Richiedi una consulenza in studio gratuita!

L'iperbilirubinemia indiretta nei concorsi nelle FFA


La possibile impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per la riscontrata iperbilirubinemia indiretta
L'iperbilirubinemia indiretta nei concorsi nelle FFA

Mi viene chiesto parere in merito alla possibilità, per un candidato al concorso per la copertura di n. 3700 allievi carabinieri in ferma quadriennale, di impugnare il decreto con il quale è stato dichiarato “inidoneo” a seguito della prevista visita di accertamento dell’idoneità psicofisica per la riscontrata iperbilirubinemia indiretta.

In punto di fatto va evidenziato che l’Arma dei Carabinieri bandiva un “Concorso, per esami e titoli, per il reclutamento di tremilasettecento allievi carabinieri in ferma quadriennale” pubblicato in G.U.R.I. 4a serie speciale n. 23 del 22.3.2019.

Il richiedente parere in possesso dei requisiti previsti dal bando presentava domanda di partecipazione alla procedura concorsuale ed a seguito delle prove di efficienza fisica, risultato idoneo, veniva sottoposto ai previsti “accertamenti psicofisici volti alla verifica del possesso dell'idoneità psicofisica a prestare servizio in qualità di carabiniere” a cura della commissione per gli accertamenti psico-fisici.

A seguito dei previsti esami la commissione per gli accertamenti psico-fisici, con il decreto da impugnare, “considerato che il candidato è stato riscontrato affetto da iperbilirubinemia condizione contemplata quale causa di inidoneità al servizio militare ai sensi dell’art. 582 del D.P.R. 15.6.2010 n. 90 e del D.M. 4.6.2014” giudicava il candidato inidoneo alla prosecuzione della procedura concorsuale.

Il richiedente parere dopo sei giorni dalla notifica del giudizio di inidoneità ovvero a brevissima distanza temporale dallo svolgimento della visita di idoneità condotta dalla commissione per gli accertamenti psico-fisici dell’Arma dei Carabinieri si sottoponeva ad un’indagine genetica eseguita dal Laboratorio Genetica Molecolare dell’Unità Operativa Complessa di ematologia per le malattie del sangue e degli organi ematopoietici presso l’A.S.L. territorialmente competente.

La detta A.S.L. pur rilevando la iperbilirubinemia indiretta, ovvero la “sindrome di Gilbert” riscontrava che la stessa si attestava su un “valore maggiore di 2.5 mg/dl e minore di 4.5 mg/dl”.

Chiarita la premessa di fatto occorre evidenziare che il bando all’art. 2 avente ad oggetto i “requisiti di partecipazione” al comma 4 alla lett. g) precisa che posso partecipare alla procedura concorsuale coloro che “siano in   possesso della idoneità psicofisica ed attitudinale da accertare successivamente con le modalità di cui agli articoli 10 e 11”.

Il citato art. 10 prevede che: “I concorrenti risultati  idonei  al  termine  delle  prove  di efficienza fisica di cui all'art. 9 saranno sottoposti, a cura  della commissione di cui all'art. 6, comma 1, lettera c),  ad  accertamenti psico-fisici  volti  alla  verifica   del   possesso   dell’idoneità psicofisica a prestare servizio in qualità di carabiniere… Gli accertamenti psico-fisici verificheranno il  possesso  del seguente profilo sanitario minimo valutato  in  base  alla  direttiva tecnica per delineare il profilo dei  soggetti  giudicati  idonei  al servizio militare di cui  al  decreto  ministeriale  4  giugno  2014: psiche (PS) 1, costituzione (CO)…La commissione, disporrà per tutti i concorrenti  i  seguenti accertamenti specialistici e di laboratorio: h. analisi del sangue concernente:…bilirubinemia totale e frazionata…”

Il medesimo art. 10 al successivo comma 7 prevede, altresì, che: “saranno giudicati «inidonei» i concorrenti:… b. risultati affetti da: 1) imperfezioni ed infermità contemplate nel decreto ministeriale 4 giugno 2014 -  Direttiva tecnica per l'applicazione delle imperfezioni e delle infermità che sono causa di non idoneità al servizio militare di cui all'art. 582 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90 o che determinino l'attribuzione di un profilo sanitario diverso da quello di cui al precedente comma 4;".

