Adolescenza a “rischio droghe”


Alla base dell’assunzione di sostanze stupefacenti potrebbero esserci il desiderio di indipendenza e di integrazione sociale
Adolescenza a “rischio droghe”

Quando si parla dei motivi che causano la dipendenza da stupefacenti non si può mai generalizzare, soprattutto quando ci si riferisce agli adolescenti. L’assunzione di droghe da parte dei teenagers può nascondere una miriade di motivazioni, che vanno dalla ricerca di evasione legata a problematiche familiari alla semplice curiosità di "provare una nuova emozione".

Nonostante, quindi, ci possano essere motivazioni differenti è però pacifico affermare che l’età adolescenziale sia quella più "a rischio assunzione" proprio per lo sconvolgimento emotivo, psicologico e fisico durante questa fase della vita.

E la droga può rappresentare, a volte, la soluzione più immediata ai forti stati emotivi del momento. L’età adolescenziale è contraddistinta dalla crescita fisica che è anche e soprattutto psicologica ed emotiva. Con il proprio corpo che si trasforma, ci si sente "grandi" pur sentendosi ancora in condizione di soggezione nei confronti degli adulti; si sente il bisogno di far valere le proprie idee, ideali o meno che siano, nei confronti di chiunque, genitori in prima linea, anche a costo di forti scontri; la ribellione che nasce dalla necessità di costruire la propria identità crea conflitti con il senso innato e naturale dell’attaccamento alla famiglia.

E’ un periodo particolare, caratterizzato bisogni contrastanti: l’esigenza di essere ancora guidati e consigliati dai genitori si oppone alla voglia di indipendenza e di autodeterminazione; la ricerca della propria identità, a volte, potrebbe scontarsi con la personalità dei genitori e i loro desideri sul futuro immaginato per il figlio.

Ma la famiglia non è il solo ring sul quale si gioca la battaglia emotiva dell’adolescente. La scuola, gli amici, la ragazza o il ragazzo desiderato, sono tutti attori principali che condizionano l’adulto che si diventerà. Anche nell’ambito extra familiare l’altalena emotiva è fortemente presente.
Ed ecco, allora, che anche in questo caso, la droga può rappresentare quella soluzione per affrontare ciò che si vive.

L’uso di droghe può nascondere la ricerca di una maggiore consapevolezza personale, può rappresentare lo strumento per farsi accettare dalla "compagnia" o per "mettersi in mostra agli occhi dell’innamorato/a" o semplicemente può nascondere la voglia di sperimentare nuove sensazioni. La necessità di essere accettati dai coetanei rende inoltre più difficile opporsi alle scelte consapevolmente sbagliate degli amici.

Ecco, allora, che un aiuto psicologico, in questi casi, non è sinonimo di opposizione alla propria crescita personale e alla costruzione della propria identità. Anzi, è un’occasione fondamentale di confronto per far emergere appieno la propria personalità, per accrescere la propria autostima e sicurezza e per affrontare in maniera "più adulta" gli eventuali conflitti familiari che potrebbero essere alla base di lotte e disagi interiori.

Articolo del:

I professionisti più vicini a te in Consulenza psicologica