Le Parole Chiave di un Database (1^ parte)


Introduzione
- Dato
- Informazione - Tabella
- Riga
- Campo
- Chiave univoca
- Relazioni
- Visite
- Join (o aggancio)
Le Parole Chiave di un Database (1^ parte)
Introduzione. La trattazione propone una sequenza logica finalizzata a comprendere alcune terminlogie e un caso reale per accompagnare la stessa con esempi coerenti: quello di Libraio alle prese con determinate problematiche.

DATO
: definiamo così l’unità più piccola memorizzabile in un database. Ne esistono di tanti TIPI: TESTO (o stringa alfanumerica), NUMERO, BOOLEAN (si/no, vero/falso, acceso/spento, 0/1), DATA/ORA... ma anche complessi come un’immagine, un pdf, un documento html (pagina internet compresi i tag)....

Esempi: il TITOLO di un Libro sarà un dato di tipo TESTO ("Guerra e Pace"); il PREZZO e la DISPONIBILITA’ saranno invece dei numeri (€ 36,90 oppure 10 copie); uno STATO di DISPONIBILITA’ sarà BOOLEAN (cioè il classico flag "SI o NO"); il CODICE ISBN è UN NUMERO; un dato complesso potrebbe essere il file immagine della copertina, e così via....

INFORMAZIONE: definiamo così PIU’ DATI ASSIEME organizzati a fornire una determinata risposta ad una domanda ben precisa.

Esempio: "tutti i dati di UN Libro", "i dati anagrafici di UN Cliente", "elenco con i Libri usciti ad Agosto 2016" oppure "tutti gli Autori di libri Gialli"....

TABELLA: nei moderni database si definiscono TABELLE degli aggregati di informazioni analoghe (ossia afferenti ad uno stesso oggetto), in relazione tra loro (vedi oltre) all’interno di un UNICO DATABASE. Una tabella contiene di fatto un ELENCO di tante informazioni distinte, ma riguardanti appunto uno stesso oggetto.

In pratica: se consideriamo un database come un armadio a cassetti, i vari cassetti sono le TABELLE. Sinonimi di Tabella: lista, elenco, archivio. Dentro i cassetti, ovviamente, mettiamo tutti "oggetti" dello stesso tipo!
Avremo quindi: la tabella con tutti i LIBRI (il nostro catalogo), la tabella con tutti gli AUTORI, la tabella dei CLIENTI (o rubrica anagrafica), l’elenco delle MOVIMENTAZIONI (carichi per acquisto, scarichi per vendite, prestiti, resi, etc...).

ARMADIO CON CASSETTI (DATABASE DELLA LIBRERIA):
CATALOGO
AUTORI
CLIENTI
ARGOMENTI
MOVIMENTI
FORNITORI
Etc...
Etc...

RIGA (o record): ogni TABELLA è FORMATA DA RIGHE (in gergo "records"). Ogni riga è una singola entità, dotata di vita propria e univoca rispetto ad altre analoghe.

Il mio "catalogo libri", avrà perciò tante righe quanti sono i miei Libri, la tabella Argomenti tante righe quanti sono gli Argomenti, e così via....

[ISBN1|TITOLO1]
[ISBN2|TITOLO2]
etc...

CAMPO (o field): ogni riga si compone di tanti campi DATO (vedi sopra) riguardanti una determinata AREA (tutti quelli che servono).

Prendiamo il nostro Catalogo Libri: un RIGO equivale ad un LIBRO, e su di esso avremo molteplici dati, come ad esempio:
[ISBN|TITOLO|PREZZO|ARGOMENTO|AUTORE|ANNO|EDITORE|SCAFFALE|etc....]

CHIAVE UNIVOCA: In ogni TABELLA è d’obbligo stabilire una chiave univoca (tipicamente un CODICE numerico o testuale), col semplice obiettivo di evitare doppioni.

Nel nostro Catalogo, stabiliamo come chiave IL CODICE ISBN (o EAN13 che poi è quel CODICE A BARRE che trovate dietro ad ogni libro). Nella tabella del catalogo non ci potrà mai essere due volte lo stesso ISBN !

RELAZIONI: oggi si parla di RDBMS, una sigla che sta per RELATIONAL DATABASE MANAGEMENT SYSTEM, ovvero Sistema di Gestione basato su Database Relazionale. Ogni database contiene una serie di Tabelle, AGGANCIATE TRA DI LORO tramite i CAMPI CHIAVE. La finalità è da sempre quella di evitare la RIDONDANZA, ovvero non serve riportare tutti i dati di una tabella in un’altra: basta riportarne solo il codice univoco! Esempi di aggancio:

[tabella MOVIMENTAZIONI...ISBN] < -----> [ISBN....tabella CATALOGO]

[tabella AUTORI...CODICE AUTORE] < -----> [CODICE AUTORE....tabella CATALOGO]

VISTE
(o QUERY): conseguenza pratica della RELAZIONE, sono proprio le VISTE, ovvero l’esigenza di poter COMBINARE più due o più tabelle assieme.

Nel pratico: a fine anno ho la necessità di poter effettuare un INVENTARIO DI MAGAZZINO, e quindi di disporre di una LISTA DEI LIBRI del mio negozio aventi GIACENZA DIVERSA DA ZERO per un controllo incrociato con quanto presente negli scaffali. Eseguirò quindi una relazione di questo tipo:

[saldo carichi-scarichi per ISBN] < -----> [ISBN....tabella CATALOGO, ordinato alfabeticamento per titolo]

AGGANCIO
(o legame o join): l’atto di agganciare una tabella ad un’altra, ovvero di metterle in RELAZIONE, è chiamata JOIN.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Cos'è un database?

Analisi, progetto e sviluppo di un database, l'informatica, Hardware e Software,Sistema Informativo <br /> e Backup

Continua

Le Parole Chiave di un Database (2^ parte)

Cosa sono l`Indice, SQL, ETL, Cubi di Dati, Data Warehouse/Data Mart, Data Mining?

Continua