Il D.P.R. 15.3.2010, n. 90 recante il “Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, a norma dell'articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246” all’art. 582 prevede che: “sono causa di non idoneità al servizio militare le seguenti imperfezioni e infermità:…b) Disendocrinie, dismetabolismi ed enzimopatie: 1) i difetti del metabolismo glicidico, lipidico o protidico, trascorso, se occorre, il periodo di inabilità temporanea; 2) la mucoviscidosi; 3) le endocrinopatie, trascorso, se occorre, il periodo di inabilità temporanea; 4) i difetti quantitativi o qualitativi degli enzimi, trascorso, se occorre, il periodo di inabilità temporanea…”.

Inoltre, il Decreto Ministeriale del 4.6.2014 recante la “direttiva tecnica riguardante l'accertamento delle imperfezioni e infermità che sono causa di non idoneità al servizio militare e della direttiva tecnica riguardante i criteri per delineare il profilo sanitario dei soggetti giudicati idonei al servizio militare” prevede alla lett. A) punto 4) che sono causa di inidoneità “I difetti quantitativi o qualitativi degli enzimi, trascorso, se occorre, il periodo di inabilità temporanea. Rientrano in questa fattispecie: - la iperbilirubinemia indiretta superiore a 5 mg/dl accertata in due occasioni dopo 24 ore di riposo…”.

Com’ è stato chiarito dalla scienza medica “la iperbilirubinemia detta anche sindrome di Gilbert, è una condizione abbastanza frequente circa 8% della popolazione maschile adulta nella quale i soggetti che ne sono affetti presentano un aumento, di solito fluttuante, della bilirubinemia nel siero, e  se la bilirubinemia raggiunge livelli più elevati, ovvero un valore maggiore di 2.5 mg/dl si può avere la comparsa di una colorazione gialla delle sclere (ittero)” …“Il problema è causato dalla incompleta eliminazione della bilirubina che il deficit dell'enzima (uridindifosfogluconil-Transferasi UDPGT-asi) deputato a renderla solubile non ne permette la completa escrezione. In conseguenza di ciò la bilirubina indiretta aumenta nel sangue”…  “Tale alterazione non crea alcun tipo di problema sia sulla qualità, sia sulla quantità di vita dei soggetti che ne sono affetti e sullo loro generali condizioni di salute, e si manifesta in alcune particolari condizioni di stress fisico o psicotico o in relazione all’insorgenza di altre cause quali febbre, infezioni, ovvero in situazioni di digiuno prolungato soprattutto di sostanze grasse. In tali situazioni si può avere un netto incremento della bilirubinemia che tuttavia ritorna prontamente nella norma quando cessano queste situazioni anomale. Per la diagnosi occorre che vi sia un aumento della bilirubinemia, prevalentemente indiretta, normalità stabile di tutti i test di funzionalità epatica ed un'ecografia normale. La Prognosi è, come si è detto, eccellente. Non vi sono, infatti, effetti nocivi sulla funzione epatica”.

Orbene nel caso in esame, come dimostrato dagli esami genetici effettuati dall’A.S.L. cui il richiedente parere si è sottoposto la iperbilirubinemia indiretta non si è mai manifestata con un valore superiore a 4,5 mg/dl.

Ne consegue che l’aumento di valore improvviso riscontrato dalla commissione per gli accertamenti psico-fisici a seguito degli esami effettuati in sede concorsuale è da ritenersi addebitabile al forte stress fisico e psichico, alla eccessiva disidratazione che ha avvertito il richiedente parere nei giorni particolari e stressanti legati al periodo degli accertamenti.

La commissione per gli accertamenti psico-fisici non aveva rilevato il forte stato di stress del richiedente parere, ed inoltre con il decreto da impugnare si è limitata richiamare la norma, ovvero il D.M. del 4.6.2014 che giudica inidonei i candidati  che presentano “la iperbilirubinemia indiretta superiore a 5 mg/dl accertata in due occasioni dopo 24 ore di riposo”, senza indicare il valore effettivamente riscontrato e senza disporre la rieffettuazione dell’esame di laboratorio ovvero le analisi del sangue “dopo 24 ore di riposso”.

Sul punto la giurisprudenza, nel pronunciarsi su un caso in cui un candidato ad concorso pubblico quale allievo finanziere del contingente ordinario della Guardia di Finanza, era stato escluso a seguito del giudizio di inidoneità per riscontrata sindrome di Gilbert, ha chiarito che: “dall’esame della documentazione depositata in atti dalla predetta Azienda sanitaria universitaria, all’esito della disposta verificazione, emerge con chiarezza che quel collegio medico  in contraddittorio con le parti interessate  non ha confermato i precedenti risultati, ritenendo al contrario che la “sindrome di Gilbert” costituisce un’innocua alterazione metabolica, caratterizzata da incremento della bilirubina indiretta” e che “la condizione di portatore sano di sindrome di Gilbert” con presenza di iperbilirubinemia, riscontrata nel candidato, non costituisce di per sé pregiudizio alla completa funzionalità organica del soggetto, o comunque una condizione di rischio di insorgenza di alterazioni tali da poter compromettere l’espletamento delle mansioni che il militare è tenuto a svolgere nella sua attività di istituto” (così, testualmente, nella relazione del Collegio medico suindicata)” T.A.R. Lazio Roma Sez. 2a sentenza n. 6646  del 25.2.2010.

Ed ancora il medesimo T.A.R.  nel pronunciarsi su un caso in cui un candidato ad concorso pubblico quale carabiniere effettivo in ferma quadriennale era stato escluso a seguito del giudizio di inidoneità per riscontrata iperbilirubinemia, ha annullato la valutazione di inidoneità ritenendola erronea in relazione alle risultanze della disposta verificazione secondo cui : “la iperbilirubinemia del ricorrente ha valori minimi ed è compatibili con l’arruolamento” T.A.R. Lazio Roma Sez. 2a sentenza n. 2804  del 30.3.2011 (Cfr. T.A.R. Lazio – Roma Sez. 2a sentenza n. 4909 del 30.5.2012, Sez. 1a Quater sentenza n. 9756 del 26.11.2012, Sez. 1a Bis sentenza n. 7900 del 18.6.2019).

Per quanto concerne in particolare l’istruttoria, il T.A.R. Lazio – Roma ritiene necessario disporre una verificazione sulla sussistenza della iperilirubinemia indiretta con particolare riferimento ai valori riscontrati.

Nello specifico il T.A.R. in più occasioni ha ritenuto “necessario, anche alla luce della documentazione depositata dal ricorrente, disporre una verificazione, ai sensi degli artt. 19 e 66 cod. proc. Amm., finalizzata ad accertare in contraddittorio tra le parti, se parte ricorrente riporta effettivamente la causa di inidoneità psico-fisica affetto da “iperilirubinemia indiretta di lieve grado (> 4mg/dl)”… che lo rende inidoneo al reclutamento, incaricando di ciò l’Istituto di Medicina …che a seguito della verificazione dovrà redigere apposita relazione corredata di ogni documento idoneo a chiarire il punto controverso della vicenda” T.A.R. Lazio – Roma Sez. 1a Bis ordinanza n. 12207 del 17.12.2018.  (Cfr. sulla necessità di disporre una verificazione, ai sensi degli art. 19 e 66 c.p.a. finalizzata ad accertare, in contraddittorio tra le parti, i valori della “Iperbilirubinemia indiretta di medio grado”, da ultimo T.A.R. Lazio – Roma Sez. 1a Bis ordinanza n. 980 del 25.1.2019).

