Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Saldo e stralcio dei debiti con la transazione fiscale


È possibile ottenere una falcidia allargata dei debiti fiscali e previdenziali anche senza il voto del Fisco e degli Enti di previdenza
Saldo e stralcio dei debiti con la transazione fiscale

Con la Legge di conversione del D.L. 125/2020, pubblicata in G.U. il 3 dicembre 2020, sono state introdotte modifiche alla legge fallimentare di notevole impatto sui concordati preventivi e sugli accordi di ristrutturazione dei debiti; è consentito ottenere l’omologazione degli stessi anche senza il voto dell’Erario, degli enti di previdenza o assistenza obbligatorie, a patto che:

  • l’adesione è determinante ai fini del raggiungimento delle maggioranze di cui all’art. 177 L.F. o ai fini del raggiungimento della percentuale di cui al primo comma dell’art. 182 bis L.F;
  • quando sulla base delle risultanze della relazione del professionista attestatore, la proposta di soddisfacimento dell’amministrazione finanziaria o degli enti gestori di forme di previdenza o assistenza obbligatorie è conveniente rispetto all’alternativa liquidatoria.

Si cerca di superare l’inerzia che spesso viene a crearsi nella prassi dell’amministrazione finanziaria.

Alla luce di questa importante novità, l’Agenzia delle entrate ha emanato la circolare 34/E/2020, con la quale è stato assunto il ruolo centrale del professionista attestatore.

Nella sua Relazione l’Attestatore deve tener conto dell’adeguatezza e del corretto funzionamento del sistema amministrativo/contabile dell’azienda, atto a dimostrare la validità dei dati aziendali, accertandosi anche delle cause della crisi e delle strategie per superarla.

Così facendo sarà possibile ottenere una falcidia allargata dei debiti fiscali e previdenziali, che grazie al rinnovato Codice delle Crisi e dell’insolvenza, è stata riconosciuta anche nella procedura di composizione della crisi per sovraindebitamento dei soggetti c.d. sotto soglia fallimentare, i consumatori, ovvero quelli di cui alla Legge 3/2012.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Liquidità per le Imprese: Decreto "Cura Italia" e "Liquidità" a confronto

Accesso al credito alle imprese ai fini della ripresa ancorato al sistema delle garanzie statali, potenziamento del Fondo di Garanzia e introduzione di SACE Spa

Continua

Nuova liquidità con la cessione dei crediti deteriorati

Il DL Cura Italia concede sostegno finanziario delle Imprese dando la possibilità di trasformare i crediti deteriorati ceduti in credito d'imposta compensabile

Continua

Rivalutazioni gratuite per le strutture alberghiere e termali

Strutture alberghiere e termali: la rivalutazione gratuita degli asset aziendali e miglior accesso al credito bancario

Continua

Credito d’imposta ristrutturazioni per alberghi e strutture termali

Credito d’imposta ristrutturazioni al 65% per alberghi, strutture termali ed imprese agrituristiche: il Decreto Rilancio autorizza la spesa di 180 milioni di euro

Continua

Bilanci 2020 e rivalutazione beni: meno tasse più rating bancario

È stata introdotta la rivalutazione generale dei beni delle imprese, con il riconoscimento dei maggiori valori ai fini delle imposte sui redditi e irap

Continua