Cos'è un database?


Analisi, progetto e sviluppo di un database, l'informatica, Hardware e Software,Sistema Informativo
e Backup
Cos'è un database?
PREMESSA. Inizia con questo Articolo una serie di trattazioni monografiche dedicate all’informatica, dove, schematizzando per TERMINI CHIAVE, cerco di chiarire e approfondire alcuni argomenti. Se il caso viene richiamato il relativo termine INGLESE.

Oggi ci occupiamo del "DATABASE". Cos’è un DATABASE (o base di dati)? Lo definiamo come un CONTENITORE DI DATI ED INFORMAZIONI organizzato secondo regole prestabilite. Potrebbe esserlo una semplice RUBRICA TELEFONICA, un archivio di CD, FILM o LIBRI, fino alla CONTABILITA’ di un’AZIENDA, indifferente se piccola o grande o il settore in cui opera. Non solo: un database è oggi palla base di OGNI SITO INTERNET!

Questo "contenitore" è preziosissimo, dal momento che potrebbe racchiudere l’esperienza di anni di vita e lavoro di una persona (od azienda) e può fornire a chi lo gestisce, in tempo reale o tramite opportune elaborazioni intermedie o incrociate, dati, informazioni, analisi statistiche, stampe o rapporti, linee di tendenza, confronti, andamenti, stagionalità, previsioni per i più diversi scopi.

ANALISI: dal lato pratico, l’analisi preliminare, il progetto e lo sviluppo del database è FONDAMENTALE. Se il database è BEN ORGANIZZATO, e possibilmente DOCUMENTATO, fornirà il suo servizio OGGI come tra 100 anni, e sarà perfettamente ininfluente che esso riguardi poche o centinaia di tabelle, o si componga di centinaia, migliaia o MILIONI di righe di dati.... Più sono (o saranno) importanti dimensioni e complessità di questi archivi, e più articolata sarà l’attività di gestione o manutenzione, richiedendo skills ed esperienze adeguate.

INFORMATICA: un tempo questo lavoro di gestione e archiviazione dei dati veniva fatto cartaceamente, ma dagli anni ’80 con l’avvento dei Personal Computer (hardware) si compie attraverso dei Programmi Gestionali (software). Macchine e Programmi si sono fatti via via sempre più potenti e veloci, economici e compatti, sicuri e capienti.
L’informazione quindi si è fatta "automatica" (da qui il termine INFORM-ATICA).
Evitiamo di citare Marchi o Aziende: diciamo solo che sono molte le soluzioni attuabili dall’interessato secondo l’obiettivo da raggiungere, mentre i costi di gestione saranno commisurati alla complessità dell’obiettivo stesso, da analizzare preventivamente e con accuratezza.

SOFTWARE: in ambito informatico è assolutamente NECESSARIO DISTINGUERE tra IL DATABASE (contenitore dei DATI o back-end) e il SOFTWARE DI GESTIONE che accede e gestisce il database (front-end). Quest’ultimo è sempre più spesso PERSONALIZZATO in base alle ESIGENZE di chi lo deve utilizzare quotidianamente per raggiungere lo scopo per il quale è stato scelto.
Database e Software, per principio, sono quindi disgiunti: un software può adattarsi a database di tipo/marca/dimensione diversi; viceversa, ad uno stesso database possono accedere software differenti.
Un Database, infine, potrebbe vivere e gestirsi anche autonomamente, senza necessariamente richiedere un Software. Un software gestionale invece NON PUO’ fare a meno del database sottostante !

SISTEMA INFORMATIVO (o IT, Information Technology): arriviamo quindi a definire il "Sistema Informativo", che definiamo come una sequenza di dati ed informazioni in entrata, che, in qualsiasi forma essi arrivino (cartacei, vocali, sonori, email, flusso di dati, immagini, video, files, etcc...), vengono elaborati, gestiti e riordinati secondo regole definite, quindi archiviati in uno o più database, con lo scopo di fornire informazioni secondo scopi predefiniti. Oggi il contributo offerto dall’informatica è insostituibile a causa della mole enorme di dati ed informazioni a disposizione e per l’immediatezza con cui si richiede una determinata risposta!

BACKUP: concludiamo con la considerazione che più prezioso e importante, in termini di valore o dimensione, è il contenuto del database, e maggiore sarà il rischio di perderlo. Di conseguenza va PRESERVATO da furti, incidenti, danni, rotture, perdite di dati od errori, siano essi dell’essere umano o del software ! Anche questa attività va progettata e programmata adeguatamente, possibilmente simulando per tempo anche il Disaster Recovery (ovvero il ripristino dei dati in caso di problemi), senza necessariamente attendere che il danno si verifichi davvero...

Approfondiremo nell’articolo successivo termini tecnici specifici afferenti il DATABASE.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Le Parole Chiave di un Database (1^ parte)

Introduzione <br />- Dato <br />- Informazione - Tabella <br />- Riga <br />- Campo <br />- Chiave univoca <br />- Relazioni <br />- Visite <br />- Join (o aggancio)

Continua

Le Parole Chiave di un Database (2^ parte)

Cosa sono l`Indice, SQL, ETL, Cubi di Dati, Data Warehouse/Data Mart, Data Mining?

Continua