Entro oggi le domande per il “credito vigilanza”


La legge 208/2015 ha concesso un credito di imposta per le spese personali del 2016 per i servizi di vigilanza e gli impianti di videosorveglianza
Entro oggi le domande per il “credito vigilanza”
Lunedì 20 marzo scade il termine per la richiesta, da fare esclusivamente tramite intermediario abilitato (commercialista), per il credito di imposta concesso dalla Legge 208 del 2015, commisurato alle "spese per l'installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o allarme, nonchè per quelle connesse ai contratti stipulati con istituti di vigilanza", come recita testualmente la legge.

Sono quindi tre le tipologie di spese ammesse:

installazione di sistemi di videosorveglianza
installazione di impianti di allarme (antifurti)
spese correnti per contratti stipulati con società o istituti di sorveglianza privata

La misura del credito di imposta verrà resa nota entro fine mese, a domande raccolte, poiché sarà determinata in base alla ripartizione dei 15 milioni di euro stanziati dalla legge tra coloro che ne faranno richiesta entro oggi.

Ciò significa che, se ci saranno pochi richiedenti, il credito ottenuto sarà proporzionalmente alto, in caso contrario sarà minore.

Il credito di imposta è a favore esclusivamente di persone fisiche non imprenditori né professionisti, non è quindi destinato alle società commerciali, e potrà essere scomputato dalle imposte sui redditi dovute per il 2016.

Per farne richiesta, occorre presentare al commercialista copia delle fatture che pagate nel 2016 con copia dei relativi pagamenti.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Novità fiscali per società di persone e imprese

La legge 232/2016 ha introdotto rilevanti novità per la tassazione di società di persone e imprese, consentendo opzioni che vanno prontamente valutate

Continua

2017: contabilità semplificate tassate per cassa

Dal 2017 le imprese e società in contabilità semplificata verranno tassate su incassi e pagamenti effettivi e non più "per competenza"

Continua

Sanzioni alla metà per chi non fa uso del contante

Anche per il 2017 è in vigore la norma che prevede la riduzione alla metà delle sanzioni tributarie a chi non fa alcun uso di contante

Continua

Aboliti alcuni adempimenti fiscali, eccone altri

Il 2017 vede l’abolizione di alcuni adempimenti fiscali per società e imprese e, per contro, la nascita di nuovi obblighi dichiarativi

Continua

IVA: dichiarazioni di intento da rifare a febbraio

Cessano di aver valore col 28 febbraio le dichiarazioni degli esportatori abituali che prevedono la non applicazione dell’Iva per un periodo temporale

Continua

Amministratori: prestazioni gratuite con cautela

Sempre più frequentemente l’Agenzia delle Entrate presume compensi agli amministratori di società che prestano gratuitamente la propria opera

Continua

Contrordine: risorgono i modelli Intra 2 acquisti

È in fase di reintroduzione, con effetto da oggi, l’obbligo di presentazione degli Intra 2 relativi agli acquisti intracomunitari, da poco abolito

Continua

Al 10 aprile la presentazione dello “spesometro”

Scade il 10 aprile il termine per la presentazione dello “spesometro” relativo al 2016 per i contribuenti con liquidazioni mensili dell’Iva

Continua

Bingo! “credito vigilanza” al 100%

L’Agenzia delle Entrate ha determinato la misura del credito di imposta ex legge 208/2015 per spese di vigilanza in importo pari alle spese sostenute

Continua

Dal 2016 contabilizzazione dei “derivati” obbligatoria

L’adozione, dal 2016, dei Principi Contabili Internazionali rende obbligatori complessi calcoli per contabilizzare i contratti derivati

Continua

F24: stop alle compensazioni con Home Banking

Nuove norme per le compensazioni in F24 e soglia ridotta per il visto di conformità; nuove forme tecniche per spedire le liquidazioni trimestrali

Continua

Iva indetraibile su fatture ‘17 registrate nel ‘18

Se non registrate entro dicembre, le fatture del 2017 consentiranno il recupero dell’Iva solo nella dichiarazione annuale e non oltre il 30.4.2018

Continua

Franchigia doppia per donazioni e successioni

La Cassazione ha chiarito che le donazioni fatte in vita dal de cuius non riducono la franchigia riconosciuta agli eredi per l’imposta di successione

Continua