Smart working: si accendono i riflettori


Il telelavoro lascia il posto al "lavoro agile"
Smart working: si accendono i riflettori
Previsto dal Jobs Act, lo smart working sembra promettere nuovi traguardi per l'immediato futuro, promuovendo una forma di lavoro, assai flessibile, che sviluppi maggiore produttività e migliore rapporto vita-lavoro.
Questa piccola grande rivoluzione dà la possibilità, per chi lavora in una impresa, di operare da casa o in un co-working senza recarsi in ufficio, grazie anche alla grande spinta tecnologica.

La proiezione di stime mette in luce i risparmi che l'azienda porterebbe a casa per ogni singolo impiegato e le ore che lo stesso impiegato potrebbe guadagnare nell'anno in termini di tempo disponibile per sè.

Il disegno di legge stabilisce i contorni di questa nuova tipologia lavorativa :
- l'accordo deve essere stipulato per iscritto a pena di nullità;
- sono disciplinate le modalità di esecuzione della prestazione che non deve essere svolta all'interno dei locali aziendali;
- devono essere individuati i tempi di riposo dei lavoratori;
- il contratto può essere a tempo determinato o indeterminato (nel caso di recesso occorre dare un preavviso non inferiore a 30 giorni);
- riguardo al trattamento economico il Jobs Act stabilisce che il lavoratore abbia diritto a ricevere un trattamento economico non inferiore a quello dei lavoratori, con stesse mansioni, all'interno dell'azienda;
- il datore di lavoro deve inoltre garantire sicurezza e salute al lavoratore.

A buon vedere le tutele del lavoratore rimangono intonse, come deve essere, ma il mondo dell'impresa viene investito da cambiamenti che possono tradursi in nuovi traguardi economico-reddituali e di rilancio competitivo.
Certamente l'applicazione a tutto raggio di questa forma di lavoro, assai promettente, richiede una formazione culturale d'impresa importante che investe tutta la governance aziendale.

Articolo del:



Non è presente nessuna recensione!


Aggiungi ai tuoi preferiti e visualizza in seguito

L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

730: ecco come detrarre le spese veterinarie

Detrazione del 19% sulle spese veterinarie dei nostri amici animali

Continua

Tax credit produzione

Opportunità per i creditori d'arte cinematografica

Continua

Titolo 2 Capo VI - Incentivi al turismo

Occhio ai finanziamenti agevolati!

Continua

Puglia, si aggiorna il Microprestito

L'obiettivo è quello di dare nuove opportunità alle imprese che non riescono ad accedere al credito bancario

Continua

Siamo alla Sabatini Ter

Un occhio attento per chi vuole investire

Continua

Casa e agevolazioni

Il Mef pubblica la guida "Fare Casa"

Continua

CASA E AGEVOLAZIONI

Il Mef pubblica la guida "Fare Casa"

Continua

Bilancio e derivati

Derivati: speculazione o copertura del rischio?

Continua

Il passaggio generazionale: ponte per il futuro

In questo passaggio solo il 30% delle aziende sopravvive al proprio fondatore. Ecco qualche consiglio

Continua

I contribuenti minimi compilano il quadro LM

Unico persone fisiche, regime di vantaggio

Continua

Il pegno non possessorio: garanzia facile?

Ecco le novità in materia di garanzia del credito per incentivare il finanziamento delle imprese

Continua

Parliamo di SPID

Nasce l'identità digitale

Continua

Il trattamento di fine mandato

E` una sorta di liquidazione equiparabile all'indennità di fine rapporto dei dipendenti vantaggiosa per impresa e amministratori

Continua

Creare un'azienda partendo da un'idea

L'importanza di un consulente aziendale e del business-plan

Continua

Moneta complementare

E' come il baratto?

Continua