Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Il Consulente Patrimoniale oggi


Affidarsi a un consulente patrimoniale che sia aggiornato è un passo fondamentale per il proprio futuro. Scopri di più su questa figura professionale
Il Consulente Patrimoniale oggi

La figura professionale di chi lavora in ambito finanziario, per lo più come figura professionale autonoma, è cambiata nel tempo.

I promotori finanziari degli anni ‘90 si sono evoluti, anche se non tutti, nei consulenti finanziari degli anni 2000 ed ora, alcuni di loro, cercano di trasformarsi in consulenti patrimoniali.

 

Ma che cos’è un consulente patrimoniale?

Consulenza: “…prestazione singola o saltuaria di consigli e pareri da parte di un esperto su materie di propria competenza, o… prestazione continuativa e professionale…” (Vocabolario Treccani).

Patrimonio: “…il complesso dei beni, mobili [tra cui le attività finanziarie (cioè denaro liquido, titoli azionari e obbligazionari o altri titoli di credito)] o immobili, che una persona (fisica o giuridica) possiede, …p. mobiliare o p. immobiliare secondo che consista in beni mobili o immobili…” (Vocabolario Treccani).

Quindi, un consulente patrimoniale è un professionista esperto in materie finanziarie (e magari immobiliari) che fornisce consigli e/o pareri in via saltuaria e/o continuativa a persone che possiedono patrimoni.

Per esprimere un parere consapevole o dare un consiglio esperto, però, il consulente patrimoniale deve conoscere bene non solo la materia di cui tratta, ma anche la persona a cui si riferisce, e qui entra in gioco quel valore aggiunto che solo un rapporto di approfondita conoscenza e reciproca fiducia può dare.

Questi sono gli anni in cui la famiglia tradizionale ha lasciato il posto alle famiglie allargate, alle coppie di fatto, ai conviventi, ai single. Sono gli anni in cui i tempi di attesa per usufruire della sanità pubblica vengono ovviati, da chi se lo può permettere, rivolgendosi a strutture private. Sono gli anni in cui l’Inps chiude con disavanzi di esercizio sempre maggiori e diventa fondamentale preoccuparsi di dove mettere il TFR (trattamento di fine rapporto), per chi ancora lo potrà accantonare. Sono gli anni della “quota 100”, dei tagli alle pensioni, della legge sul “dopo di noi” e dell’aumento della pressione fiscale.

Sono gli anni in cui ogni famiglia, ogni persona, ogni azienda, ogni situazione è un caso a sé ed è fondamentale che il consulente patrimoniale sia una figura professionale davvero preparata e pronta a rispondere a queste nuove esigenze.

Il consiglio è quello di cercare un professionista che si assuma il compito di tutelare la persona e il patrimonio, anticipando anche quelle che potranno essere le problematiche fiscali e familiari in caso di successione.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse