Modello 730: spese per istruzione e attività sportive


In sede di dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese sostenute per le spese scolastiche, asili nido e attività sportive
Modello 730: spese per istruzione e attività sportive

E’ tempo di dichiarazione dei redditi. Allora è bene sapere quanto e quali sono le spese detraibili in fatto di istruzione, asili nido e attività sportive. Anche nel caso si sia scelta l’opzione del 730 precompilato, tali spese devono essere inserite nella dichiarazione dei redditi, andando a integrare e modificare il modello precompilato fornito dall’Agenzia delle Entrate.

In base a quanto stabilito dal TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) le spese di istruzione , scolastiche e per attività sportive sono detraibili per una quota pari al 19% di quanto sostenuto. Nello specifico, ecco l’elenco delle spese ammesse in detrazione:
- Asilo Nido, fino a un massimo di detrazione pari a 120 euro per figlio
- Scuola secondaria (dopo il compimento dei 16 anni del minore - età in cui termina l’obbligo scolastico)
- Scuola universitaria pubblica (Tassa di immatricolazione e di iscrizione, soprattasse per esami di profitto e laurea, eventuale contributo alla prova di selezione)
- Scuola universitaria privata (tassa di iscrizione)
- Scuola universitaria estera (detrazione massima pari a quella a cui si avrebbe diritto frequentando un'università pubblica vicina alla propria residenza)
- Corsi di perfezionamento e/o di specializzazione, effettuati presso istituti o università italiane o straniere, pubbliche o private, in misura non superiore a quella pagata per le tasse e i contributi degli istituti statali italiani. - Master
- Dottorati di ricerca
- Test di ammissione alle università
- Canoni di locazione per studenti fuori sede (la scuola deve essere ubicata almeno a 100 chilometri di distanza da casa e, comunque, in un’altra provincia rispetto a quella di residena)

Per quanto riguarda le attività sportive (nuoto, calcio, palestra, arti marziali, danza, ecc...), la percentuale di detrazione è sempre pari al 19% da calcolare su un importo massimo di 210 euro per figlio con età compresa tra i 5 e i 18 anni.
Ciò significa che la spesa massima detraibile è di 40 euro per minore.

La detrazione è, però, condizionata dal fatto che la struttura sportiva sia definita (come indicato dal Ministero delle politiche giovanili):
- società e associazione dilettantistica, espressamente indicata come tale nella ragione sociale
- come una struttura o impianto sportivi per la pratica dilettantistica e non professionale, sia agonistica che non agonistica.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza e assistenza fiscale e tributaria