Da tutto quanto detto ed atteso che il quadro giurisprudenziale di riferimento, nonché le risultanza dell’accertamento effettato dal ricedente parere presso l’A.S.L. territorialmente competente, occorre impugnare il decreto di inidoneità nel termine perentorio di 60 giorni dalla data di notifica del decreto di inidoneità, ai sensi e per gli effetti dell’art. dell’art. 41, comma 2°, c.p.a. con un ricorso al T.A.R. Lazio – Roma con contestuale domanda cautelare da proporsi ai sensi dell’art. 55, c.p.a.

Con il ricorso occorre dedurre la violazione e falsa applicazione dell’art. 2, al comma 4 alla lett. g), dell’art. 10 del bando di concorso, la violazione e falsa applicazione dell’art. 582 del D.P.R. 15.6.2010 n. 90 e del D.M. 4.6.2014, sotto il profilo della eccesso di potere per erroneità dei presupposti, carenza istruttoria, travisamento dei fatti, la violazione e falsa applicazione dell’art.3 della L. 7.8.1990 n. 241 e succ. mod. ed int.

Occorre, inoltre, versare in giudizio la già effettuata indagine genetica eseguita dal Laboratorio Genetica Molecolare dell’Unità Operativa Complessa di ematologia per le malattie del sangue e degli organi ematopoietici presso l’A.S.L. territorialmente competente chiedendo altresì al Collegio di disporre una verificazione ai sensi e per gli effetti degli artt. 19 e 66 c.p.a. formulando un quesito inerente l’esatta individuazione del valore di iperbilirubinemia indiretta, ripetendo l’esame di laboratorio, ove necessario “dopo 24 ore di riposso” assoluto del ricorrente.

Da tutto quanto detto e specificato il sottoscritto Avv. esprime un favorevole parere in merito alla possibile impugnativa del decreto di inidoneità copertura di n. 3700 allievi carabinieri in ferma quadriennale per a riscontrata iperbilirubinemia indiretta, secondo le indizioni di cui al presente parere.

 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

L'obiezione di coscienza dei medici anestesisti

Parere in merito all'obiezione di coscienza di un medico anestesista rispetto alla visita per un intervento di interruzione volontaria di gravidanza

Continua

L'ipotesi di silenzio di cui all’art.8 DPR 339/82

Transito del dipendente di Polizia Stato non idoneo nei ruoli civili dell'Amministrazione per silenzio assenso di cui all'art. 8 del DPR 339/1982

Continua

L`aspettativa per assegno di ricerca

Parere sulla possibilità di richiedere l’aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” presso Università Straniere

Continua

L'attività libero professionale dei docenti MIUR

Parere in merito all'incompatibilità dell’attività libero professionale di un docente rispetto allo svolgimento dell’attività libero professionale

Continua

La sospensione del nulla osta della scuola guida

Possibile impugnativa di un provvedimento di sospensione del nulla osta per 30 giorni per l’effettuazione di corsi di recupero punti sulla patente

Continua

Il servizio preruolo degli insegnanti

Parere in merito alla richiesta di riconoscimento come servizio di ruolo dell’intero servizio di insegnamento non di ruolo degli insegnati

Continua

La video sorveglianza del territorio comunale

Parere in merito alla video sorveglianza del territorio comunale per il contrasto dell’abbandono dei rifiuti

Continua

Ricongiungimento familiare del personale militare

Ecco qual è la normativa in merito al trasferimento per ricongiungimento familiare del personale militare

Continua

Ordine di servizio orale del dirigente scolastico

Impugnativa di una sanzione disciplinare per il mancato rispetto dell’ordine di servizio orale dalla dirigente scolastica ad un’insegnate di sostegno

Continua

Assegno di ricerca per il personale militare

Parere in merito al periodo di aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” da parte del personale militare

Continua

Valutazione del servizio nella scuola paritaria

Parere in merito possibilità di richiedere il riconoscimento del servizio prestato nelle scuole paritarie ai fini della mobilità territoriale

Continua

Concorso a cattedra 2018

Parere sulla possibilità di impugnare il bando del concorso a cattedra 2018 per i dottori di ricerca non abilitati

Continua

Trasferimento dei militari, ricongiungimento familiare

Trasferimento per ricongiungimento familiare di due militari coniugati appartenenti a diverse Amministrazioni del comparto Difesa

Continua

Trasformazione di un B&B in affittacamere

Parere in merito alla trasformazione di un B&B in affittacamere nel Comune di Anancapri in assenza del certificato di agibilità

Continua

Posizione del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino

Gli obblighi del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino in zona vincolata

Continua

Trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento alla coniuge agente di polizia

La disciplina del trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento

Continua

La posizione degli idonei delle graduatorie AA.SS.LL.

Prevalenza dell’utilizzazione delle graduatorie AA.SS.LL. rispetto all’indizione di un concorso .

Continua

Accesso al ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Accesso ai ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Continua

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Continua

Graduatorie di circolo ed istituto e controlli sulle dichiarazioni

L'impugnativa della risoluzione anticipata del contratto di lavoro sottoscritto da un collaboratore scolastico supplente per irregolarità della posizione previdenziale

Continua

Il diritto di prelazione dello I.A.C.P. sulla vendita degli alloggi

La vendita un alloggio di edilizia residenziale pubblica decorsi 10 anni dall'acquisto a seguito del mancato esercizio del diritto di prelazione da parte dello I.A.C.P.

Continua

L'accertamento del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

La possibilità per un genitore di richiedere al Tribunale territorialmente competente l’accertamento negativo del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

Continua

Ricorso contro il rigetto della domanda di assegno di invalidità

Ricorso amministrativo avverso il provvedimento di rigetto della domanda di assegno ordinario di invalidità nelle gestione FPLD

Continua

Vincolo di permanenza quinquennale nella sede di prima nomina: deroghe

Deroga al vincolo di permanenza quinquennale nelle sede di prima nomina a seguito della vincita di un concorso da parte di una candidata coniugata con un militare

Continua

I requisiti morali del direttore didattico di scuola guida

L'annullamento della SCIA per l’apertura di una scuola guida per carenza del requisito di "buona condotta" in capo al “direttore didattico".

Continua

L’impugnativa di un Piano di Governo ad opera di un comitato locale

Parere sull’impugnativa di un Piano di Governo del Territorio ad opera di un Comitato locale per la salvaguardia di un nucleo rurale storico

Continua

Lo “status di vittima del dovere” e i relativi benefici

La possibilità per un militare di richiedere lo “status di vittima del dovere” e ottenere i relativi benefici previsti dalla normativa di settore

Continua

Il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Ecco come si calcola il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Il decreto di ricostruzione della carriera dei docenti statali

Parere in merito alla possibilità per un docente immesso in ruolo di richiedere il riconoscimento del servizio pre ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Lavori su un immobile vincolato in pendenza del'istanza di condono

Parere in merito alla presentazione un’istanza ex art. 35, comma 13, della L.28.2.1985 n. 47 con riferimento ad un immobile sottoposto ad un vincolo archeologico

Continua

Il condono edilizio su un immobile vincolato

Parere in merito al prevedibile esito dell’istanza di condono con riferimento ai lavori abusivi su un immobile vincolato

Continua

Ricorso gerarchico, l'impugnativa delle note caratteristiche

L'impugnativa di un decreto della D.P.G.M. del Ministero della Difesa con il quale è stato respinto il ricorso gerarchico proposto avverso il rapporto informativo

Continua

Immobile con vincolo archeologico, presentazione di istanza di sanatoria

Parere in merito alla possibilità di presentare un’istanza di sanatoria per abusi edilizi con riferimento ad un immobile sottoposto a vincolo archeologico

Continua

Impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per allievi carabinieri

Parere in merito alla possibilità, per un candidato al concorso per allievi carabinieri di impugnare il decreto con il quale è stato dichiarato “inidoneo”

Continua