Richiedi una consulenza in studio gratuita!

Ricorso gerarchico avverso il rapporto informativo


L'impugnativa di un rapporto informativo con un ricorso gerarchico ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 D.P.R. 24.11.1971 n. 1199.
Ricorso gerarchico avverso il rapporto informativo

Mi viene chiesto parere in merito alla possibilità per un Mar Cap., di contestare  il rapporto informativo con un  ricorso gerarchico ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 del D.P.R. 24.11.1971 n. 1199. Il Mar Cap. veniva valutato per un periodo di 2 mesi a seguito del quale, con il Rapporto Informativo veniva espresso il seguente giudizio complessivo:

Nel periodo di valutazione ha dimostrato di possedere qualità morali, intellettuali e tecnico professionali molto buone ma che non hanno mai raggiunto l’eccellenza a causa di poca motivazione e di una dedizione al lavoro che è apparsa appena più che soddisfacenti. Seppur dotato di senso di disciplina di spirito di sacrificio e di iniziativa molto buoni non ha mai garantito un rendimento eccellente e piena affidabilità che avrebbe potuto raggiungere con maggiore applicazione e costanza. Lo invito ad un maggiore impegno professionale per poter raggiungere in futuro la massima valutazione. Ha mantenuto i requisiti fisici richiesti”. Avverso il riportato rapporto informativo occorre presentare, Ricorso gerarchico, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 D.P.R. 24.11.1971 n. 1199, chiedendo di “rivalutare il proprio operato, con cancellazione e rettifica dello stesso.

In primo luogo occorre contestare il Rapporto informativo ed il giudizio espresso nei confronti del Mar. Cap. nella parte in cui il compilatore descrive il suo lavoro come caratterizzato da “poca motivazione e di una dedizione al lavoro” qualificando “appena più che soddisfacentiladdove va evidenziato che nel suddetto periodo mai nessuno ha espressamente contestato o messo in dubbio la motivazione, la dedizione al lavoro, l’impegno l’iniziativa o la consapevolezza del grado e delle funzioni rivestite dal Mar.Cap.

Lo stesso, infatti, ha sempre svolto le mansioni affidate in maniera corretta con impegno e con costanza, non ricevendo mai alcun tipo di richiamo o punizione ma, anzi, apprezzamento in forma verbale, da parte dei superiori, per il lavoro eseguito. A ben vedere il giudizio del compilatore definisce il lavoro del Mar. Cap. come caratterizzato da “poche motivazioni e di una dedizione al lavoroma non esprime un giudizio circostanziato sullo stesso quanto piuttostoun giudizio di valoreafferente alla scelta dello stesso di richiedere un periodo di licenza per motivi gravi, circostanziati, comprovati e documentati afferenti alla salute del figlio, e delle condizioni di salute della moglie durante l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Inoltre, anche il giudizio del Revisore non opera una corretta valutazione della posizione del Mar. Cap. qualificando lo stesso come poco dedito al lavoro e richiedendo un maggior impegno, consapevolezza del grado e delle funzioni rivestite, senza considerare affatto che la licenza non era indice di poca dedizione al lavoro e poca consapevolezza del grado e delle funzioni rivestite ma un’assoluta quanto improrogabile necessità familiare riferibile, come detto, al particolare, delicato e preoccupante stato di salute della moglie e del figlio.

Del resto il rapporto informativo, espresso peraltro su un periodo brevissimo ed in cui il Marc. Cap. era, per la maggior parte del tempo, in licenza non motiva come mai lo stesso, sempre valutato come “eccellente” nel periodo esaminato “non ha mai garantito un rendimento eccellente e piena affidabilità”.

Ebbene nella specie nessun elemento è stato fornito in merito alla sopravvenuta mancanza di “piena affidabilità” rispetto alle valutazioni precedenti, atteso che il 1° Compilatore non adduce neanche un solo episodio da cui far discendere la riscontrata flessione, nel periodo oggetto di valutazione con la conseguenza che la stessa diventa immotivata.  

Orbene il contrasto evidente tra la positività della precedente valutazione e la non piena positività della valutazione da ultimo conseguita doveva essere oggetto di una congrua motivazione in grado di illustrare compiutamente fatti e circostanze precise a seguito della valutazione dei quali il Marc. Cap. conseguiva una valutazione inferiore alla media.  

Com’è noto l’art. 688 del D.P.R. 15.3.2010, n. 90, al comma 1, stabilisce che “i documenti caratteristici hanno lo scopo di registrare tempestivamente il giudizio personale diretto e obiettivo dei superiori sui servizi prestati e sul rendimento fornito dal militare, rilevando le capacità e attitudini dimostrate e i risultati conseguiti”.

Il successivo art. 689, poi, ribadisce che “1. I documenti caratteristici sono compilati dall'autorità dalla quale il militare dipende per l'impiego, secondo la linea ordinativa, e sono sottoposti alla revisione di non più di due autorità superiori in carica lungo la stessa linea ordinativa. 2 L'intervento delle autorità di cui al comma 1 è condizionato dall'effettiva esistenza del rapporto di servizio lungo la linea ordinativa, tale da consentire il giudizio personale diretto, e dalla possibilità di esprimere un giudizio obiettivo» precisando altresì che, «in mancanza di una di tali condizioni il superiore si astiene dal giudizio facendone menzione nel documento caratteristico”.

Sul punto la direttiva prot. 0328464 datata 25.7.2011, e succ.mod ed int. avente ad oggetto la “Redazione dei documenti caratteristici del personale appartenente all’Esercito, alla Marina, all’Aeronautica e all’Arma dei Carabinieri” prevede che “...Nell'ottica … di ridurre l'area dell'illegittimità per evitare proliferazione di atti di annullamento e rettifica dei documenti caratteristici con conseguente allungamento dei tempi procedimentali e lievitazione dei costi di esercizio”, precisando  al punto g) che: "carenza di motivazione nel caso di sensibile flessione della valutazione. Con elevata frequenza si registrano documenti in cui repentini abbassamenti di qualifica (di un livello o finanche di due livelli) dopo una serie ininterrotta di valutazioni apicali non vengono supportati da adeguato apparato motivazionale. Si evidenzia come sia indispensabile che in tali circostanze risultino nel documento elementi oggettivi di riscontro alla base di tali sensibili flessioni".

La giurisprudenza amministrativa ha costantemente statuito che: “in presenza di precedenti costantemente favorevoli, le denunciate flessioni di rendimento, unitamente alla intervenuta carenza nelle doti già riscontrate, devono essere dettagliatamente motivate, al fine di consentire la verifica dell’iter logico seguito, di volta in volta, dall’Amministrazione.

E ciò, soprattutto quando... si sia in presenza di attenuazioni di giudizi che riguardano elementi (come la “capacità di risolvere i problemi” e la “motivazione al lavoro” del soggetto) che, per loro stessa natura, non sono suscettibili di significative variazioni nel breve periodoT.A.R. Lombardia, Milano, Sezione 1a, sentenza n.558 del 25.2.2015 (Cfr. sul punto T.A.R. Puglia Lecce Sez. 1a sentenza n. 655 del 184.2019 e giurisprudenza del T.A.R. Lazio – Roma e del Consiglio di Stato in S.G. ivi richiamata).  

Ed ancora con riferimento alla violazione della già citata direttiva prot. 0328464 datata 25.7.2011 il T.A.R. Lombardia Milano Sez. 3a con la sentenza n. 1314 del 10.6.2019 precisava che: “se è vero che i giudizi formulati sui militari dai superiori gerarchici con le schede valutative sono caratterizzati da un’ampia discrezionalità tecnica, è altrettanto vero che gli stessi possono essere sindacati in sede giurisdizionale per manifesta illogicità o per travisamento dei fatti  anche al cospetto di flessioni, com’è nella specie, apparentemente lievi….Ove, infatti, non si ammettesse un sindacato di legittimità sulle espressioni utilizzate in sede di valutazione, svincolando le stesse da qualunque esigenza motivazionale, “si correrebbe il rischio di rendere di fatto insindacabile l’intero procedimento valutativo” (Cfr. sul punto T.A.R. Lazio, Roma, Sez.2a, sentenza n. 1245 del 24.1.2017). … se un uno scrutinando ha meritato giudizi particolarmente lusinghieri, l’attribuzione di giudizi meno elogiativi dei precedenti e tali da poter incidere ai fini della progressione di carriera, deve essere in qualche misura motivata”.

Detto altrimenti, “se è vero che ogni valutazione è autonoma dalle precedenti, è altrettanto vero che la carriera di un militare rappresenta un unicum in cui le valutazioni precedenti possono essere assunte come metro di comparazione, con la necessità, quindi, di procedere ad una, sia pure sintetica e non analitica, indicazione delle ragioni che non hanno consentito all’interessato di proseguire nel percorso di assoluta eccellenza dei pregressi periodiConsiglio di Stato, sez. 4a, sentenza n. 407 del 16.1.2019, n. 407 (Cfr. Consiglio di Stato, sez. 4a, sentenza n. 1121 del 10.3.2014).

Dal quadro fattuale e normativo e giurisprudenziale sopra delineato, esprimo parere positivo in ordine alla presentazione del Ricorso gerarchico, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 D.P.R. 24.11.1971 n. 1199, avverso il rapporto informativo svalutativo rispetto alle precedenti valutazioni.

 Avv. Leonardo Sagnibene

Articolo del:



L'autore dell'articolo non è nella tua città?

Cerca un professionista con le stesse caratteristiche a te più vicino.

Cerca nella tua città o in una città di tuo interesse

Altri articoli del professionista

L'obiezione di coscienza dei medici anestesisti

Parere in merito all'obiezione di coscienza di un medico anestesista rispetto alla visita per un intervento di interruzione volontaria di gravidanza

Continua

L'ipotesi di silenzio di cui all’art.8 DPR 339/82

Transito del dipendente di Polizia Stato non idoneo nei ruoli civili dell'Amministrazione per silenzio assenso di cui all'art. 8 del DPR 339/1982

Continua

L`aspettativa per assegno di ricerca

Parere sulla possibilità di richiedere l’aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” presso Università Straniere

Continua

L'attività libero professionale dei docenti MIUR

Parere in merito all'incompatibilità dell’attività libero professionale di un docente rispetto allo svolgimento dell’attività libero professionale

Continua

La sospensione del nulla osta della scuola guida

Possibile impugnativa di un provvedimento di sospensione del nulla osta per 30 giorni per l’effettuazione di corsi di recupero punti sulla patente

Continua

Il servizio preruolo degli insegnanti

Parere in merito alla richiesta di riconoscimento come servizio di ruolo dell’intero servizio di insegnamento non di ruolo degli insegnati

Continua

La video sorveglianza del territorio comunale

Parere in merito alla video sorveglianza del territorio comunale per il contrasto dell’abbandono dei rifiuti

Continua

Ricongiungimento familiare del personale militare

Ecco qual è la normativa in merito al trasferimento per ricongiungimento familiare del personale militare

Continua

Ordine di servizio orale del dirigente scolastico

Impugnativa di una sanzione disciplinare per il mancato rispetto dell’ordine di servizio orale dalla dirigente scolastica ad un’insegnate di sostegno

Continua

Assegno di ricerca per il personale militare

Parere in merito al periodo di aspettativa per la sottoscrizione di un contratto per “assegno di ricerca” da parte del personale militare

Continua

Valutazione del servizio nella scuola paritaria

Parere in merito possibilità di richiedere il riconoscimento del servizio prestato nelle scuole paritarie ai fini della mobilità territoriale

Continua

Concorso a cattedra 2018

Parere sulla possibilità di impugnare il bando del concorso a cattedra 2018 per i dottori di ricerca non abilitati

Continua

Trasferimento dei militari, ricongiungimento familiare

Trasferimento per ricongiungimento familiare di due militari coniugati appartenenti a diverse Amministrazioni del comparto Difesa

Continua

Trasformazione di un B&B in affittacamere

Parere in merito alla trasformazione di un B&B in affittacamere nel Comune di Anancapri in assenza del certificato di agibilità

Continua

Posizione del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino

Gli obblighi del proprietario rispetto all’abuso edilizio commesso dall’inquilino in zona vincolata

Continua

Trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento alla coniuge agente di polizia

La disciplina del trasferimento di un Sergente dell’Esercito per ricongiungimento

Continua

La posizione degli idonei delle graduatorie AA.SS.LL.

Prevalenza dell’utilizzazione delle graduatorie AA.SS.LL. rispetto all’indizione di un concorso .

Continua

Accesso al ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Accesso ai ruolo di Agente di Polizia Municipale per gli aspiranti con lenti intraoculari ICL

Continua

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Liquidazione dell’ALSE e dell’I.S. per Esperto Nazionale distaccato presso l’AEDS

Continua

Graduatorie di circolo ed istituto e controlli sulle dichiarazioni

L'impugnativa della risoluzione anticipata del contratto di lavoro sottoscritto da un collaboratore scolastico supplente per irregolarità della posizione previdenziale

Continua

Il diritto di prelazione dello I.A.C.P. sulla vendita degli alloggi

La vendita un alloggio di edilizia residenziale pubblica decorsi 10 anni dall'acquisto a seguito del mancato esercizio del diritto di prelazione da parte dello I.A.C.P.

Continua

L'accertamento del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

La possibilità per un genitore di richiedere al Tribunale territorialmente competente l’accertamento negativo del diritto al mantenimento dei figli maggiorenni

Continua

Ricorso contro il rigetto della domanda di assegno di invalidità

Ricorso amministrativo avverso il provvedimento di rigetto della domanda di assegno ordinario di invalidità nelle gestione FPLD

Continua

Vincolo di permanenza quinquennale nella sede di prima nomina: deroghe

Deroga al vincolo di permanenza quinquennale nelle sede di prima nomina a seguito della vincita di un concorso da parte di una candidata coniugata con un militare

Continua

I requisiti morali del direttore didattico di scuola guida

L'annullamento della SCIA per l’apertura di una scuola guida per carenza del requisito di "buona condotta" in capo al “direttore didattico".

Continua

L’impugnativa di un Piano di Governo ad opera di un comitato locale

Parere sull’impugnativa di un Piano di Governo del Territorio ad opera di un Comitato locale per la salvaguardia di un nucleo rurale storico

Continua

L'iperbilirubinemia indiretta nei concorsi nelle FFA

La possibile impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per la riscontrata iperbilirubinemia indiretta

Continua

Lo “status di vittima del dovere” e i relativi benefici

La possibilità per un militare di richiedere lo “status di vittima del dovere” e ottenere i relativi benefici previsti dalla normativa di settore

Continua

Il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Ecco come si calcola il riconoscimento del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Il decreto di ricostruzione della carriera dei docenti statali

Parere in merito alla possibilità per un docente immesso in ruolo di richiedere il riconoscimento del servizio pre ruolo svolto nelle scuole statali

Continua

Lavori su un immobile vincolato in pendenza del'istanza di condono

Parere in merito alla presentazione un’istanza ex art. 35, comma 13, della L.28.2.1985 n. 47 con riferimento ad un immobile sottoposto ad un vincolo archeologico

Continua

Il condono edilizio su un immobile vincolato

Parere in merito al prevedibile esito dell’istanza di condono con riferimento ai lavori abusivi su un immobile vincolato

Continua

Ricorso gerarchico, l'impugnativa delle note caratteristiche

L'impugnativa di un decreto della D.P.G.M. del Ministero della Difesa con il quale è stato respinto il ricorso gerarchico proposto avverso il rapporto informativo

Continua

Immobile con vincolo archeologico, presentazione di istanza di sanatoria

Parere in merito alla possibilità di presentare un’istanza di sanatoria per abusi edilizi con riferimento ad un immobile sottoposto a vincolo archeologico

Continua

Impugnativa del decreto di inidoneità al concorso per allievi carabinieri

Parere in merito alla possibilità, per un candidato al concorso per allievi carabinieri di impugnare il decreto con il quale è stato dichiarato “inidoneo”

Continua

L'equo indennizzo e tempestività della domanda

Parere in merito alla possibilità per un Capo di 2a classe di impugnare il decreto di diniego dell’equo indennizzo per intempestività della domanda

Continua

Impugnazione per mancato rinnovo del permesso di soggiorno

Il rinnovo del permesso di soggiorno in presenza di precedenti penali per maltrattamenti in famiglia a carico del richiedente

Continua

Trattenimento in servizio fino al 70° anno degli Ufficiali giudiziari

L’applicazione dell’art. 99 del D.P.R. 1229/1959 agli Ufficiali giudiziari risultati idonei nelle procedure selettive avviate con “gli avvisi pubblici del 19.9.2016”

Continua

Correzione della domanda di partecipazione al concorso a cattedra

E' possibile richiedere la correzione della domanda di partecipazione al concorso a cattedra 2022 se si sbaglia la classe di concorso?

Continua

Il personale ATA e il riconoscimento del servizio nelle AA.SS.LL.

La valutazione del servizio prestato presso le AA.SS.LL. al fine dell’Inclusione nelle graduatorie di Circolo e di Istituto di Terza Fascia del personale ATA

Continua

Trasferimento del militare ai sensi della legge 5.2.1992, n. 104

Trasferimento del militare ai sensi delle legge 5.2.1992, n. 104 per assistenza al padre malato di alzheimer in fase avanzata in assenza di altri congiunti idonei

Continua

La vendita di un immobile originariamente di proprietà delle Poste

La vendita di un immobile originariamente di proprietà dell’Amministrazione delle Poste e delle Telecomunicazioni

Continua