Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Separazione e divorzio, genitori e figli


La separazione o un divorzio, rappresentano un momento difficile per tutta la famiglia. Come affrontare questo momento di cambiamento?
Separazione e divorzio, genitori e figli
La separazione o il divorzio, ma anche situazioni ad alta conflittualità all'interno del nucleo familiare sono causa di malessere e stress non solo per la coppia genitoriale, ma anche per i più piccoli.
I genitori rappresentano per il bambino una base sicura, in cui trovare nutrimento, affetto e cura. La sua famiglia è il terreno fertile in cui iniziano i primi apprendimenti, in cui il bimbo impara e crea nuove modalità relazionali che lo caratterizzeranno per tutta la sua vita.
La separazione rappresenta quindi per il bambino una frattura di questo equilibrio in cui può subentrare la paura di perdere uno dei genitori, una minore sicurezza o la perdita di un riferimento affettivo.
Cosa possono fare i genitori per affrontare la separazione?
E' importante mettere in luce due aspetti importanti che accompagneranno questo periodo di cambiamento:
- l'alta conflittualità
- la separazione, come allontanamento dal nucleo di uno dei due coniugi.
L'alta conflittualità della coppia genitoriale spesso non permette di svolgere il ruolo di care giver al meglio; è tale la sofferenza e la rabbia tra i genitori che il minore può non essere visto, diventare causa/strumento all'interno del conflitto di coppia, generando in lui ulteriore sofferenza. Il piccolo si sente in colpa, causa della separazione e del conflitto genitoriale.
Anche se non è un compito semplice è importante cercare di mantenere il conflitto al di fuori della relazione genitoriale, ma su un piano coniugale: ciò non vuol dire non dire, "mentire" ai figli rispetto alle decisioni prese, fare finta che "vada tutto bene", ma cercare di evitare accese discussioni in presenza dei figli e cercare di preservare le proprie competenze genitoriali.
Un altro cambiamento importante è la perdita, anche se parziale o momentanea di una figura gemitoriale, spesso del padre, durante la separazione. L'assenza di un genitore destabilizza il bambino, è importante, per quanto possibile, mantenere continuità nella relazione con il proprio figlio

Un percorso psicologico può essere un aiuto per la coppia genitoriale per cercare mantenere un ruolo attivo e propositivo con i propri figli, un supporto e uno spazio per affrontare il conflitto, per prevenire, ove possibile, procedimenti giudiziari, fonte di ulteriore conflitto e sofferenza per l'intero nucleo.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Musicoterapia e gravidanza

Un primo incontro tra la mamma e il suo piccolo

Continua

Psicoterapia: un percorso di crescita

La psicoterapia può essere non solo un importante supporto per superare i momenti difficili, ma è anche opportunità di crescita personale

Continua

Psicologia e infanzia

Psicoterapia e prima infanzia, come quando e perché richiedere il supporto di uno specialista

Continua

Facciamo la nanna?

Il sonno e i bimbi: aspetti fisiologici, culturali, antropologici, psicologici e non solo....

Continua