Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Non sanzionabile la compensazione oltre limite


La CTP di Potenza ritiene non sanzionabile l'utilizzo del credito in compensazione oltre i limiti di cui alla L. 388/2000.
Non sanzionabile la compensazione oltre limite
La Commissione Tributaria Provinciale di Potenza esamina le conseguenze sanzionatorie dell'utilizzo del credito in compensazione oltre i limiti di cui all’art. 34 della L. 23 dicembre 2000, n. 388. Il contesto normativo in esame disciplina le modalità di effettuazione della compensazione mediante Mod. F24 di crediti tributari e contributivi, stabilendo un limite massimo annuo alla compensabilità, attualmente fissato, dall’art. 34 della L. 23 dicembre 2000, n. 388, in euro 516.456,90 per anno solare (misura incrementata, a partire dall’anno 2001, rispetto all’originario tetto di Lire 500.000.000): detta disposizione, peraltro, è stata emendata dall’art. 10, comma 1, lettera b), del D.L. 1° luglio 2009, n. 78, per stabilire che "tenendo conto delle esigenze di bilancio, con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, il limite di cui al periodo precedente può essere elevato, a decorrere dal 1° gennaio 2010, fino a 700.000 euro" (previsione che, come noto, è però rimasta al momento inattuata, stanti le difficoltà delle casse statali).

Il collegio potentino, con la sentenza n. 282/01/2015, si sofferma sulla sanzionabilità dell'utilizzazione del credito in compensazione ed afferma la inapplicabilità della sanzione di cui all'art. 13 del D.Lgs. 471/1997. La fattispecie sanzionatoria di cui all’art. 13 del D.Lgs. 471/1997 non attiene (né risulta applicabile) alla fattispecie del superamento del limite di compensabilità dei tributi. Difatti, la norma richiamata attiene unicamente l’omesso versamento di tributi che rappresenta fattispecie radicalmente differente dal versamento, effettuato con il modello di delega F24, per un importo superiore al limite annuo.

Nel caso di specie, dunque, la fattispecie oggettiva non può reputarsi sussistente in quanto non emerge l’elemento oggettivo dell’omesso versamento. Per l’effetto, l’invocata applicazione è sostenuta, unicamente, dall’applicazione del principio di analogia, tuttavia inapplicabile all’ambito sanzionatorio. Da ciò consegue l’illegittimità della sanzione irrogata.

In altri termini, in un sistema tributario, quale quello nazionale, che deve rispettare i due precetti costituzionali della riserva di legge in materia tributaria (art. 23 della Costituzione) e del diritto di difesa del contribuente (art. 24 della Costituzione) nonché il principio di tipicità delle sanzioni tributarie e del nulla poena sine lege, come espressi dall’art. 1 del D.Lgs. 471/1997, occorre, dunque, valorizzare, piuttosto che il ricorso all’analogia, il diverso principio, già più volte sancito in ambito giurisprudenziale in relazione alla materia tributaria, a mente del quale non si può essere puniti se manca una legge che colpisce la presunta infrazione commessa.

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

ICI sul fotovoltaico: affidamento e buona fede

La CTP Potenza tutela l’affidamento del contribuente in riferimento alle imposte locali (I.C.I. ed I.M.U.) su impianti fotovoltaici anteriori al 2013.

Continua

Contraddittorio obbligatorio anche per il registro

La CTR di Potenza pone al vaglio il contraddittorio endoprocedimentale negli accertamenti di registro affermandone la necessarietà

Continua

Rivalutazione terreni: chiarite le decadenze

La CTR di Potenza assume la legittimità della cessione di terreni edificabili rivalutati ad un corrispettivo inferiore al valore periziato

Continua

Presunzioni D.L. 78/2009 non retroattive

Affermata la irretroattività della presunzione legale conseguente alla mancata compilazione del quadro RW in presenza di investimenti esteri

Continua

Ammissibile la lite sull'avviso del C.U.T.

E’ impugnabile l’avviso bonario con il quale la segreteria della commissione tributaria richiede il pagamento del contributo unificato

Continua

Fotovoltaico, diritto di superficie non imponibile

La CTP di Potenza accerta la non imponibilità della costituzione di diritto di superficie da parte di soggetto non imprenditore

Continua

IVA agevolata alle Cooperative sociali

Le cooperative sociali godono dell'aliquota IVA agevolata per le prestazioni socio-sanitarie ivi comprese le prestazioni di trasporto disabili

Continua

Il Redditometro non ha efficacia retroattiva

Le modifiche al redditometro non operano con efficacia retroattiva ed escludono la rilevanza di indici di spesa post 2009 ad anni precedenti

Continua

Raddoppio dei termini per Sanzioni ex D.L. 78/2009

Affermata la irretroattività del raddoppio dei termini per la irrogazione di sanzioni conseguente alla mancata compilazione del quadro RW

Continua

L’Affidamento legittimo esclude l’imposta

La CTR di Potenza afferma l’idoneità del principio di legittimo affidamento ad escludere la debenza dell’imposta

Continua

Decadenza in 4 anni per esenzione dichiarativa

La decadenza dall'accertamento spira nei termini ordinari nelle ipotesi di esenzione dalla presentazione del modello dichiarativo

Continua

Impugnabile il diniego all'interpello sulle società di comodo

E' autonomamente impugnabile il diniego all'interpello sulle società di comodo

Continua

Rivalutazione terreni: esclusa la decadenza da cessione

Rivalutazione terreni: non decade in caso di cessione ad un corrispettivo inferiore

Continua

Operazioni accessorie fuori dal pro-rata IVA

Affermata l'esclusione dal calcolo del pro-rata IVA per le operazioni di natura accessoria anche se non occasionali secondo canoni di natura “quantitativa”

Continua

Cartelle MedioCredito nulle per assenza di titolo esecutivo

Illegittima l’iscrizione a ruolo per surroga del MedioCredito, di cui al Fondo di Garanzia, non preceduta da titolo esecutivo

Continua

La rottamazione delle cartelle si estende alle Casse private

Illegittima la scelta di Cassa Geometri di comunicare l'inapplicabilità della rottamazione alle proprie iscrizioni a ruolo

Continua

Atto istitutivo di Trust con ipo-catastali in misura fissa

L’attribuzione patrimoniale effettuata in sede di istituzione di un atto di Trust sconta l’imposta ipo-catastale in misura fissa

Continua

Verifiche fiscali e locali ad uso promiscuo

La natura di locale ad uso promiscuo non è esclusa nè dall’autonomo identificativo catastale né dall’utilizzo esclusivo

Continua