Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Consulenza finanziaria: ma lei cosa mi consiglia?


Un Contratto tra cliente e consulente finanziario deve avere delle regole semplici e chiare
Consulenza finanziaria: ma lei cosa mi consiglia?

 

"Ma lei cosa mi consiglia?"

Quante volte abbiamo sentito questa domanda dai nostri clienti?

Non scrivo per i miei colleghi, ma per il pubblico che chiede quei consigli, ne hanno bisogno.

Caro potenziale cliente, quella domanda ha risposte “complicate” da elaborare, perché?

La gestione di un portafoglio finanziario è il rispetto di regole chiare, un patto tra quello che vorresti, se possibile, e quel che è possibile fare, l’obiettivo da raggiungere. Avere il miglior trattamento fiscale e un buon connubio con i costi da affrontare.

In un mondo dove la certezza di rendimento non esiste più, in un mondo dove la parola “garantito” è stata sostituita da “protetto”, le regole del “gioco” sono state riscritte con le normative europee e bisogna saper rimanere al passo con i tempi per avere un rendimento ragionevole e raggiungere quell’obiettivo che ci siamo posti.

Quindi caro mio cliente potenziale,

che vorrai essere gestito da un professionista che si occupa “soltanto” della gestione di risparmio e che non ha tutti i conflitti di interesse che troveresti in quella tua banca “tradizionale” dove ti cambiano il consulente una volta ogni due anni (almeno),

siediti e prenditi tutto il tempo che ti occorre per ascoltarmi, come?

Con un appuntamento, con tempo dedicato soltanto per te e che periodicamente ti chiamerà per verificare che le scelte prese continuino per la giusta direzione, un’assistenza periodica che faccia il punto della situazione.

Ci sarà bisogno di parlare complicato? No.

Saprò parlare in modo semplice e chiaro per essere sempre comprensibile,
ma la gestione non sarà semplice e non dare mai nulla per scontato.

Caro il mio potenziale cliente,

i portafogli finanziari di un Italiano medio sono prevalentemente obbligazionari, perché?

Perché per decenni c’e’ stato l’assioma che l’obbligazione aveva zero rischi e un buon rendimento.

Oggi, ma anche ieri, le obbligazioni non solo rendono zero o li vicino, ma hanno perso quelle “garanzie” che riuscivano a dare in passato.

Dovrai avere molta pazienza e dovrai spremerti le meningi per permetterti di consigliarti anche delle alternative valide al passo con i tempi difficili che ritroveremo periodicamente,

dovremo ragionare sul tempo che hai a disposizione nei tuoi investimenti,

dovremo ragionare sui rischi che si possono correre e sui costi delle operazioni,

dovremo ragionare insieme su quanta protezione e su chi vorrai proteggere se non te stesso.

Può sembrare semplice, ma dietro un servizio di consulenza ci sono tante conoscenze della materia e tanti consigli che possono essere costruiti su misura, mai per caso, solo per te.

Quello con il tuo consulente finanziario è un contratto, non dare fiducia a chiunque, valuta bene prima di decidere e… ricorda, la fretta è cattiva consigliera così come il tempo di prendere una decisione non può essere infinito.

Resto a tua disposizione,
caro cliente potenziale.

 

Giacomo Marciacane

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

La cultura del risparmio

Parola d’ordine? Pianificare

Continua

In tempi di volatilità

Consigli per gestire l'ansia da volatilità

Continua

L'irresistibile fascino de "Il Piano di Accumulo"

Il Piano di Accumulo è uno strumento sperimentato di investimento per entrare sul mercato in sicurezza

Continua

Consulenza finanziaria, com'è cambiata la banca tradizionale?

Quando si tratta di investimenti occorre scegliere il consulente finanziario che fà i vostri interessi e non quelli della banca

Continua

ESG, moda o asset imprescindibile?

ESG, un approccio agli investimenti sostenibili e la possibilità di far parte di un progetto ambizioso che ci responsabilizza tutti

Continua

Investire o essere già Investiti ai tempi del Coronavirus?

Il mio punto di vista su chi ha un portafoglio investimenti e sull'emotività del momento e chi invece, essendo liquido sul conto, potrebbe investire

Continua

La chiamavano Patrimoniale

La Storia scorrevole della situazione durante il Covid-19 e post Covid-19, come il nostro Paese è costretto ad aumentare il debito pubblico...

Continua

Educazione finanziaria allo stato liquido

E' proprio necessario mantenere un'elevata quantità di denaro sul conto corrente in previsione di un evento potenzialmente sfavorevole futuro?

Continua

La Transizione Energetica, a che punto siamo?

Il Punto della situazione da luglio 2019 ad oggi per quel che riguarda la transizione energetica a livello Mondo

Continua

Lo Schema Ponzi è sempre di moda

Si evidenzia un metodo truffaldino di finti consulenti che promettono rendimenti esorbitanti garantiti ancora in auge

Continua

Il passaggio generazionale

L'importanza di occuparsi del passaggio generazionale per i detentori di ricchezza finanziaria, immobiliare o aziendale, non deve essere presa sotto gamba

Continua