Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Le emozioni possono essere contagiose


Le emozioni si trasmettono e possono insinuarsi nel nostro stato emotivo. E' importante riconoscerle
Le emozioni possono essere contagiose

LE EMOZIONI POSSONO ESSERE CONTAGIOSE

E’ capitato a tutti di essere colti da emozioni negative o positive (il sorriso di uno sconosciuto o il disagio che ci coglie al pensiero di stare fianco a fianco di qualcuno spesso scostante o imbronciato). Di queste emozioni non riusciamo a comprendere il senso e la causa, ma influenzano il nostro stato d’animo e le nostre azioni,
Siamo stati contagiati! Si, le emozioni come un virus si trasmettono e possono insinuarsi nel nostro stato emotivo.

 

Il fenomeno si chiama Il “contagio emotivo”, studiato da D. Goleman (Intelligenza emotiva, 1995) ed è tipico dell’interazione umana. E’ legato al linguaggio non-verbale, che è quello che veicola le emozioni attraverso il tono della voce, i gesti, gli sguardi, le espressioni facciali ecc.
Responsabili del contagio emotivo sono i neuroni specchio, che si attivano assistendo nel qui ed ora ad un determinato stato emotivo e riproducono fedelmente (riflettono appunto) in noi la stessa emozione dell’altro; questa così diventa anche la nostra emozione del momento. Questi sono anche alla base del fenomeno dell’empatia che però non va confusa con il contagio emotivo, perché nell’esperienza empatica si ha la capacità di assumere il punto di vista dell’altro senza smarrire il proprio.

 

La confusione fra sé e l’altro è l’aspetto critico del contagio emotivo Se, infatti, osserviamo effetti positivi quando siamo esposti ad un’emozione positiva (un sorriso, un gesto d’affetto) che ci infonderà uno stato di maggior benessere, al contrario l’emozione negativa (rabbia, tensione) ci contagia influenzando il nostro stato d’animo procurando malessere e disagio
Queste emozioni, però, non sono nostre e non riconoscendole producono questi effetti su di noi.

Come facciamo a gestire meglio questa esperienza? Ad accorgerci se ci troviamo di fronte al contagio emotivo?


ASCOLTIAMO LE NOSTRE EMOZIONI

Solo lasciando fluire i nostri vissuti potremmo averne maggior consapevolezza.

 

DARE UN SENSO ALLE NOSTRE EMOZIONI

Riconoscendo le nostre emozioni potremmo distanziarcene e dare loro significato diverso. Acquisiamo una visione più realistica della realtà e dell’esperienza emotiva che sarà utile per modificare i nostri comportamenti verso l’altro e modificare così anche il clima e la qualità dell’interazione.
Ad esempio, abbiamo un collega che suscita tensione, senza un motivo ben preciso. L’atmosfera diventa così tesa che questa tensione ci invade e potrebbe anche ostacolare le nostre prestazioni. Fermiamoci su questa tensione, riconosciamoci che NON SIAMO NOI ad essere a disagio o in tensione, MA E’ LUI/LEI a provarli e proviamo a mettere in atto un’azione diversa che magari potrà sciogliere quella tensione.
Se, invece, l’emozione è positiva si è più contenti del contagio, ma anche in questo caso utilizziamo il buon umore, l’entusiasmo instillato per investirli in quello che dà benessere a noi stessi.

 

Ricordiamo poi che, è vero, possiamo “essere contagiati”, ma anche noi “siamo contagiosi”, per cui siamo anche responsabili delle emozioni di chi ci sta vicino. Se siamo arrabbiati per motivi extra-lavorativi, ad esempio, evitiamo sguardi o gesti rabbiosi al nostro collega, perché oltre a contagiarlo lo stiamo rendendo responsabile di un’emozione di cui non è la causa.


Le emozioni devono poter essere espresse, verbalizzate, condivise e non agite.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La crisi di coppia: significato ed evoluzione

La costituzione della coppia. La crisi di coppia: definizione ed effetti. La crisi come possibilità di cambiamento

Continua

Il bisogno e la paura dell’altro

Alcune riflessioni sull’uso e abuso dei social network

Continua

Aiuto!!! Il colloquio con gli insegnanti

Ansie e preoccupazioni sul colloquio con gli insegnanti. Il colloquio come giudizio. Il colloquio come scambio

Continua

Gli adulti dove sono?

Il branco e i fenomeni di devianza giovanile. Disagio giovanile come problema sociale. Ruolo della famiglia, della Scuola e delle Istituzioni

Continua

La relazione che cura

Principi generali della psicoterapia ad orientamento sistemico-relazionale

Continua

La violenza sulle donne è "cosa nostra"

La violenza di genere come problema sociale

Continua

Difendersi dalle emozioni

Brevi cenni sull'esperienza emotiva e sulla dissociazione alla base di molti disturbi psichici

Continua

Il tempo della “Non-Esistenza”

La tensione nell’attesa di una risposta ad un messaggio. Alcune riflessioni dall’articolo di O. Burkeman

Continua

Ma è la persona giusta?

Il ruolo delle aspettative nella scelta e nella dinamica di relazione

Continua

Lei, Lui e...i suoi figli

Gestire i rapporti con i figli dei propri compagni. Dinamiche di relazione e definizione dei giusti confini

Continua

La paura che fa la differenza

Breve analisi sui fattori psicologici dietro la rabbia e la paura verso i migranti

Continua

Il rientro a scuola come rito di passaggio

Le emozioni attivate dall'ingresso nei diversi cicli scolastici. I disagi legati al cambiamento

Continua

Il senso di inadeguatezza

Origine e significati del senso di inadeguatezza nelle relazioni familiari. Aspetti clinici.

Continua

Il significato del dono nella relazione

Il dono inteso come atto basato sulla reciprocità della relazione. Differenza fra dono e regalo

Continua

Lo Psicologo in corsia, una risorsa preziosa

Lo Psicologo in ospedale è una risorsa preziosa, come professionista è in grado di sostenere pazienti e familiari quando vengono “colpiti” da una diagnosi di malattia

Continua

Gestire la timidezza?... Si può!

La timidezza e l'insicurezza personale. Come scoprire i punti forza per avere un'altra immagine di sè nel confronto con gli altri

Continua

La Resilienza: la risorsa "nascosta"

Attribuire un nuovo senso alla propria vita in seguito a un evento drammatico. Attivazione di nuove risorse e possibilità

Continua

IL TRIANGOLO NO! Il bambino nella lotta fra i genitori

La triangolazione del bambino nella separazione, quando il figlio viene considerato come alleato o nemico

Continua

L'esame di maturità:...è solo un esame!

Esame di maturità come rito di passaggio. Ansie, aspettative e significati

Continua

La mia vita non cambierà mai!

Le aspettative che bloccano il cambiamento. Ansia e paura come segnali di stati emotivi più complessi

Continua

"Io sono le mie relazioni". Stile di attaccamento e personalità

E' nella relazione che si manifestano i nostri tratti di personalità, che nei casi sintomatici danno corpo ai disturbi di personalità

Continua

Il rientro dalle vacanze non è solo il ritorno alla routine

La funzione protettiva della routine. Riscoprire se stessi attivando processi di cambiamento

Continua