Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Consulenti nel welfare, collaborare per crescere!


Consulente del lavoro e consulente finanziario, due figure chiave nel welfare aziendale. Come poter crescere collaborando
Consulenti nel welfare, collaborare per crescere!
Un'azienda sopravvive se acquisisce in maniera costante nuovi clienti, questo è pacifico.
Oggi il mercato però è sempre più affollato, ci troviamo in un luogo dove tutti fanno più o meno le stesse cose a più o meno le stesse tariffe a questo punto occorre in qualche modo poter emergere, distinguersi per:
Aprire nuovi spazi di mercato
Acquisire nuova clientela
Fidelizzare quella attuale.
Per distinguersi però bisogna creare un polo di attrazione, che li entusiasmi, li porti ad identificarti come un punto di riferimento, il professionista che fornisce un servizio ad alto valore aggiunto, che emerga dal caos delle offerte e dei servizi, senza snaturare al contempo la tua attività andando ad "invadere" il campo di competenze altrui.
Quel qualcosa io credo di averlo trovato: la professionalità del consulente del lavoro/aziendale e del consulente finanziario possono assolutamente convergere nella proposta di un servizio altamente qualificante: e cioè lo sviluppo del cosiddetto "welfare aziendale".
Il welfare aziendale, ancora non molto presente in Italia rappresenterà nel prossimo futuro, un enorme polo di attrazione dove potersi muovere insieme ai clienti attuali oltre che potenziali.

Pensiamo solo per un attimo ad un progetto di previdenza aziendale, dove l’azienda in primis può sfruttare importanti agevolazioni fiscali e di gestione in questo contesto, diventa indispensabile oltre al consulente del lavoro l'apporto di uno specialista finanziario ed assicurativo, ad esempio.
Ora per potersi strutturare in maniera efficace sono richiesti investimenti e risorse importanti, come si può raggiungere lo stesso risultato senza esporsi troppo?
Riflettendo molto su questo tema sono giunto alla conclusione che il problema più grosso da superare a questo punto sia la mancanza di collaborazione.

La mancanza di collaborazione...
Proprio la mancanza di collaborazione fra professionisti di discipline diverse, è il freno più importante al cambiamento di paradigma; si è conclusa ormai da tempo l’epoca dell’orticello, ha funzionato per un bel po’ ma oggi proprio in virtù di quanto affermato sopra è una strada non più percorribile.
Collaborare insieme ad altri professionisti significa poter mettere sul piatto competenze diverse per poter mettere a disposizione del cliente un servizio a 360 gradi e di qualità.
Nel welfare aziendale si potrebbe esprimere al massimo questa collaborazione, nella ricerca degli strumenti più idonei da mettere a disposizione dell’imprenditore un esempio?
Il consulente del lavoro ha una eccellente preparazione e competenze specifiche sulla pianificazione fiscale nei confronti dell’imprenditore, mentre il consulente finanziario possiede competenze specifiche nella gestione dei fondi pensione collettivi aziendali (vedi questo mio articolo sui vantaggi fiscali per le Aziende : "il Tfr in Azienda: un patto che conviene ad Azienda e dipendenti").
Il consulente del lavoro ha un portafoglio clienti formato da imprenditori e professionisti ed anche il consulente finanziario ha un portafoglio composto in larga parte da imprenditori e professionisti; ora unendo le forze, si potranno semplicemente "integrare" insieme potendo in questo modo fornire un servizio a più alto valore aggiunto ai clienti di entrambi!

Lato consulente del lavoro
Potrà fornire al cliente imprenditore, oltre ai servizi naturali della sua professione anche la consulenza offerta nel ramo della previdenza complementare aziendale da parte del consulente finanziario, per imbastire un progetto di welfare come ad esempio la gestione di un fondo pensione collettivo aziendale (dal punto di vista fiscale, si stimano risparmi in termini di costi di circa il 10%, sul trattamento dei TFR dei dipendenti).

Lato consulente finanziario
Il consulente finanziario di contro, potrà fornire la consulenza specifica del consulente del lavoro ai propri clienti imprenditori, aumentando in questo senso il bacino di operatività.
Con questo interscambio di competenze si potrà ampliare vicendevolmente il proprio segmento di mercato senza contare infine il processo virtuoso del passaparola creato, giocoforza, dagli imprenditori soddisfatti.

Ma adeso dimmi, hai mai pensato di collaborare con un altro professionista in un progetto di welfare aziendale?




Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

Successione quello che (FORSE) non sai

Il ricambio generazionale in azienda richiede sempre un'attenta pianificazione a tavolino per evitare conseguenze negative

Continua

Più competitivo? Usa il WELFARE AZIENDALE!

Come il welfare aziendale porterà benefici importanti alla tua azienda

Continua

Progettare il welfare aziendale le basi

Come si progetta un piano di welfare aziendale? Primo di una serie di articoli dedicati, oggi partiamo dai fondamentali

Continua

Welfare aziendale fra cliente e lavoratore

Il welfare aziendale non si esaurisce solo all'interno dell'azienda ma coinvolge fornitori e clienti attuali, ma soprattutto quelli futuri.

Continua

Progettare un Welfare Aziendale il questionario

Un piano di welfare aziendale passa dall'analisi dei reali bisogni dei lavoratori, dell'ambiente di lavoro dalla percezione stessa del lavoro.

Continua

Progettare il welfare aziendale: IL CLIMA

Il primo passo nella creazione di un piano di welfare aziendale è senza dubbio quello di creare un clima interno all'azienda che sia adeguato

Continua

Welfare in azienda? Fra emozioni e comunicazione!

Il welfare aziendale non può prescindere dalle emozioni, la formazione unita ad una comunicazione interna ed esterna ne garantiranno il successo

Continua

Welfare aziendale un fatto di comunicazione

Il welfare aziendale in italia muove i primi passi ma i gap da colmare sono ancora molti qui troverai qualche soluzione

Continua

Dal Benefit al Welfare Aziendale

Come cambia la gestione delle risorse nelle PMI, passando da una logica di benefit ad una di Welfare

Continua

MIFID2, la vera difesa del risparmiatore

MIFID2: le nuove normative a difesa del risparmiatore, quali sono i tuoi diritti nei confronti delle banche

Continua

Investire con successo? Certo ma con metodo!

Investire con successo è certamente possibile, a patto però, che lo si faccia con metodo e rispettando determinate condizioni.

Continua

MIFID2 Tutela del Risparmio 3 cose che DEVI sapere

Le 3 cose che DEVI assolutamente conoscere delle MIFID2 le nuove normative europee a tutela del risparmio.

Continua

Previdenza tutti ciò che (DOVRESTI) Sapere

Se ti stai chiedendo in che modo, una polizza di previdenza integrativa possa esserti utile, qui troverai la risposta.

Continua

TFR al Fondo pensione? Vantaggi per l'azienda

Generalmente il trattamento di fine rapporto viene utilizzato dalle aziende come “forma di autofinanziamento”, come “liquidità di cassa”

Continua

I Titoli di Stato sono sicuri?

Con l'introduzione delle CACs (Clausole Azione Collettiva) viene de facto ridimensionata la figura dello Stato come garante assoluto

Continua

Prima d'investire, valuta l'Orizzonte Temporale!

Quando ci si approccia ad un investimento bisogna avere ben chiaro in mente per quanto tempo potrai ragionevolmente tenere investiti i tuoi soldi

Continua

Assicurazioni viaggio, proteggiti PRIMA di partire

Prima che la vacanza dei tuoi sogni diventi incubo, prendi precauzioni...è facile!

Continua

Liquidità sul conto corrente ma Conviene davvero?

Detenere i propri risparmi sul conto corrente o strumenti di liquidità pensi davvero che sia la scelta più conveniente?

Continua

Welfare aziendale si può ma con la rete d'impresa!

Il welfare aziendale coniuga la necessità di protezione del potere di acquisto da parte dei lavoratori con l’esigenza di rendimento aziendale

Continua

Sesa SpA, il Welfare si fa Territoriale!

Il welfare oggi da aziendale si fa territoriale, vediamo come in un esempio concreto

Continua

Welfare Aziendale? Ascolta i tuoi Dipendenti!

Comprendere i bisogni reali dei dipendenti, primo passo verso il successo del piano di Welfare

Continua

Millenials, un Welfare da (Ri)pensare?

Il welfare preconfezionato ai millenials va stretto e l'aumento salariale non è una priorità

Continua

La chiave per Proteggere i TUOI risparmi!

Che fine potrebbero fare i tuoi risparmi? Oggi ti offro la soluzione

Continua

Mercati e Risparmio la regola d'oro che TI RIGUARDA!

Esiste una regola d'oro in finanza che se disattesa comporta danni seri ai tuoi risparmi

Continua

Proteggere i risparmi? Usa una Unit Linked!

Una sola domanda, come proteggo i miei risparmi? Io ti offro una possibile soluzione!

Continua

Proteggi (davvero) i risparmi, usa il Fondo Comune!

Come proteggere i propri risparmi usando i Fondi Comuni d'investimento

Continua

Proteggi (davvero) i tuoi risparmi, usa un Fondo Comune!

Come proteggere i propri risparmi usando un fondo comune d'investimento.

Continua

Fondi Comuni, come (dovresti) usarli

Come e quando usare un Fondo Comune? Quali sono i rischi? Qui troverai le risposte

Continua

Strumenti Finanziari, quali sono e quando usarli!

Ogni strumento finanziario ha uno scopo che dovrebbe coincidere con i tuoi obiettivi di rendimento

Continua

Le 4 Fasi del ricambio generazionale in azienda

Quando si diventa consapevoli della necessità di pianificare il ricambio generazionale in azienda?

Continua

I 5 requisiti per un ricambio generazionale di successo!

La quasi totalità delle PMI Italiane hanno in comune il fatto di essere a conduzione famigliare

Continua