730: quali sono le spese sanitarie da detrarre?


Periodo di 730: che sia precompilato o meno, la dichiarazione deve essere integrata dalle spese sanitarie (se presenti)
730: quali sono le spese sanitarie da detrarre?

La parte più consistente delle spese detraibili in sede di dichiarazione dei redditi è rappresentata dalle spese sanitarie.

Da quest’anno è stato introdotto il modello 730 precompilato, ma anche optando per tale modulo, almeno per il momento, è necessario integrarlo con le eventuali spese sanitarie che sono state sostenute nel 2014, poiché non possono essere inserite dall’Agenzia delle Entrate.

Dunque, quali sono le spese che possono essere portate in detrazione e a quanto ammonta la detrazione stessa? Innanzitutto va detto che la detrazione è pari al 19% dell’ammontare delle spese sostenute, con una franchigia di 129,11 euro.
Altro elemento da considerare è che è possibile "scaricare" le spese sanitarie personali ma anche quelle di tutti i figli e familiari risultati a carico in base alla percentuale di detrazione. Ad esempio, i figli generalmente sono a carico di entrambi i genitori al 50% e, in questo caso, le detrazioni vanno ripartire in due quote uguali tra i coniugi. In altri casi, invece, i figli o il coniuge sono totalmente a carico con una percentuale del 100% comportando una detrazione totale da parte del contribuente che presenta la dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda le tipologie di spese sanitarie, detratte inserendole nell’apposito Quadro E del 730 (che sia precompilato o meno), le principali sono:
- spese per acquisti di medicinali, anche omeopatici
- spese per visite mediche
- spese per visite specialistiche
- spese per analisi e indagini mediche (esami di laboratorio, elettrocardiogrammi, tac, analisi di diagnosi prenatale...)
- spese per l’acquisto di protesi sanitarie (apparecchi, occhiali, protesi fonetiche, presidi ortipedici...)
- spese collegate ad interventi chirurgici
- spese collegate a ricoveri
- spese per l’acquisto di apparecchiature sanitarie (aerosol, misuratori di pressioni o del diabete...)
- cure termali

Per sapere se poter inserire o meno una spesa sanitaria all’interno di quelle per le quali si ha diritto a una detrazione, è consigliabile rivolgersi a un esperto, sia per evitare di non godere di una detrazione della quale si ha diritto, sia per evitare, al contrario, di inserire erroneamente una spesa che non beneficia della detrazione. Infine, è bene conservare tutti gli scontrini, fatture e ricevute che comprovano la spesa sanitaria sostenuta.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria