Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il primo bacio non si scorda mai...ma tu puoi cambiare!


Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi mentali e non funzionali in amore
Il primo bacio non si scorda mai...ma tu puoi cambiare!

 

Non ero mai stata baciata prima, mentre le mie amiche sì, ma per me non era mai stato un problema: sinceramente, mi faceva un po’ schifo il solo pensiero di dover baciare qualcuno. A casa mia i miei genitori vivevano insieme – anche se erano separati – e, quindi, non li avevo mai visti baciarsi, coccolarsi o abbracciarsi.

Dunque, il tempo passava e tutte le mie amiche avevano già avuto il ragazzo, anche mia sorella gemella, e questo devo dire mi dava un po’ fastidio.

Da piccola, le persone dicevano che tra le due lei era la più carina e cosi iniziai a crederlo anch’io, anche perché nella età dell’adolescenza a confermarlo erano i fatti: i ragazzi più carini, sceglievano sempre lei!  Io ovviamente non accettavo gli scarti e, così, il tempo passava e nessun ragazzo carino mi si avvicinava (più tardi scoprii che era perché lei sorrideva più di me – in effetti io ero una ragazza molto seria).

Comunque, quando arrivai ai 16 anni, inizia a preoccuparmi perché ancora non sapevo baciare: mi era entrato in testa che avevo bisogno di imparare e, così, come si dice per magia, un ragazzo della compagnia mi chiese di uscire con lui. Non era proprio il mio tipo, però pensai che, visto che era più grande di me, avrei avuto molto da imparare. In effetti diventai la sua ragazza e mi resi conto che stava succedendo proprio quello.

Dopo qualche mese, però, iniziai a capire che la relazione non poteva andare avanti: non era iniziata bene, tra me e lui non c’era amore, non c’era mai stato un corteggiamento, una conoscenza reciproca, mi aveva insegnato solo cose che erano importanti per lui e io non sapevo cosa significasse essere amata veramente.  

Per fortuna, lui stesso prima che la nostra relazione andasse oltre, decise di lasciarmi. E, così, io ovviamente accettai, ma non avrei mai creduto quanto fosse stata dura dimenticarlo, soprattutto perché era un mio vicino di casa e ogni volta me lo ritrovavo davanti, ogni volta che lo vedevo sentivo un forte dolore nel petto e un grande desiderio di stare con lui: sapevo che era solo una questione fisica, ma quanto era dura smettere di pensare a lui e ai baci molto passionali che mi aveva dato.

Nel frattempo, conobbi un altro ragazzo: anche questo non mi piaceva per niente, ma ero disperata perché dovevo togliermi il primo fidanzato dalla testa e dal mio corpo. Così pensai e pensai ancora e l’unica cosa mi venne in mente fu: “chiodo scaccia chiodo”; la gente dice cosi, proviamo. Quella fu la mia unica soluzione al mio problema, allora ero una ragazza molto introversa e, questo, mi spinse verso questa unica soluzione.

Questa relazione così strana, dall’inizio più di testa che di cuore, ma che poi invece divento più istintiva, mi rimase impressa e da allora, avevo senza rendermi conto interiorizzato diverse cose:
- che amore era dolore, e che senza dolore, l’amore non poteva esistere.
- mi ero convinta che l’unico modo per poter cambiare relazione, era quella di iniziarne prima un'altra.
- era meglio stare con uomini più grandi perché c’è sempre da imparare.

E, così, anche nelle successive relazioni, si accumulavano altre convinzioni limitanti, altri schemi ripetitivi. Dicono che il tempo ti aiuta a dimenticare, forse è vero, ma quando emergono delle perplessità, il cervello non fa che ripresentarti lo stesso schema, a meno che tu non riesca a superarlo.

Infatti, solo con l’aiuto di altre persone, della lettura, dello studio, dei corsi di formazione, imparai a vedere le convinzioni limitanti che mi ripetevo ogni volta che terminava una relazione e anche le aspettative che avevo quando iniziava una nuova relazione. E gli schemi che si ripetevano nello scegliere una persona piuttosto che un'altra.

