Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Trasferimento del militare ai sensi della legge 5.2.1992, n. 104


Trasferimento del militare ai sensi delle legge 5.2.1992, n. 104 per assistenza al padre malato di alzheimer in fase avanzata in assenza di altri congiunti idonei
Trasferimento del militare ai sensi della legge 5.2.1992, n. 104

Mi viene chiesto parere in merito alla possibilità di presentare ricorso al T.A.R. avverso il diniego opposto all’istanza di assegnazione temporanea ai sensi della legge 5.2.1992, n. 104, per assistenza al padre del militare affetto da alzheimer in fase avanzata, adottato con la Nota dello Stato Maggiore dell’esercito – Dipartimento Impiego del Personale di Roma.

Com’è noto che l’art. 13 del D.Lgs. 2.7.2010 n. 104 prevede che “Per le controversie riguardanti pubblici dipendenti è inderogabilmente competente il tribunale nella cui circoscrizione territoriale è situata la sede di servizio” e pertanto, atteso che la sede lavorativa del richiedente parere è in Provincia di Trieste il ricorso va presentato al T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste entro 60 giorni dalla notifica del citato provvedimento, ai sensi dell’art. 29 c.p.a.

Com’è noto l’art. 33, comma 5, della legge 5.2.1992, n. 104, di cui il ricorrente censura la violazione, dispone che il lavoratore pubblico ha diritto a scegliere, “ove possibile”, la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere e non può essere trasferito senza il suo consenso ad altra sede.

Va osservato che, per quanto concerne l’art. 33, comma 5, della legge 5.2.1992, n. 104, la giurisprudenza ha affermato il diritto del familiare lavoratore, che assiste un portatore di handicap, di scegliere la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e di non essere trasferito ad altra sede senza il proprio consenso, disciplinato dall' art. 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992, che non si configura come assoluto ed illimitato.

Inoltre,come depone l’inciso “ove possibile” dell'art. 33 della Legge n. 104/1992, il militare che assiste un familiare con handicap grave detiene una posizione giuridica qualificabile non come un vero e proprio diritto soggettivo alla scelta della sede di servizio, ma piuttosto come un interesse legittimo pretensivo particolarmente rafforzato (cfr. T.A.R. Lombardia – Milano, Sez. 3a, sentenza n. 738 del 15.3.2018; T.A.R. Valle d’Aosta, sentenza n. 20 del 14.4.2017).

L'Amministrazione, a seguito delle modifiche apportate dall'art. 24 della legge n. 183/2010 all'art. 33 della legge n. 104/1992, non può più pretendere i requisiti della continuità e dell'esclusività dell'assistenza per la concessione al dipendente pubblico dei permessi per l'assistenza a persona con handicap in situazione di gravità, ma deve valutare, da un lato, le proprie esigenze organizzative ed operative, dall'altro, l'effettiva necessità del beneficio (cfr. Consiglio di Stato, Sez. 4a, ordinanza n. 3035 del 14.6.2019).

Gli unici parametri entro i quali l'amministrazione deve valutare se concedere o meno il trasferimento a domanda previsto dall' art. 33 della legge n. 104/1992 sono, da un lato, le proprie esigenze organizzative ed operative e, dall'altro, l'effettiva necessità del beneficio, al fine di impedire un suo uso strumentale.

Tuttavia, se è vero che il trasferimento può essere negato ove non si concili con le esigenze organizzative dell'amministrazione, queste ultime non possono essere affermate in modo generico, ma debbono sempre essere supportate da un corredo di dati concreti, oggettivi e controllabili (numero di unità di personale impiegate nell'una e dell'altra sede, raffrontato alla consistenza delle rispettive dotazioni organiche), che permettano di verificarne rigorosamente la ragionevolezza: diversamente, il diniego finirebbe per essere di fatto insindacabile (cfr. T.A.R. Toscana – Firenze, Sez. 1a, sentenza n. 772 del  30.5.2018).

Nel caso in esame il richiedente parere nelle osservazioni presentate al preavviso di diniego indica due precedenti favorevoli ovvero la sentenza del T.A.R. Puglia Bari n. 2908 del 2013 e la sentenza del T.A.R. Emilia Romagna Bologna del 23.1.2014 (non rivenute tuttavia in www.giustizia-amministrativa.it ovvero il database ufficiale).

Orbene sul punto va osservato che sarebbe preferibile riferirsi più specificamente alla giurisprudenza, in materia, del T.A.R. territorialmente competente per effettuare un pronostico sul possibile accoglimento dell’impugnativa.

Sul punto va evidenziato che la giurisprudenza del T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste pone una particolare attenzione “al caso specifico”, laddove i ricorsi accolti riguardano casi di “particolare gravità”.

Nello specifico su un caso analogo a quello qui in trattazione T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste con la sentenza n. 55 del 10.2.2017 ha evidenziato che: “Il presente ricorso merita accoglimento. Invero la situazione di estrema gravità della malattia della madre del ricorrente, figlio unico, risulta dimostrata in causa. Quanto ai parenti della stessa (due fratelli e due sorelle) l'amministrazione non dimostra affatto, se non con affermazioni apodittiche, che essi sono in grado di assisterla. In sostanza, risulta dagli atti in causa che il ricorrente figlio unico della malata grave è l'unico soggetto in grado di prestarle assistenza. D'altro canto le esigenze della struttura militare di appartenenza non paiono tali da impedire l'assegnazione temporanea del militare a un reparto vicino alla residenza della madre. Infine la motivazione dell'atto e ancor prima l'istruttoria esperita dall'amministrazione risultano carenti. Ne consegue la fondatezza della principale censura, l'accoglimento del ricorso e l'annullamento dell'atto di diniego gravato”.  

Pertanto richiamati i principi giurisprudenziali in merito all’ambito applicativo della legge della legge 5.2.1992, n. 104, valutata la giurisprudenza del T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste è evidente che il ricorso potrebbe essere favorevolmente accolto considerato che il padre del dipendente del militare è affetto da alzheimer in fase avanzata e non sussistono altri familiari in grado di assisterlo, considerato che la madre è parimenti invalida, e nella sede di destinazione vi è per latro un posto vacante.  

Pertanto esprimo parere positivo in merito alla possibilità di ottenere un trasferimento ai sensi della legge 104 del 1992 impugnando innanzi al T.A.R. territorialmente competente gli atti di diniego.

 Avv. Leonardo Sagnibene
 

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

L'obiezione di coscienza dei medici anestesisti

Parere in merito all'obiezione di coscienza di un medico anestesista rispetto alla visita per un intervento di interruzione volontaria di gravidanza

Continua

L'ipotesi di silenzio di cui all’art.8 DPR 339/82

Transito del dipendente di Polizia Stato non idoneo nei ruoli civili dell'Amministrazione per silenzio assenso di cui all'art. 8 del DPR 339/1982

Continua

L`aspettativa per assegno di ricerca

Parere sulla possibilità di richiedere l’aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” presso Università Straniere

Continua

L'attività libero professionale dei docenti MIUR

Parere in merito all'incompatibilità dell’attività libero professionale di un docente rispetto allo svolgimento dell’attività libero professionale

Continua

La sospensione del nulla osta della scuola guida

Possibile impugnativa di un provvedimento di sospensione del nulla osta per 30 giorni per l’effettuazione di corsi di recupero punti sulla patente

Continua

Il servizio preruolo degli insegnanti

Parere in merito alla richiesta di riconoscimento come servizio di ruolo dell’intero servizio di insegnamento non di ruolo degli insegnati

Continua

La video sorveglianza del territorio comunale

Parere in merito alla video sorveglianza del territorio comunale per il contrasto dell’abbandono dei rifiuti

Continua

Ricongiungimento familiare del personale militare

Ecco qual è la normativa in merito al trasferimento per ricongiungimento familiare del personale militare

Continua

Ordine di servizio orale del dirigente scolastico

Impugnativa di una sanzione disciplinare per il mancato rispetto dell’ordine di servizio orale dalla dirigente scolastica ad un’insegnate di sostegno

Continua

Assegno di ricerca per il personale militare

Parere in merito al periodo di aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” da parte del personale militare

Continua

Valutazione del servizio nella scuola paritaria

Parere in merito possibilità di richiedere il riconoscimento del servizio prestato nelle scuole paritarie ai fini della mobilità territoriale

Continua

Concorso a cattedra 2018

Parere sulla possibilità di impugnare il bando del concorso a cattedra 2018 per i dottori di ricerca non abilitati

Continua

Trasferimento dei militari, ricongiungimento familiare

Trasferimento per ricongiungimento familiare di due militari coniugati appartenenti a diverse Amministrazioni del comparto Difesa

Continua

Trasformazione di un B&B in affittacamere

Parere in merito alla trasformazione di un B&B in affittacamere nel Comune di Anancapri in assenza del certificato di agibilità

Continua

Posizione del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino

Gli obblighi del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino in zona vincolata

Continua

Trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento alla coniuge agente di polizia

La disciplina del trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento

Continua

La posizione degli idonei delle graduatorie AA.SS.LL.

Prevalenza dell’utilizzazione delle graduatorie AA.SS.LL. rispetto all’indizione di un concorso .

Continua

Accesso al ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Accesso ai ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Continua

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Continua

Graduatorie di circolo ed istituto e controlli sulle dichiarazioni

L'impugnativa della risoluzione anticipata del contratto di lavoro sottoscritto da un collaboratore scolastico supplente per irregolarità della posizione previdenziale

Continua

Il diritto di prelazione dello I.A.C.P. sulla vendita degli alloggi

La vendita un alloggio di edilizia residenziale pubblica decorsi 10 anni dall'acquisto a seguito del mancato esercizio del diritto di prelazione da parte dello I.A.C.P.

Continua

L'accertamento del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

La possibilità per un genitore di richiedere al Tribunale territorialmente competente l’accertamento negativo del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

Continua

Ricorso contro il rigetto della domanda di assegno di invalidità

Ricorso amministrativo avverso il provvedimento di rigetto della domanda di assegno ordinario di invalidità nelle gestione FPLD

Continua

Vincolo di permanenza quinquennale nella sede di prima nomina: deroghe

Deroga al vincolo di permanenza quinquennale nelle sede di prima nomina a seguito della vincita di un concorso da parte di una candidata coniugata con un militare

Continua

I requisiti morali del direttore didattico di scuola guida

L'annullamento della SCIA per l’apertura di una scuola guida per carenza del requisito di "buona condotta" in capo al “direttore didattico".

Continua

L’impugnativa di un Piano di Governo ad opera di un comitato locale

Parere sull’impugnativa di un Piano di Governo del Territorio ad opera di un Comitato locale per la salvaguardia di un nucleo rurale storico

Continua

L'iperbilirubinemia indiretta nei concorsi nelle FFA

La possibile impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per la riscontrata iperbilirubinemia indiretta

Continua

Lo “status di vittima del dovere” e i relativi benefici

La possibilità per un militare di richiedere lo “status di vittima del dovere” e ottenere i relativi benefici previsti dalla normativa di settore

Continua

Il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Ecco come si calcola il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Il decreto di ricostruzione della carriera dei docenti statali

Parere in merito alla possibilità per un docente immesso in ruolo di richiedere il riconoscimento del servizio pre ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Lavori su un immobile vincolato in pendenza del'istanza di condono

Parere in merito alla presentazione un’istanza ex art. 35, comma 13, della L.28.2.1985 n. 47 con riferimento ad un immobile sottoposto ad un vincolo archeologico

Continua

Il condono edilizio su un immobile vincolato

Parere in merito al prevedibile esito dell’istanza di condono con riferimento ai lavori abusivi su un immobile vincolato

Continua

Ricorso gerarchico, l'impugnativa delle note caratteristiche

L'impugnativa di un decreto della D.P.G.M. del Ministero della Difesa con il quale è stato respinto il ricorso gerarchico proposto avverso il rapporto informativo

Continua

Immobile con vincolo archeologico, presentazione di istanza di sanatoria

Parere in merito alla possibilità di presentare un’istanza di sanatoria per abusi edilizi con riferimento ad un immobile sottoposto a vincolo archeologico

Continua

Impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per allievi carabinieri

Parere in merito alla possibilità, per un candidato al concorso per allievi carabinieri di impugnare il decreto con il quale è stato dichiarato “inidoneo”

Continua

L'equo indennizzo e tempestività della domanda

Parere in merito alla possibilità per un Capo di 2a classe di impugnare il decreto di diniego dell’equo indennizzo per intempestività della domanda

Continua

Impugnazione per mancato rinnovo del permesso di soggiorno

Il rinnovo del permesso di soggiorno in presenza di precedenti penali per maltrattamenti in famiglia a carico del richiedente

Continua

Trattenimento in servizio fino al 70° anno degli Ufficiali giudiziari

L’applicazione dell’art. 99 del D.P.R. 1229/1959 agli Ufficiali giudiziari risultati idonei nelle procedure selettive avviate con “gli avvisi pubblici del 19.9.2016”

Continua

Correzione della domanda di partecipazione al concorso a cattedra

E' possibile richiedere la correzione della domanda di partecipazione al concorso a cattedra 2022 se si sbaglia la classe di concorso?

Continua

Il personale ATA e il riconoscimento del servizio nelle AA.SS.LL.

La valutazione del servizio prestato presso le AA.SS.LL. al fine dell’Inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di Terza Fascia del personale ATA

Continua

Ricorso gerarchico avverso il rapporto informativo

L'impugnativa di un rapporto informativo con un ricorso gerarchico ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 D.P.R. 24.11.1971 n. 1199.

Continua

La vendita di un immobile originariamente di proprietà delle Poste

La vendita di un immobile originariamente di proprietà dell’Amministrazione delle Poste e delle Telecomunicazioni

Continua