla ricerca dell’eccellenza" di Thomas J. Peters, Robert H. Waterman Jr. Ed. Spearling & Kupfer, 1986

Esiste una stretta correlazione fra come vengono trattate le persone che lavorano nell’azienda e come vengono trattati i clienti. Se le persone in azienda non vengono trattate bene, nel senso di non dare nessun peso ai loro problemi o esigenze, l’azienda stessa sarà molto meno orientata ad ascoltare le esigenze del cliente.
Fino a qui nulla di nuovo queste cose si sanno, da lungo tempo ormai, stupisce davvero come in moltissime realtà tutti questi discorsi siano pressoché sconosciuti. cosa fare allora?
- Primo passo avere un piano
Metti in campo un bel piano di welfare aziendale! Ma da dove cominciare? Certo che bisogna avere le idee molto chiare prima di mettere in campo un piano di welfare aziendale che abbia delle concrete possibilità di successo bisogna avere l'assoluta padronanza del quadro d’insieme prima di andare ad individuare gli obiettivi da raggiungere.
Anzitutto bisogna conoscere esattamente dove ci si trova.
Bisogna stabilire con esattezza qual’è il punto di partenza prima di definire gli obiettivi che devono essere raggiungibili, utile usare il metodo SMART:

SMART
S (Specifico) l’obiettivo o gli obiettivi devono essere ben chiari e specifici.
M (Measurable) avere un sistema di misurazione dei progressi rispetto agli obiettivi
A (Attainable) il piano deve poter essere concretamente raggiungibile
R (Relevant) Rilevante, deve valere la pena investire risorse per la sua realizzazione
T (Time-based) Avere un orizzonte temporale ben definito a priori

Porsi obiettivi troppo ambiziosi, sovrastimare o sottostimare (caso più frequente) il tempo di realizzazione, non dotarsi di adeguati strumenti di analisi e verifica dei risultati porta 9 volte su 10 al fallimento di tutta l’operazione.
Diviene fondamentale a questo punto conoscere la situazione reale di partenza, sia in termini di ambiente di lavoro, di comunicazione aziendale, di percezione dell'azienda da parte dei lavoratori, management compreso, delle condizioni fisiche ed ambientali del settore produzione, della percezione dell'azienda da perte dei clienti.
Come si può ottenere tutto ciò? Bisogna indagare nella maniera più approfondita possibile chiedendo ai diretti interessati, lavoratori, management, clienti, fornitori. Il passo successivo che consentirà la predisposizione del piano di lavoro sarà quello di predisporre dei questionari da sottoporre alle figure citate in precedenza, in modo da poter avere dei dati precisi su cui lavorare.

Dott. Mauro Valentino

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Successione quello che (FORSE) non sai

Il ricambio generazionale in azienda richiede sempre un'attenta pianificazione a tavolino per evitare conseguenze negative

Continua

Consulenti nel welfare, collaborare per crescere!

Consulente del lavoro e consulente finanziario, due figure chiave nel welfare aziendale. Come poter crescere collaborando

Continua

Più competitivo? Usa il WELFARE AZIENDALE!

Come il welfare aziendale porterà benefici importanti alla tua azienda

Continua

Progettare il welfare aziendale le basi

Come si progetta un piano di welfare aziendale? Primo di una serie di articoli dedicati, oggi partiamo dai fondamentali

Continua

Progettare un Welfare Aziendale il questionario

Un piano di welfare aziendale passa dall'analisi dei reali bisogni dei lavoratori, dell'ambiente di lavoro dalla percezione stessa del lavoro.

Continua

Progettare il welfare aziendale: IL CLIMA

Il primo passo nella creazione di un piano di welfare aziendale è senza dubbio quello di creare un clima interno all'azienda che sia adeguato

Continua

Welfare in azienda? Fra emozioni e comunicazione!

Il welfare aziendale non può prescindere dalle emozioni, la formazione unita ad una comunicazione interna ed esterna ne garantiranno il successo

Continua

Welfare aziendale un fatto di comunicazione

Il welfare aziendale in italia muove i primi passi ma i gap da colmare sono ancora molti qui troverai qualche soluzione

Continua

Dal Benefit al Welfare Aziendale

Come cambia la gestione delle risorse nelle PMI, passando da una logica di benefit ad una di Welfare

Continua

MIFID2, la vera difesa del risparmiatore

MIFID2: le nuove normative a difesa del risparmiatore, quali sono i tuoi diritti nei confronti delle banche

Continua

Investire con successo? Certo ma con metodo!

Investire con successo è certamente possibile, a patto però, che lo si faccia con metodo e rispettando determinate condizioni.

Continua

MIFID2 Tutela del Risparmio 3 cose che DEVI sapere

Le 3 cose che DEVI assolutamente conoscere delle MIFID2 le nuove normative europee a tutela del risparmio.

Continua

Previdenza tutti ciò che (DOVRESTI) Sapere

Se ti stai chiedendo in che modo, una polizza di previdenza integrativa possa esserti utile, qui troverai la risposta.

Continua

TFR al Fondo pensione? Vantaggi per l'azienda

Generalmente il trattamento di fine rapporto viene utilizzato dalle aziende come “forma di autofinanziamento”, come “liquidità di cassa”

Continua

I Titoli di Stato sono sicuri?

Con l'introduzione delle CACs (Clausole Azione Collettiva) viene de facto ridimensionata la figura dello Stato come garante assoluto

Continua

Prima d'investire, valuta l'Orizzonte Temporale!

Quando ci si approccia ad un investimento bisogna avere ben chiaro in mente per quanto tempo potrai ragionevolmente tenere investiti i tuoi soldi

Continua

Assicurazioni viaggio, proteggiti PRIMA di partire

Prima che la vacanza dei tuoi sogni diventi incubo, prendi precauzioni...è facile!

Continua

Liquidità sul conto corrente ma Conviene davvero?

Detenere i propri risparmi sul conto corrente o strumenti di liquidità pensi davvero che sia la scelta più conveniente?

Continua

Welfare aziendale si può ma con la rete d'impresa!

Il welfare aziendale coniuga la necessità di protezione del potere di acquisto da parte dei lavoratori con l’esigenza di rendimento aziendale

Continua

Sesa SpA, il Welfare si fa Territoriale!

Il welfare oggi da aziendale si fa territoriale, vediamo come in un esempio concreto

Continua

Welfare Aziendale? Ascolta i tuoi Dipendenti!

Comprendere i bisogni reali dei dipendenti, primo passo verso il successo del piano di Welfare

Continua

Millenials, un Welfare da (Ri)pensare?

Il welfare preconfezionato ai millenials va stretto e l'aumento salariale non è una priorità

Continua