Se hai una storia simile alla mia, sappi che esistono tecniche molto semplici, che ti permettono di cambiare i tuoi schemi ripetitivi e non funzionali. Non lasciare passare troppo tempo! Inizia a cambiare la tua vita oggi! A maggio organizzo un corso dove insegnerò come modificare gli schemi ripetitivi e come cambiare le credenze limitanti, in modo che tua abbia gli strumenti per modificare i tuoi schemi e scegliere l’uomo e la vita che ti meriti.


Chiedi informazione a info@radicalcoaching.it

 

Può interessarti anche l'articolo dello stesso autore "Schemi ripetitivi ed emozioni?"

 

Può interessarti anche l'articolo dello stesso autore "Ennesimo fallimento in amore? Prova e riprova, e niente!"

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Il professionista emotivamente competente

Hai mai pensato che la conoscenza delle proprie emozioni, e il sentire quanto sente l’altro, sono abilità molto utili nel lavoro?

Continua

Obiettivi, Focus, Emozioni

Tre parole chiave che cooperano tra loro

Continua

Professionista e Sindrome del sacrificio

Sindrome del sacrificio, cosa c’entra con il professionista?

Continua

Ottimismo e schemi mentali

E' meglio essere ottimisti e avere torto piuttosto che pessimisti e avere ragione (Albert Einstein)

Continua

Conosci te stesso, riconosci le tue potenzialità

Riconoscendo le nostre potenzialità, il lavoro può diventare meno noioso e stressante. Scopri come!

Continua

Schemi ripetitivi ed emozioni?

Sì, perché quando le nostre emozioni sono forti e inaspettate si legano ai nostri ricordi

Continua

Superare l’ansia di parlare in pubblico

Quando i trucchetti per parlare in pubblico non bastano...

Continua

La stessa persona!?

Quando i nostri ruoli diventano rigidi, ci dimentichiamo di noi stessi

Continua

Vivere senza stress? È possibile con la tecnica del FastReset

FastReset, accettiamo di avere un problema di stress e serviamoci degli strumenti per affrontarlo

Continua

Una Leadership riconosciuta e condivisa

Oggi vorrei iniziare con una storia che parla di fiducia reciproca in un gruppo coeso

Continua

Avete già in mente il vostro "Obiettivo 2019"?

Se ancora non avete definito il vostro obiettivo per questo anno, questo articolo è per voi!

Continua

Come diventare life coach

Voglio raccontarvi la mia esperienza e il perchè sono diventata coach

Continua

Smetti di mangiare peperoncini e sii felice!

Vi racconto una storia sulla felicità che ho sentito in una conferenza di Alejandro Jodorowsky

Continua

Alla ricerca di riconoscimento

Vi voglio raccontare una storia che ho letto su un libro di Jorge Bucay, che parla di quando desideriamo il riconoscimento dagli altri

Continua

Ennesimo fallimento in amore? Prova e riprova, e niente!

Non capisci cosa succede! I tuoi uomini sono sempre tutti sbagliati! Ti fai domande del tipo: quale sarà stato il mio errore questa volta?

Continua

Gli errori non ti fermano, ti fortificano

L’unica cosa che può veramente fermati sei tu! O, meglio, sono le tue emozioni a fermarti

Continua

Basta sentirsi Vittima!

Fin da piccola ho sempre visto lontana mia madre, aveva litigato con mio padre per colpa nostra (parlo in plurale perché ho una sorella gemella)

Continua

L’uomo perfetto esiste?

Fin da quando siamo piccole, a noi donne viene raccontata la storia del principe azzurro

Continua

Don’t touch my men! Gelosa io? NO…

Esistono tecniche molto semplici che ti permettono di cambiare i tuoi schemi e di gestire la gelosia

Continua

Seguire le proprie passioni? Non è mai troppo tardi!

Seguite sempre le vostre passioni anche se sembra che non vi portino da nessuna parte!

Continua

Non saper prendere una decisione può derivare da una scarsa fiducia in se stessi

Attraverso un lavoro su se stessi è possibile rimuovere gli ostacoli che impediscono di prendere in mano la propria vita

Continua

Io sono una brava ragazza! Io evito di litigare.

Era questo ciò che mi dicevo sempre, ogni volta che avrei invece voluto affrontare qualcuno.

Continua