Richiedi una consulenza in studio gratuita!

La vidimazione dei libri sociali nelle cooperative


Ecco quello che c'è da sapere sull'obbligo della vidimazione dei libri sociali nelle cooperative
La vidimazione dei libri sociali nelle cooperative

Si premette che le cooperative sono obbligate alla tenuta dei libri contabili previsti dalla normativa tributaria e dall’art. 2214 c.c. (libro giornale, libero inventari, libri iva, scritture ausiliare, etc…).

Per questi, la legge 383/2001, a decorrere dal 25/10/2001, ha stabilito la non obbligatorietà della vidimazione iniziale. Tuttavia specie per il libro giornale e il libro degli inventari, ai fini probatori, ci sono casi di richieste di vidimazione facoltativa.

Obbligatoria è, invece, la vidimazione iniziale per i libri sociali di cui all’art 2421 c.c.  Per ragioni di semplificazione si evidenzia che, quelli per i quali abitualmente si richiede più frequentemente la vidimazione, sono i seguenti:

• Libro soci;

• Libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;

• Libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;

• Libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale (se istituito).


I libri vanno numerati progressivamente in ogni pagina e bollati in ogni foglio prima di essere messi in usi.

Nel caso delle cooperative scontano la tassa di concessione governativa di euro 67,00 (da versare sul c/c postale 6007 intestato alla Agenzia delle Entrate) per ogni 500 pagine o frazioni di 500.

Sono soggetti ad all’imposta di bollo di euro 16 ogni cento pagine e ai diritti di segreteria pari ad euro 25,00. L’imposta di bollo può essere assolta anche con l’applicazione della marca da bollo.

Nel caso di vidimazione facoltativa del libro giornale e libro inventari, la tassa di concessione governativa e i diritti di segreteria non variano rispetto ai libri obbligatori, ma l’imposta di bollo si raddoppia salendo a 32 euro ogni 100 pagine.

Le cooperative edilizie sono esenti dalla imposta di bollo, ma sono soggette ad una tassa di concessione governativa ridotta ad ¼ pertanto pari ad euro 16,75.

Le cooperative sociali ed Onlus sono esenti dalle tasse di concessioni governative e dalla imposta di bollo.

Si precisa che le cooperative non devono versare la tassa di concessione governativa forfettaria annuale di euro 309,87, prevista per le società di capitali con capitale sociale di euro 516.456,90 e di euro 516,46 nel caso in cui il capitale sociale sia superiore a 516.456,90. In questo modo le cooperative evitano un ulteriore aggravio di costi annuali di gestione.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La tassazione Ires nelle società cooperative

Ecco sinteticamente quali sono le principali norme sulla tassazione agevolata dell'Ires nelle società cooperative

Continua

Il limite del 30% di lavoratori svantaggiati nelle cooperative sociali

Ecco quali sono le modalità di determinazione della percentuale del 30% dei lavoratori svantaggiati nelle cooperative sociali

Continua

Obbligo del consiglio di amministrazione nelle cooperative

L’amministrazione della cooperativa deve essere in ogni caso affidata a un organo collegiale formato da almeno tre soggetti

Continua

Regime forfettario: vantaggi e svantaggi

I vantaggi e gli svantaggi nella scelta tra regime forfettario e regime ordinario

Continua

Guida al versamento del 3% ai fondi mutualistici

Breve guida sulle modalità di versamento del 3% dovuto dalle cooperative ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione

Continua

La liquidazione coatta amministrativa e concorso con il fallimento

Sintesi sui principali aspetti della liquidazione coatta amministrativa e alternatività con il fallimento

Continua

Credito di imposta canoni di locazione immobili ad uso non abitativo

Breve guida sul funzionamento del nuovo credito di imposta mensile del 60% sui canoni di locazione degli immobili ad uso non abitativo a causa emergenza da COVID 19

Continua

Il numero minimo dei soci nelle cooperative

Ecco cosa prevede la normativa in merito al numero minimo legale dei soci stabilito per le cooperative

Continua

I contributi previdenziali per i contribuenti in regime forfettario

Breve guida sulle agevolazioni contributive Inps in favore degli artigiani e commercianti in regime forfettario

Continua