Il registro elettronico nazionale


Ecco cosa si deve sapere su iscrizione, sospensione e cancellazione dal registro elettronico nazionale
Il registro elettronico nazionale
ll Registro Elettronico Nazionale delle imprese che esercitano la professione di autotrasportatore è previsto dall’art. 11 del decreto dirigenziale n. 291/2011 ed è composto di due sezioni separate:
1) "sezione imprese e gestori" che contiene i seguenti dati:
denominazione e forma giuridica impresa
indirizzo sede;
nome dei gestori dei trasporti designati per l’adempimento dei requisiti di onorabilità e di idoneità professionale e, se nel caso, nome di un legale rappresentante;
tipo di autorizzazione, numero di veicolo oggetto dell’autorizzazione e, se del caso, numero di serie della licenza comunitaria e delle copie certificate.
2) "sezione sanzioni" che riporta:
numero, categoria e tipo di infrazioni gravi (di cui all’art. 6, paragrafo 1 lettera b, del Regolamento 1071/2011) che hanno dato luogo ad una condanna o a una sanzione negli ultimi due anni;
nome delle persone dichiarate idonee a dirigere le attività di trasporto di un’impresa finché non sia stata ripristinata l’onorabilità di dette persone (ai sensi dell’articolo 6, paragrafo 3 del Regolamento 1071/2011) e misure di riabilitazioni applicabili
ISCRIZIONE AL REN
L’impresa di autotrasporto, al fine di ottenere l’autorizzazione al trasporto di merci da parte della motorizzazione, deve effettuare l’iscrizione al REN.
L’azienda può effettuare l’iscrizione al REN quando risponde ai seguenti requisiti:
possesso di una sede effettiva: disponibilità di uno o più locali adibiti ad uso di ufficio, in proprietà, locazione o usufrutto
possesso di una sede operativa: trattasi di un luogo dedicato alla manutenzione dei veicoli;
disponibilità di almeno un veicolo adibito al trasporto di cose conto terzi di massa complessiva superiore alle 1,5 TON. Una volta ottenuta l’autorizzazione l’impresa deve, infatti, immettere in circolazione uno o più veicoli di massa complessiva superiore alle 1,5 TON, in conformità all’accesso al mercato posseduto.
SOSPENSIONE DAL REN
L’iscrizione è sospesa quando:
è in corso la procedura di fallimento e sia pendente il processo di opposizione alla sentenza dichiarativa del fallimento;
non è stata effettuato il versamento della quota annuale di iscrizione, entro il termine fissato dalla legge, nonostante la formale diffida da parte del Comitato Provinciale dell’Albo;
l’attività è stata interrotta per qualsiasi causa.
La sospensione non può avere durata superiore a due anni.
CANCELLAZIONE DAL REN
L’impresa è cancellata dall’albo:
quando la cancellazione sia da essa richiesta;
quando la sua attività sia di fatto cessata;
quando, trattandosi di società, questa sia stata liquidata;
quando sia scaduto il periodo di sospensione di due anni e l’attività non sia stata ripresa;
quando sia stata dichiarata fallita con sentenza passata in giudicato;
quando si perdono i requisiti per l’accesso alla professione
Ad eccezione del caso della sospensione e cancellazione volontaria prima di emettere il provvedimento, l’amministrazione provinciale deve esperire la procedura cautelativa, prevista dall’art. 24 della legge n. 298/1974, ed assegnare all’impresa un termine di almeno trenta giorni per presentare eventuali deduzioni, oppure, nel caso in cui ne faccia richiesta, per intervenire personalmente nel procedimento tramite un legale rappresentante.
Nel caso in cui un'impresa di autotrasporto in regime di sospensione volontaria dall'albo e/o dal REN intendesse riprendere l'attività prima della scadenza del periodo di sospensione, dovrà presentare una domanda.

Tale registro è liberamente consultabile tramite il sito:
https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/ricerca-imprese-trasporto-merci

Articolo del:


di avv gaia gnecco

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse